In Perù l'accusa choc ad Argentina e FIFA: "Vogliono rubarci la partita!"

A poche ore dalla delicata sfida de La Bombonera, il quotidiano TodoSport lancia una prima pagina pesantissima: "Si sono accordati per rubarci la partita".

510 condivisioni 24 commenti 5 stelle

di

Share

Immaginate la prima pagina di un quotidiano, in cui i vertici della FIFA, della Conmebol (la confederazione sudamericana) e dell'AFA (governo del calcio argentino) vengano definiti "ladruncoli". Ecco, non serve neanche immaginarla: i peruviani di TodoSport l'hanno realizzata sul serio. Di peli sulla lingua, anzi sulla copertina, non ce n'è traccia: secondo la testata sportiva del Paese andino, i tre soggetti istituzionali "si sono accordati per rubare la partita". Quale? Quella, delicatissima, tra Argentina e Perù: l'appuntamento è per l'1.30 (ora italiana).

La Bombonera sarà il teatro di una vera e propria finale anticipata: a due giornate dalla conclusione delle qualificazioni Mondiali sudamericane, l'Albiceleste e gli Incas si affrontano questa notte in una specie di spareggio. Stessi punti (24), entrambe al quarto posto: chi vince stasera, mette mezzo piede in Russia; chi perde, dovrà cominciare a tenersi lontano dal ciglio del burrone.

Di motivi per considerarla una partita caldissima, anche solo per il fatto che si giocherà nella casa del Boca Juniors, ce ne sarebbero insomma già abbastanza. Con il presunto complotto che scandalizza il quotidiano TodoSport, però, la temperatura sale oltre ogni livello di guardia. Le accuse sono dirette, esplicite, senza giri di parole: le qualificazioni Mondiali devono premiare l'Argentina, questo l'allarme choc lanciato dalla principale testata sportiva del Perù. Un'accusa tutta da dimostrare e che, con ogni probabilità, verrà rispedita al mittente. Ma quale sarebbe la pietra dello scandalo?

Qualificazioni Mondiali, in Perù accusano Argentina, FIFA e Conmebol: "Vogliono rubarci la partita"

A far sobbalzare sulla poltrona i giornalisti di TodoSport, è una circostanza in particolare: la presenza a Buenos Aires di Gianni Infantino, il numero uno della FIFA. Il capo del calcio mondiale è stato accolto dalla Federcalcio locale per parlare della candidatura congiunta di Argentina, Uruguay e Paraguay per i Mondiali del 2030. Un obiettivo a cui i tre Paesi sudamericani credono molto e che ha già visto i due blaugrana Messi e Luis Suarez testimonial d'eccezione, nell'ultima sfida tra l'Albiceleste e la Nazionale del Pistolero.

Qualificazioni Mondiali, Argentina v Perù: la prima pagina choc di TodoSport
"Ladruncoli": TodoSport choc prima di Argentina v Perù, gara fondamentale per le qualificazioni Mondiali

Insieme a Infantino e a Claudio Tapia, presidente dell'AFA, anche il numero della Conmebol Alejandro Dominguez. Il fatto che i tre si siano riuniti a Buenos Aires, proprio alla vigilia dell'incontro tra la Selección e il Perù, ha fatto strappare le vesti nella redazione di TodoSport. In un editoriale pubblicato anche sul sito del quotidiano, si arriva addirittura a parlare di "mafia gaucha" (con riferimento appunto al Paese argentino). Il j'accuse prende le mosse dalla scelta de La Bombonera come palcoscenico dell'incontro:

I giocatori del River Plate sono stati aggrediti con spray al peperoncino (un fatto risalente al maggio 2015, ndr) e la sanzione è stata uno dei maggiori saluti alla bandiera che abbiamo visto da parte della FIFA, sempre prodiga a blindare chi fa parte della grande famiglia del calcio.

Secondo TodoSport, i vertici dell'AFA e della Conmebol avrebbero affrontato la questione del via libera a La Bombonera in un clima di totale intesa, con tanto di dettagli sul vino servito a tavola e i piatti scelti dai commensali. Il mirino è puntato però soprattutto sulla decisione di svolgere l'incontro tra la Federcalcio albiceleste e Gianni Infantino in prossimità della delicata sfida di qualificazioni Mondiali.

Classifica girone qualificazioni Mondiali ConmebolConmebol.com
La classifica del girone sudamericano a due giornate dalla fine

La tesi dell'impianto accusatorio suona più o meno così: la FIFA ha bisogno che siano i nostri avversari a essere presenti in Russia. Di sicuro, tra risalto mediatico e prevedibili repliche, il quotidiano peruviano ha sollevato un polverone niente male. Le ore precedenti ad Argentina-Perù non poteva essere più movimentate.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.