Catalogna indipendente, ecco come giocherebbe la Nazionale

Da Piqué a Fabregas, passando per Keita. Ecco chi sarebbe convocabile nella rappresentativa se la vittoria del referendum diventasse realtà.

Gerard Piqué sarebbe il volto più noto della Nazionale della Catalogna

1k condivisioni 23 commenti

di

Share

Le calde ore che la Spagna sta affrontando dopo le scene avvenute nella giornata del voto e l’inatteso successo del "sì" a un referendum di indipendenza che pochi credevano si sarebbe fatto davvero, stanno vivendo un altro capitolo con la giornata di sciopero generale convocata oggi in Catalogna da sindacati e movimenti indipendentisti. L’obiettivo? Protestare contro l’intervento della polizia spagnola domenica contro i seggi.

Dalla protesta sorta in seguito al quesito convocato per decidere circa l'autonomia della regione dalla Spagna, non è esente neanche lo sport: il Barcellona ha annunciato una simbolica giornata di “chiusura” per la data di oggi. Un gesto forte, arrivato da quello che per milioni di persone è Més que un Club.

Lo scompiglio provocato a tutti i livelli dal referendum si è ampliato anche alla sfera calcistica. In caso di Catalogna indipendente, il calcio spagnolo potrebbe assistere a una ridefinizione della sua lista di partecipanti: oltre a Messi e compagni, la Liga annovera anche Espanyol e Girona, mentre Barcellona B, Nastic e Reus militano in Segunda Division. Altre 7 squadre (Badalona, Cornellà, Llagostera, Lleida, Olot, Sabadell, Peralada) sono nella Segunda Division B. E la Roja? La Nazionale spagnola perderebbe pezzi pregiati, che potrebbero comporre la rappresentativa della Catalogna.

Catalogna indipendente, come giocherebbe la Nazionale? 

La schiacciante vittoria del sì al referendum sull'indipendenza della Catalogna, voto considerato però illegale da Madrid, ha scatenato la fantasia degli appassionati di calcio. Già prima ancora che fosse noto l'esito del referendum, il ministro dello Sport catalano Gerard Figueras si era espresso in merito alla collocazione dei club catalani:

In caso di indipendenza le squadre catalane in Liga - Barcellona, ​​Espanyol e Girona - dovranno decidere dove vogliono giocare: nel campionato spagnolo o in quello di un paese vicino come l'Italia, la Francia o la Premier League.

Alle tante ipotesi circa gli eventuali sviluppi per il Barcellona e gli altri club, si aggiunge una suggestiva ipotesi: l'11 titolare della Nazionale della Catalogna.

Ja he votat. Junts som imparables defensant la democràcia.

A post shared by Gerard Piqué (@3gerardpique) on

Il modulo di riferimento, in pieno stile Barcellona, sarebbe il 4-3-3: tra i pali, manco a dirlo, un portiere del Real Madrid. Il 31enne Kiko Casilla, tornato da due anni alla casa blanca dopo una lunga esperienza all'Espanyol. In difesa trova spazio una linea che farebbe invidia a diversi club europei: a destra Hector Bellerin, terzino classe 1995 oggi all'Arsenal dopo un lungo passato nelle giovanili blaugrana. Dall'altra parte la corsa e la propensione offensiva di Jordi Alba, 189 presenze e una sfilza di assist con la maglia del Barcellona in carriera. Nel cuore del reparto, inevitabile la presenza di Gerard Piqué: il 30enne, fischiato dai tifosi della Spagna negli ultimi allenamenti verso la sfida all'Albania in programma venerdì, si è detto anche disposto a non vestire più la divisa della Roja. Accanto a lui Marc Bartra, 26 anni, oggi al Borussia Dortmund dove è salito alla ribalta delle cronache per la qualità difensiva e il rischio corso nell'attentato di aprile ai danni del bus giallonero.

Cesc Fabregas, centrocampista del Chelsea: giocherebbe nella Nazionale della Catalogna
Cesc Fabregas potrebbe giocare nella Nazionale della Catalogna

Il centrocampo è ricco di qualità. A guidare le operazioni c'è un altro volto di casa Barcellona: quel Sergio Busquets che è forse il giocatore meno celebrato della Spagna e del club blaugrana, uno a cui nessun allenatore rinuncerebbe. Schermo prezioso davanti alla difesa, nella rappresentativa della Catalogna avrebbe il compito di sostenere due interni di elevata qualità: il 30enne Cesc Fabregas, pedina a disposizione di Antonio Conte nel Chelsea dopo lunghi anni spesi tra Arsenal e Camp Nou, e il 26enne Thiago Alcantara. Centrocampista del Bayern Monaco e figlio del brasiliano Mazinho, ex calciatore del Lecce, è nato in Puglia ma è poi cresciuto a Barcellona. Tanta classe con tre interpreti di alta gamma nei rispettivi ruoli.

Keita Baldé Diao, attaccante acquistato dal Monaco in estate
Keita Baldé Diao, attaccante del Monaco: potrebbe giocare nella Nazionale della Catalogna

Il tridente offensivo della Catalogna sarebbe composto integralmente da Under 25. Il volto che suscita maggiore curiosità è quello di Keita Baldé Diao, passato al Monaco in estate dopo quattro anni e mezzo con la maglia della Lazio: a Roma era arrivato dopo una trafila nelle giovanili del Barcellona. Senegalese, è nato in Spagna, ad Arbúcies, e risulterebbe così impiegabile tanto che nel 2015 ha già giocato con una selezione catalana, non ufficiale, contro una selezione basca. Con lui un altro volto passato per l'Italia: quello di Gerard Deulofeu, 23 anni, oggi a disposizione di Valverde nel Barcellona dopo sei mesi trascorsi in prestito al Milan. Nella Catalogna avrebbe meno concorrenza di quella rappresentata da Messi, Suarez e Dembélé. Al centro del reparto, Mariano Díaz: classe 1993, è nato a Barcellona ma ha origini dominicane per parte della madre: con Santo Domingo ha una presenza all'attivo e in avvio di stagione ha già realizzato 5 reti con la maglia del Lione.

Pep Guardiola, ex allenatore del Barcellona oggi al Manchester City
Pep Guardiola, "candidato" ideale alla panchina della Catalogna

Sulla panchina della suggestiva Nazionale, chi se non Pep Guardiola? Il 46enne, uno dei simboli del Barcellona tra campo e panchina, si è spesso schierato apertamente in favore dell'indipendenza della Catalogna e ha detto la sua anche sulla disputa di Barcellona-Las Palmas nella giornata di domenica. Se la Catalogna dovesse diventare una realtà autonoma anche nel calcio, sarebbe il candidato ideale.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.