WWE Natalya a FOXSports.it: “Mi aspetto altri wrestler italiani”

La campionessa femminile di SmackDown spiega l'evoluzione del wrestling femminile e parla di altri wrestler del nostro Paese.

97 condivisioni 3 commenti

di

Share

Se la ricorderà a lungo, Natalya, la serata di Summerslam 2017. In quell’occasione, nel secondo evento più importante dell’anno per quel che riguarda il mondo del wrestling WWE, è diventata campionessa femminile del roster di SmackDown per la prima volta nella sua carriera. 

L’erede della famiglia Hart (suo padre è Jim “The Anvil” Neidhart e lo zio Bret “The Hitman” Hart) ha mantenuto ancora adesso la cintura, ci arriverà anche al prossimo PPV, Hell in a Cell, in programma domenica notte, quando dovrà difendere il suo titolo in un single match contro Charlotte, figlia della leggenda Rick Flair. 

Se dovesse superare anche questo scoglio, allora Natalya potrebbe arrivare da campionessa anche nel prossimo tour in Italia della WWE. La prima tappa sarà il 10 novembre a Milano al Forum di Assago, la seconda l’11 novembre alla Kioene Arena di Padova ed infine la terza è prevista per il 12 novembre al Nelson Mandela Forum di Firenze. Il suo sogno è presentarsi a tutte e tre le date con la cintura ben salda intorno alla sua vita.

WWE, Natalya parla a FOXSports.it

La redazione di FOXSports.it la ha intervistata, per parlare proprio del nostro Paese e dello sviluppo di uno sport entertainment come il wrestling. A distanza di anni, infatti, qualcosa sembra stia cambiando. E il debutto dell'altoatesino Fabian Aichner la scorsa settimana a NXT, ha portato ufficialmente il secondo atleta nato realmente in Italia nella storia del wrestling targato McMahon, dopo la leggenda Bruno Sammartino:

La WWE abbraccia qualsiasi popolazione del mondo, va oltre ogni diversità e sono convinta che vedremo sempre più atleti provenienti da altre nazioni, come l’Italia. Lo scopo di questa azienda è proprio quello di avvicinare i popoli tra di loro e sarebbe molto bello se si riuscisse a coltivare questa disciplina anche nel vostro Paese. Molti talenti attualmente nei roster principali della WWE arrivano da posti diversi sparsi nel mondo: c’è ad esempio Nakamura dal Giappone, Sin Cara dal Messico, io che provengo dal Canada. Ecco perché non mi sorprende che anche l’Italia abbia la sua WWE superstar e mi auguro che presto possa esserci anche nei Main Roster.

E riguardo al suo prossimo tour in Italia insieme a tutto il roster di SmackDown, Natalya non nasconde l’entusiasmo:

Mi rendo conto che potrei passare per ruffiana, ma la realtà è che secondo me l’Italia è il paese più bello del mondo. Ogni volta che torno lì con la WWE è sempre un motivo di felicità: i fan sono molto calorosi e poi non posso non menzionare la pasta. A me piace mangiare bene e credo che non ci sia posto migliore dell’Italia per farlo.

L'evoluzione della divisione femminile

Noi le crediamo (anche perché all’ascolto c’erano pure colleghi spagnoli) e passiamo alla domanda successiva, ricordandole che in una precedente intervista con Cesaro, l’atleta svizzero raccontò proprio a FOX Sports che se mai avesse avuto l’opportunità di scegliere una partner femminile per un Tag Team Match misto, la scelta sarebbe ricaduta proprio su Natalya.

Davvero ha detto così? Oh, non lo sapevo. Beh, direi Tyson Kidd (suo marito, ndr), ma anche Cesaro è una bestia sul ring, non potrei trovare un partner migliore per lavorare insieme. Quindi sì, Cesaro potrebbe essere il mio Tag Team partner in un ipotetico match misto.

Non che ce ne sia particolarmente bisogno, perché la divisione femminile WWE sta vivendo un’evoluzione continua, che ha portato le lottatrici a raggiungere livelli eccezionali negli ultimi anni: 

La WWE si migliora con il tempo, anche a seconda di quelle che sono le esigenze dei fan. Loro si aspettavano dei cambiamenti per quello che riguarda la divisione femminile, volevano vedere più tecnica ed è quello su cui abbiamo lavorato. E i risultati si stanno vedendo, come testimoniato anche dai match che si sono visti a Wrestlemania 33.

E visto il livello dei match è veramente difficile darle torto...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.