Formula 1 Suzuka, la forza di Vettel: "Mondiale ancora possibile"

Riparte la caccia al titolo, il tedesco crede nella rimonta: "Capiti gli errori, ci sono chance per risalire". Ma Hamilton non fa sconti: "Voglio vincerle tutte".

Formula 1 Suzuka, Vettel carico per la rimonta

106 condivisioni 4 commenti

di

Share

È carico, carichissimo Sebastian Vettel. Il tedesco della Ferrari nel GP di Suzuka rincorre Lewis Hamilton. In palio c’è un Mondiale di Formula 1 ancora apertissimo, in Giappone però serve la prova di forza di una Rossa veloce e ultimamente sfortunata. Trentaquattro i punti di distacco che l’inglese in Mercedes può amministrare in queste ultime 5 gare. Ma non si fida. E fa bene, perché Seb vuole provarci in tutti i modi.

Gli uomini di Maranello hanno archiviato gli ultimi due Gran Premi: dal disastro di Singapore ai forfait (a metà per Vettel) della Malesia. Tutto ok, anche il cambio della vettura numero 5 danneggiatoa in malo modo a fine corsa. Al sorgere del Sol Levante vogliono tornare a vincere, perché questa scuderia lo merita.

Riaperta la caccia, Vettel ancora contro Hamilton per infiammare il finale di questa Formula 1 che ci ha fatto divertire. Con calma e con la consapevolezza di avere una monoposto più veloce, ecco che si apre il weekend di gara più importante dell’anno.

Formula 1, a Suzuka il riscatto della Ferrari
Formula 1 Suzuka, Vettel a cerca del riscatto

Formula 1 Suzuka, Vettel lancia la sfida

Una gara da dentro o fuori, c’è poco da fare. La Ferrari è chiamata a vincere per restare in corsa per il Mondiale di Formula 1. Attenzione però alla fretta, Sebastian Vettel predica calma:

C’è voglia di rifarsi senza panico. Le chance per risalire e vincere il titolo ci sono, ma vanno raccolte. Sono sollevato, il cambio della mia Ferrari è ok, siamo veloci. E poi abbiamo analizzato i problemi avuti in Malesia: trovate le risposte, non ricapiteranno più.

Suzuka è un tracciato che in Formula 1 ha portato bene alla Rossa. Due Mondiali vinti, i ricordi sono dolci. Una vittoria però manca dal 2004: significherebbe tanto per gli uomini in rosso, significherebbe tanto per Seb:

Siamo alle spalle della Mercedes e dobbiamo recuperare punti. Il nostro obiettivo è recuperare, non importa come. Nelle ultime gare c’è stato sempre un bel passo, potevamo vincere, purtroppo però non abbiamo ottenuto quanto desiderato. 

Si aspetta solo il semaforo verde. 5,807 chilometri da percorrere 53 volte che dovranno avere per forza il sapore della rivincita.

L’avversario

Hamilton non fa sconti. In conferenza le sue parole sono infiammate da quella voglia di andarsi a prendere il suo 4 titolo.

Il mio obiettivo non è arrivare secondo né a Suzuka, né nei Gp successivi, ma vincere sempre e farlo in maniera convincente, anche se so che sarà difficile.

Mette le mani avanti, Lewis. Ha capito che la Mercedes in questo momento è inferiore alla Ferrari (sfortuna a parte). Domenica scorsa si è inchinato frettolosamente all’impeto di Verstappen. Il pilota Red Bull prima passa, poi va a vincere. L’inglese corre con intelligenza e si porta a casa una seconda piazza importantissima. A Suzuka non sarà così. La Ferrari è lì, una furia a cavallo dei sogni mondiali.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.