Qualificazioni Mondiali, gli Stati Uniti ai piedi di Christian Pulisic

Il talento del Borussia Dortmund sta trascinando gli USA verso la Coppa del Mondo di Russia 2018. E i tifosi gli dedicano l'hashtag #PulisicForPresident.

Mondiali, Pulisic strega gli Stati Uniti

2k condivisioni 45 commenti

di

Share

Nonostante la Major League Soccer sia un campionato in forte crescita, l'amore fra gli Stati Uniti e il calcio sembra non essere ancora sbocciato definitivamente. Eppure, durante il percorso per la qualificazione ai Mondiali di Russia 2018, gli USA sembrano aver trovato l'uomo capace di avvicinarli una volta per tutte allo sport più amato al mondo: Christian Pulisic.

Il giovane talento del Borussia Dortmund ha debuttato a soli 17 anni in Nazionale nel marzo dello scorso anno, quando l'allora ct Klinsmann lo convocò per poi farlo scendere in campo nella partita del girone contro il Guatemala.

Dal quel momento Pulisic non è più uscito dalle fila degli Stati Uniti, trascinando la selezione a stelle e strisce per tutta la durata delle qualificazioni, compreso l'incontro di ieri contro Panama, in cui è stato il migliore in campo. I tifosi degli USA stravedono per lui e gli chiedono non solo di portarli in Russia per i Mondiali della prossima estate, ma molto, molto di più...

Christian Pulisic
Pulisic con la maglia degli Stati Uniti

Mondiali, Pulisic strega gli Stati Uniti

Nelle 12 partite giocate da Pulisic durante il girone, il 19enne di origini croate ha messo a segno ben 6 reti, l'ultima delle quali ha aperto le marcature nel 4-0 rifilato ieri a Panama che ha permesso agli Stati Uniti di arrivare al terzo posto. Alla Nazionale allenata da Bruce Arena basterà una vittoria nell'incontro casalingo con Trinidad & Tobago per accedere direttamente ai Mondiali.

L'esterno offensivo del Borussia Dortmund è stato il protagonista del girone della sua Nazionale e i tifosi statunitensi sono rimasti estasiati dalle sue prestazioni. Nonostante il pubblico degli USA sia abituato ad entusiasmarsi fin troppo facilmente (basti pensare all'incredibile abbaglio collettivo rappresentato da Freddy Adu, che a 15 anni fu definito il successore di Pelè), Pulisic sembra essere il talento che fino ad ora è sempre mancato al calcio nordamericano.

E ieri notte i tifosi si sono fatti prendere la mano sui social network per tesserne le lodi. In particolare su Twitter, l'hashtag #PulisicForPresident è diventato trend negli Stati Uniti, anche grazie a un tweet di quello che forse dovrà lasciare proprio a Pulisic il titolo di giocatore più forte della Nazionale statunitense, l'ex capitano Landon Donovan. Per Pulisic forse quella alla Presidenza è una candidatura ancora troppo azzardata, ma viste le ultime elezioni negli USA non ci stupirebbe più nulla.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.