Qualificazioni Mondiali, Italia fermata dalla Macedonia: le pagelle

Un'Italia senza anima si fa raggiungere nel finale dalla Macedonia. Ancora non certa la qualificazione ai play off. Bonucci fuori forma, delude anche Verdi.

L'Italia pareggia 1-1 in casa contro la Macedonia: fischi sugli Azzurri

585 condivisioni 28 commenti 0 stelle

di

Share

Partita più sofferta del previsto con la Macedonia che, facendo densità di fronte alla propria area di rigore, non ha lasciato molti spazi agli italiani. La squadra di Ventura ha dovuto avere pazienza e colpire nel momento giusto, al 40’ del primo tempo.  Era infatti importantissimo riuscire a sbloccarla prima dell’intervallo.

Non basta però il gol di Giorgio Chiellini, su assist di Ciro Immobile, per vincere la partita. Anche se la netta vittoria della Spagna in casa contro l’Albania di Panucci (3-0), rendeva tecnicamente inutile il risultato degli Azzurri. Vincere era però importante per il ranking, per la classifica delle migliori seconde, e anche per il morale, perché dopo la batosta con le Furie Rosse serve riacquisire fiducia.

Ormai è quindi ufficiale: l’Italia è seconda nel girone, ma per qualificarsi ai mondiali di Russia 2018 dovrà passare per i play off, proprio come successo l’ultima volta nel 1998, quando gli Azzurri incontrarono proprio la Russia agli spareggi. In quell’occasione passammo noi, ora, esattamente 20 anni dopo, il risultato deve essere lo stesso. Oggi però non è ancora detto che l’Italia arrivi effettivamente fra le 8 migliori seconde.

Gianluigi Buffon
Buffon sprona i compagni

Qualificazioni Mondiali, le pagelle di Italia-Macedonia

ITALIA (3-4-3): Buffon 5,5; Barzagli 6 (dal 46’ Rugani 6), Bonucci 4,5, Chiellini 7; Zappacosta 6,5, Gagliardini 5,5 (dal 75’ Cristante 6), Parolo 5,5, Darmian 5,5; Verdi 5,5 (dal 64’ Bernardeschi 5,5), Immobile 6,5, Insigne 6,5. Ct. Ventura 6.

MACEDONIA (3-4-3): Dimitrievski 6,5; Velkovski 6 (dal 75’ Zajkov 6,5), Musliu 5,5, Ristovski 5,5; Radeski 6, Spirovski 6,5, Bardi 6, Alioski 6; Hasani 5,5 (dal 64’ Trajkovski 7,5), Nestorowski 6, Pandev 6,5 dall’80’ Trickovski s.v.). Ct. Angelovski 6.

I migliori

Trajkovski 7,5

Ha cambiato la partita. Da quando è entrato lui la Macedonia ha cambiato passo. Sulla fascia destra è devastante. Ha messo diversi pallone pericolosissimi in mezzo, poi sfrutta un buco di Chiellini e di Bonucci per trafiggere Buffon e regalare un risultato storico alla Macedonia.

Trajkovski
Trajkovski esulta dopo il gol

Chiellini 7

Sempre attento in fase di copertura, spesso anticipa i diretti avversari. Si fa trovare freddo anche sotto porta, a pochi minuti dalla fine del primo tempo, quando su passaggio di Ciro Immobile batte anche il portiere avversario. Sarebbe il migliore in campo in assoluto, ma in occasione del gol macedone il primo a sbagliare è lui.

Giorgio Chiellini
Giorgio Chiellini dopo il gol

Pandev 6,5

Decisivo sul gol della Macedonia, risulta attivo e pimpante come non lo era da tempo. Ha giocato di esperienza e di astuzia, sfruttando l’unica vera disattenzione della difesa Azzurra.

Goran Pandev
Goran Pandev

Immobile 6,5

Troppo isolato in attacco per fare di più. Verdi prima e Bernardeschi poi lo sostengono pochissimo, e nemmeno Insigne è particolarmente ispirato. Fa quel che può, lottando su ogni pallone. Suo il l’assist per il gol di Chiellini, a dimostrazione del fatto che ormai è un attaccante completo.

Ciro Immobile
Ciro Immobile abbracciato da Chiellini dopo il gol

I peggiori

Bonucci 4,5

Male in fase di impostazione (troppi, per uno come lui, i passaggi sbagliati), male soprattutto in fase di copertura. In grave ritardo sul gol della Macedonia. Non è nemmeno lontanamente il giocatore ammirato per anni alla Juventus. Deve ritrovare fiducia in se stesso e, probabilmente, anche una condizione atletica accettabile.

Leonardo Bonucci
Leonardo Bonucci

Verdi 5

Troppo timido. Troppi pochi spunti, troppi pochi assist. Non riesce a mettere mai in difficoltà la retroguardia avversaria. La qualità la doveva dare lui, ma non era in giornata.

Verdi Italia
Verdi

Gagliardini 5

Non ha impostato, non ha coperto. Era evidentemente sotto ritmo. Va in difficoltà contro un centrocampo avversario che gioca col baricentro basso e che non aveva grosse qualità individuali.

Gagliardini
Gagliardini in azione

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.