UFC, Anthony "Rumble" Johnson apre al ritorno nei pesi massimi

Anthony "Rumble" Johnson potrebbe tornare in UFC, nella categoria dei pesi massimi. Lo ha rivelato il suo agente Ali Abdel-Aziz.

UFC, Anthony Johnson

101 condivisioni 1 commento

di

Share

Il ritiro di Anthony "Rumble" Johnson (22-6) potrebbe durare davvero poco. Il trentatreenne statunitense infatti potrebbe pianificare un ritorno, ma da peso massimo. Ha parlato ai microfoni di MMA Fighting il suo manager Ali Abdel-Aziz.

Aziz avrebbe rivelato ad Ariel Helwani che il rientro da peso massimo avrebbe senso per il suo assistito. Rumble è noto sia ai fan casuali che agli hardcore per la sua devastante potenza da KO, grazie alla quale ha messo a segno dei colpi formidabili nel corso della sua carriera.

Questa settimana Aziz e Johnson incontreranno Dana White per discutere gli eventuali termini del rientro. Dopo tre anni spesi nella categoria dei massimi-leggeri e un inizio carriera passato fra welter e medi, Johnson potrebbe fare il suo rientro nella più alta categoria di peso.

UFC, Anthony Johnson vs Alexander Gustafsson
Anthony Johnson colpisce in piena fronte Alexander Gustafsson a UFC on FOX 14

UFC, Anthony Johnson potrebbe rientrare nella categoria dei massimi

Johnson ha fallito per ben due volte l'assalto al titolo dei massimi-leggeri. Sulla sua strada, sempre lo stesso uomo, l'attuale campione di categoria Daniel Cormier, che ha sottomesso per due volte Rumble. L'ultima sconfitta, occorsa a UFC 210, è stata devastante per Johnson, criticato anche dai fan per il modo in cui ha gestito l'incontro. Subito a seguito della sconfitta, Johnson dichiarò di avere intenzione di appendere i guantini al chiodo.

Tornerà - ha detto Aziz - come peso massimo. Vogliamo che torni nella categoria dei pesi massimi.

Johnson aveva dichiarato, nel mese di maggio, di voler lavorare nel business della marijuana a scopo medico, pertanto avrebbe abbandonato le MMA. Aveva anche accennato a un possibile problema riguardante i traumi cranici subiti in carriera che gli avrebbero causato un'encefalopatia traumatica cronica (CTE, nota anche come sindrome da demenza pugilistica, ndr) e che, avendo a cuore la propria salute, sarebbe stato ideale farsi da parte. A luglio, dichiarò di non avere in mente di tornare a praticare MMA. Abdel Aziz sa bene che qualora volesse rientrare, Johnson dovrebbe passare attraverso i consueti sei mesi di programma necessario per i test USADA, ha quindi programmato il rientro del suo assistito per il 2018.  A inizio carriera, Johnson tagliava fino ai 77 kg, scelta drastica che lo mise in una posizione difficile con UFC, visto che spesso non riusciva a centrare il peso. La saggia scelta di competere nella categoria dei 93 kg ne segnò la definitiva resurrezione. Ora pare che Johnson rientrerà nella categoria dei massimi, divisione in cui combatté una sola volta, nella promozione World Series of Fighting, nel marzo 2013. Allora sconfisse per decisione unanime Andrei Arlovski.

UFC, WSOF, Johnson colpisce Arlovski
WSOF 2, Anthony Johnson con un potente headkick su Andrei Arlovski

Faremo una riunione con UFC questa settimana - ha concluso Aziz - e decideremo il da farsi. Dana White adora Anthony Johnson. Come si può non amarlo? È terrificante.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.