Premier League: risultati, classifica e prossimo turno

Anfield si prepara per l'attesissimo derby d'Inghilterra tra Liverpool e Manchester United mentre Manchester City, Chelsea e Tottenham osservano a distanza.

Klopp e mourinho, allenatori di Liverpool e Manchester United

1 condivisione 0 commenti

di

Share

La sconfitta dell'Everton contro il Burnley, l'ennesimo pareggio del Liverpool, la fuga di Manchester City e Manchester United: l'ultimo turno di Premier League ha confermato l'andamento di questo inizio annata, regalando qualche dato interessante agli amanti delle statistiche. Mourinho e Guardiola guidano la classifica in scioltezza mentre Klopp continua a non vincere. Pochettino, al contrario, si gode il suo Tottenham in formato "trasferta". Con un nettissimo 0-4 in casa della neo promossa Huddersfield, gli Spurs confermano di essere la vera mina vagante del campionato: sin qui hanno vinto tutte le trasferte giocate confermando ancora una volta di poter dire la loro in  Premier League. Da urlo i dati di Harry Kane: 36 gol in 31 partite nel 2017, 13 solamente nel mese di settembre. Un mostro. 

Vittoria fondamentale per il Manchester City che grazie a una rete di Kevin De Bruyne sbanca Stamford Bridge, batte il Chelsea e vola in vetta alla classifica. Una partita tatticamente perfetta per i Citizens, che concedono solamente 2 tiri in porta agli uomini di Antonio Conte. I Blues sono alla seconda sconfitta stagionale tra le mura amiche. Ora il divario tra i campioni in carica e la testa della classifica è di 5 punti. 

Vince ancora e con un largo vantaggio il Manchester United, rinominato dai tifosi il "Four Gol Team" per le innumerevoli partite portate a casa segnando 4 gol. Nel 4-0 casalingo contro il Crystal Palace, solo note positive per Mourinho: un ritrovato Fellaini, dimostratosi in netta crescita rispetto alla scorsa stagione, la continua crescita di Rashford (ormai punto fisso nell'undici titolare) e la conferma di Romelu Lukaku sono i tre punti dai quali la squadra ripartirà subito dopo la sosta per le nazionali.

Fellaini festeggia con i compagni la doppietta

Premier League, dopo le nazionali c'è Liverpool - Manchester United

Al rientro dall'international break, il Liverpool ospita il Manchester United in un derby d'Inghilterra attesissimo. Una vittoria dei Red Devils lascerebbe gli uomini di Klopp a -10 dalla vetta della classifica, al contrario la vittoria dei Reds riaprirebbe la Premier League. A circa 50 km da Anfield, il Manchester City sfiderà lo Stoke City in un match che non può permettersi di fallire, sia per dare continuità ai risultati che per sfruttare l'eventuale passo falso dei Mourinho boys. Chelsea e Tottenham affrontano rispettivamente il Crystal Palace (fuori casa) e il Bournemouth (a Wembley). Due sfide da non sottovalutare ma decisamente meno impegnative rispetto a quello delle dirette rivali. 

Il gol di De Bruyne contro il Chelsea

Tra le altre sfide spunta Burnley-West Ham, con i Clarets ancora imbattuti in trasferta (nonostante abbiano affrontato Chelsea, Liverpool, Tottenham ed Everton), ma con qualche difficoltà in più sul campo del Turf Moor e con gli Hammers ancora in cerca di una propria identità di gioco. Un match equilibrato che potrebbe riservare davvero tante sorprese. 

Insidia Watford per l'Arsenal di Wenger che non ha più perso una partita dal 26 agosto scorso. Chiudono il turno Swansea-Huddersfield, Southampton-Newcastle e Leicester City - WBA, mentre l'Everton cerca il riscatto sul campo del Brighton dopo aver perso 0-1 la sfida del weekend a Goodison Park contro il modestissimo Burnley. Koeman fatica a fare punti e rischia di perdere prematuramente il posto dopo tutti i buoni propositi di questa estate. 

I risultati della settima giornata

Il prossimo turno di Premier 

La classifica

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.