Len Shackleton, la leggenda del Sunderland diventato idolo a Newcastle

L'attaccante inglese segnò 6 gol a St. James' Park al suo esordio con la maglia dei Magpies, salvo poi diventare una leggenda dei Black Cats.

Len Shackleton, leggenda del Sunderland

142 condivisioni 1 commento

di

Share

Il secondo Dopoguerra è sato uno dei periodi più cupi della storia mondiale. E in ambito sportivo si è vissuta una vera e propria rivoluzione, dettata soprattutto dalla voglia delle persone di ritrovare nel minor tempo possibile quella normalità diventata utopia. 

Tra coloro che dominano calcistica inglese nei mesi successivi alla conclusione della Seconda Guerra mondiale, troviamo un certo Len Shackleton, attaccante brtannico nato nel 1922 e in forza in quel periodo al Bradford Park Avenue. Dopo aver totalizzato appena 7 presenze a cavallo tra il 1940 e il 1946, Shackleton si trasferisce al Newcastle nell'estate del 1946 per una cifra vicina alle 13 mila sterline. 

L'euforia per la nuova avventura e la voglia di rimettersi in gioco dopo tanta inattività gli danno la carica necessaria per segnare 6 gol nel 13-0 con il quale il Newcastle batte il Newport County. In quel pomeriggio di 71 anni fa riscrive la storia dei Magpies e anche quella del calcio inglese: nessuno aveva mai segnato 6 gol all'esordio. Non solo. Il risultato maturato al termine dei 90 minuti, davanti a 52 mila tifosi festanti, è tutt'ora il più largo mai ottenuto in campionato dai bianconeri. 

Shackleton a St. James' Park con la maglia del Newcastle

Len Shackleton, da Newcastle a Sunderland senza rimpianti

Dopo poco meno di due stagioni dal suo arrivo a St. James' Park per giocare con il Newcastle, nel febbraio del 1948 il buon Shackleton decide di accettare l'offerta degli acerrimi rivali del Sunderland, fare le valige e trasferirsi qualche chilometro più a sud, all'ombra dell'allora temutissimo e ostile Roker Park (lo Stadium of Light verrà costruito e inaugurato soltanto nel 1997). 

Con la maglia dei Black Cats l'attaccante inglese totalizza 348 presenze e un totale di 101 gol tra campionato e coppe nazionali. Nel 1957, dopo ben 9 anni di permanenza e i sempre più frequenti infortuni, Shackleton appende gli scarpini al chiodo. Nonostante una carriera cominciata nel 1940 e interrotta per quasi 6 anni a causa della guerra, riesce a totalizzare 427 presenze e ben 134 gol. 

Len Shackleton durante il suo periodo al Sunderland

Una storia tormentata

La sua infanzia è funestata da alcuni dei peggiori eventi storici del Regno Unito: il crollo economico a cavallo tra gli anni '20 e '30 colpisce in pieno la sua famiglia, lasciando i genitori in grandissima difficoltà tanto che lui stesso - nella sua autobiografia - affermerà che suo padre era spesso dispiaciuto per non potergli comprare nemmeno un completo per giocare a calcio. 

Poco dopo lo scoppio della guerra interrompe la sua carriera da professionista iniziata appena un anno prima. Nel periodo del conflitto mondiale Shackleton gioca comunque una miriade di coppe nazionali (non ufficialmente riconosciute), tanto che riesce a totalizzare 171 gol in 209 partite. Un record che purtroppo nessuno gli ha mai riconosciuto ma che è destinato a rimanere comunque nella storia del calcio britannico. 

Infine la rinascita nel suo periodo a Sunderland, dove nonostante la società sia in un periodo particolare della propria storia e abbia iniziato un lento e inesorabile declino, riesce comunque a distinguersi per l'impegno e la dedizione dimostrati. Muore nel 2000 all'età di 78 anni, ma il suo ricordo tra i tifosi dei Black Cats rimarrà vivo per molti anni ancora. 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.