Formula 1 Suzuka, Ferrari e Vettel ko. Hamilton vince, Mondiale in tasca

Problema ad una candela, Seb parte, ma dopo 4 giri si arrende. Addio sogni per il titolo. Hamilton vince tranquillo, negli USA può laurearsi Campione. Secondo Verstappen.

Formula 1 Suzuka, trionfa Hamilton: Mondiale in mano. Vettel ritiro

463 condivisioni 43 commenti

di

Share

Ecco qui: il Gran Premio di Suzuka di Formula 1 doveva risultare decisivo per la lotta al Mondiale. Piatto servito: Lewis Hamilton vince in scioltezza, Sebastian Vettel è costretto al ritiro. Classifica praticamente chiusa: l’inglese ad Austin ha il primo match point della stagione. Secondo Verstappen, terzo Ricciardo, quarto Bottas. Solo quinta l'altra Rossa di Kimi Raikkonen.

Una candela, una banale candela. Sembra questo il problema che ha costretto il tedesco ad alzare bandiera bianca. Nell’era dell’elettronica, delle power unit, del drs, Seb finisce in garage come un banale guidatore cittadino. Qualcosa non andava già nel giro di formazione: alzato il cofano in griglia, ma ormai è tardi. 4 giri, poi la resa. Finale.

59 i punti di distacco, la sfida al titolo in Formula 1 si chiude quasi ufficialmente in Giappone. La Ferrari tradita dalla sua macchina. Gli ultimi 3 GP sono stati da incubo: nel momento decisivo il Cavallino si è azzoppato.

Formula 1 Suzuka, Vettel
Formula 1 Suzuka, Vettel in difficoltà nei primi giri in Giappone

Formula 1, Vettel profondo rosso

Hamilton parte benissimo, Vettel anche. Ma i problemi per il tedesco arrivano da dietro: passano Verstappen, Ocon, infine Ricciardo e Bottas. Allarme rosso per la monoposto numero 5. Poco prima del verde il cofano era su. Non c'è tutta la potenza, Vettel sembra alla guida di una cinquecento. Giro numero 4: è ottavo, una via crucis. Poi rientra ai box: ritiro, fine dei giochi.

Ora Lewis lì davanti può solo controllare. Dietro Verstappen tiene il passo ma non sembra averne di più. Terzo Ocon con una Force India bella e performante. L'altra Ferrari di Raikkonen è ottava: il finlandese decimo in griglia si fa sfilare, poi rimonta.

Una sudata

Ricciardo e Bottas passano Ocon. Raikkonen continua la rimonta e si mette proprio dietro al francese. Giro di pit stop, l'unico per arrivare fino in fondo. Verstappen mette pressione ad Hamilton, la Mercedes piazza Bottas a fare da tappo. Ma il finlandese dura poco, deve rientrare. E riparte la caccia della Red Bull. 20 giri al termine: Max ci prova con tutte le forze, gli arriva vicinissimo a due giri dal traguardo. Alonso, di nuovo doppiato, rimane in traiettoria quando deve passare il giovane della Red Bull. Finisce sotto investigazione lo spagnolo.

Troppo tardi: Hamilton vince e mette le mani sul Mondiale di Formula 1, il suo quarto successo iridato. Negli USA, tra due settimane, può già festeggiare. La resa finale della Ferrari gli ha dato una bella mano.

 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.