Qualificazioni Mondiali: Germania e Inghilterra ok, l'Argentina stenta

Qualificati tedeschi e inglesi, rimane in bilico l'Argentina e la Siria continua a sperare. Quasi fatta per la Polonia: Lewandowski, tripletta, best scorer di sempre.

318 condivisioni 0 commenti

di

Share

Dopo il turno di qualificazioni mondiali giocato ieri sera ci sono già i primi verdetti definitivi che riguardano le squadre che sicuramente prenderanno parte a Russia 2018, insieme a sorprese, conferme e anche a un record.

Germania e Inghilterra continuano a viaggiare col vento in poppa e ieri si sono qualificate definitivamente. I panzer tedeschi non perdono un colpo e vincendo, con i gol di Rudy, Wagner e Kimmich, anche sul campo dell'Irlanda del Nord, seconda nel girone C, hanno già staccato con largo anticipo il biglietto per Mosca.

Così come la Nazionale dei Tre Leoni che, pur senza entusiasmare contro la Slovenia, trova il gol qualificazione al 94' grazie al solito Harry Kane, lesto ad approfittare di un cross di Walker. Alla fine sarebbe bastato anche un pareggio visti gli altri risultati nel girone, ma una vittoria sul campo, per quanto sofferta, serve anche per l'autostima.

Harry Kane
La gioia di Harry Kane dopo il gol qualificazione

Qualificazioni Mondiali: Germania e Inghilterra ok

Completate le pratiche di qualificazione di Germania e Inghilterra, salgono a 10 le Nazionali che hanno già inviato la propria "iscrizione" al Mondiale di Russia 2018. Le altre otto sono: Russia in qualità di paese ospitante, Brasile, Iran, Giappone, Messico, Belgio, Corea del Sud e Arabia Saudita. 

Polonia a un passo, Lewandowski al top

Manca un solo punto alla Polonia che ieri ha dominato in Armenia - 1-6 il risultato finale - grazie a una tripletta di Robert Lewandowski che ha così stabilito un doppio record: primo giocatore a segnare 15 gol nelle qualificazioni mondiali - Cristiano Ronaldo però ne ha 14 e due match a disposizione - e miglior marcatore polacco di sempre con 50 reti in Nazionale. Per archiviare la pratica basterà un pareggio domenica in casa contro il Montenegro.

Robert Lewandowski
Lewandowski nel segno della tripletta

Argentina in bilico

La sfida della Bombonera fra Argentina e Perù finisce a reti inviolate e la squadra di Jorge Sampaoli si giocherà il tutto per tutto mercoledì in Ecuador. L'Albiceleste continua a stentare e al momento occupa la quinta posizione del girone Conmebol alla pari, anche come differenza reti, proprio con i peruviani che però sono in vantaggio grazie al numero di gol segnati.

 

Dietro al Brasile qualificato ci sono attualmente l'Uruguay a 28 punti (+10), il Cile 26 (+2) vittorioso 2-1 sull'Ecuador, la Colombia 26 (+2) sconfitta in casa dal Paraguay, il Perú 25 (+1), l'Argentina 25 (+1) e lo stesso Paraguay 24 (-5). A un turno dalla fine, quindi, l'Argentina, formalmente sesta, sarebbe fuori: si qualificano infatti le prime quattro, mentre la quinta, in questo momento il Perù, va allo spareggio con la Nuova Zelanda. Oltre a Ecuador-Argentina, fari puntati mercoledì su Perù-Colombia e Brasile-Cile. 

Speranza Siria

La Siria tiene in vita la speranza di un'intera nazione martoriata da una guerra senza fine. Nella Zona Asiatica, la Nazionale mediorientale che, non va dimenticato, gioca le partite casalinghe in Malesia, ha impattato 1-1 contro l'Australia, trovando il pareggio a cinque minuti dalla fine con Al Somah dopo la rete iniziale di Kruse. Il sogno continua: tutto si decide martedì a Sidney e la vincente incontrerà la quarta della Concacaf.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.