Serie A, Mertens: "Sarri preoccupato, ma non sono stanco"

L'attaccante dal Belgio tranquillizza il mister: "Lo capisco, giochiamo ogni tre giorni ma non sono stanco. E sogno lo Scudetto". Il ct Martinez pronto a schierarlo.

Napoli, Mertens sempre pronto: voglio giocare, non sono stanco

512 condivisioni 9 commenti

di

Share

Non fermate quell’uomo, non fermate Dries Mertens. L’attaccante del Napoli, in ritiro con il Belgio, non vuole sentir parlare di turnover. Eppure mister Sarri è preoccupato: si è sempre affidato a lui, non ci ha mai rinunciato.

In effetti la punta continua a vivere il suo momento magico: 11 presenze totali, 9 gol e 5 assist. Fondamentale per una squadra prima in classifica che punta a vincere la Serie A e in corsa per la Champions League. 

Dries Mertens ora è con la sua Nazionale. E guarda caso il ct Martinez è pronto a schierarlo da prima punta (Romelu Lukaku è out), lo stesso ruolo che gli ha cucito addosso Sarri al Napoli. Sfida alla Bosnia di Dzeko il 7 ottobre, poi tocca a Cipro 3 giorni dopo. Con un pensiero rivolto sempre agli azzurri.

Napoli, Mertens sempre pronto a giocare
Napoli, Mertens mai stanco: pronto a giocare sempre

Serie A, Napoli: Mertens insaziabile

Dries Mertens è il bomber del Napoli. Ma soprattutto uno degli stacanovisti del gruppo: 831' giocati, il mister difficilmente rinuncia a lui. In questa pausa dal campionato di Serie A, ecco un’altra fatica: il Belgio ha chiamato, lui è sempre presente. Ai microfoni de Le Soir, il folletto belga ha ammesso:

Capisco Sarri quando parla di stanchezza, giochiamo ogni tre giorni e abbiamo già subito degli infortuni. Io comunque non mi sento stanco: ho avuto modo di riposare in passato quando ero in panchina pure nel Belgio. Io prima punta? Vedremo. Sono cambiato molto come giocatore. Credo di essere diventato più forte e ho ancora margini di miglioramento.

Verso l’infinito e oltre. Sogna tutta Napoli, sogna pure Mertens:

Per lo Scudetto sappiamo che possiamo fare grandi cose, ma ci sono tante squadre concorrenti in Serie A e dunque è difficile. Sogniamo insieme e speriamo che il titolo arrivi. Il paragona con Maradona? Divertente, ma resto con i piedi per terra. Provo a trarre vantaggio da questo momento e spero che possa durare quanto più possibile. A Napoli sto bene, lì sono diventato un giocatore importante.

🍺

A post shared by Dries Mertens (@driesmertens) on

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.