Napoli, Hamsik verso la storia: -1 da Maradona nei marcatori all time

Con la rete al Cagliari lo slovacco è salito a quota 114 reti in azzurro: è a un gol dal primato di 115 centri firmato Diego Armando Maradona.

399 condivisioni 5 commenti

di

Share

Quattro minuti. Tanto gli è bastato per avvicinare un record e scacciare un incubo, quello del digiuno da gol che ormai viveva da quattro, lunghi mesi. Contro il Cagliari Marek Hamsik ha aperto le porte al netto 3-0 dei partenopei sulla squadra guidata da Massimo Rastelli: uno splendido uno-due con Dries Mertens, chiuso con un tocco preciso tra le gambe di Cragno. Il centro del vantaggio ha però rappresentato per il capitano azzurro un passo in più verso un record, quello di capocannoniere della storia del Napoli detenuto oggi da Diego Armando Maradona.

Le reti messe a segno con la maglia del Napoli da Hamsik sono ufficialmente 114: numeri impressionanti per un centrocampista di qualità, portato al San Paolo dieci anni fa da Pier Paolo Marino, che superò la concorrenza dell'Inter e lo prelevò nell'estate 2007 dal Brescia per 5,5 milioni di euro. In quel campionato aveva esordito contro il Cagliari, in un pomeriggio amaro coinciso con lo 0-2 dei sardi. Proprio contro il Cagliari ha segnato la rete che lo ha portato a un'esultanza dall'aggancio al Pibe de Oro.

Non è un tipo che ama offrire titoli, Hamsik. Talentuoso in campo, riservato fuori: negli anni ha cambiato radicalmente il suo modo di giocare. Interno deputato a offendere con Mazzarri, trequartista con Benitez, mezzala e a volte addirittura play basso sotto la guida di Maurizio Sarri. Con una costante: l'amore di Napoli, per il quale ha anche risposto picche a offerte di altri top club europei.

Napoli, Hamsik a un gol da Maradona: lo slovacco corre verso il record

Nella testa e sulla cresta di Hamsik ora c'è un numero: 115. Quante le reti messe a segno tra il 1984 e il 1991 durante la sua permanenza in Campania da Maradona. Da un simbolo a un altro: ruoli e tempi diversi, ma stessa capacità di entusiasmare una piazza passionale. Marek non pensa al record, o almeno non mostra di farlo davanti ai microfoni:

Fare gol è sempre bello, ancora più bello è vincere sempre ed è quello che stiamo facendo. Sono contento di questo. Sarebbe più bello raggiungere Maradona? Ci tengo, ma non è una cosa impossibile, ormai ci siamo. Quando arriverà arriverà, non è questo il punto, il punto è che la squadra sta andando alla grande.

Alla grande, o meglio di corsa. Come le 7 vittorie su altrettante partite e le 25 reti segnate in Serie A, dati che oggi valgono al Napoli la vetta solitaria in classifica, dimostrano. Contro il Cagliari è arrivato il diciannovesimo risultato utile di fila e Hamsik ha interrotto un digiuno che durava dal 28 maggio 2017, Sampdoria-Napoli 2-4. Dalla stagione 2007/08 lo slovacco non ha mai realizzato meno di sei gol in ciascuna delle sue 11 passate stagioni in Serie A con il club, oltre alle 15 reti europee messe a segno tra Europa League e Champions League. 

Una serie positiva del genere a Napoli non si vedeva dall’alba della stagione 1989/90, quella dell’ultimo tricolore. Sognare lo scudetto non è proibito, anche se Insigne e compagni fanno attenzione a evitare il concetto. Una strategia seguita dallo stesso Hamsik.

Stiamo continuando con i risultati da gennaio 2017. Però è ancora lunga, ancora troppe partite, ottobre sarà veramente decisivo.

Per Hamsik il calendario dei prossimi impegni sarà davvero impegnativo: prima la Nazionale slovacca, chiamata a difendere la seconda posizione nel gruppo F verso Russia 2018, poi la Roma, il Manchester City in Champions e l'Inter. Allo stadio Olimpico il numero 17 ha già vinto due volte la Coppa Italia, trofeo sollevato alla pari della Supercoppa italiana. 

Gol di Hamsik per stagione

2007/08: 10 gol

2008/09: 12 gol

2009/10: 12 gol

2010/11: 13 gol

2011/12: 12 gol

2012/13: 11 gol

2013/14: 7 gol

2014/15: 13 gol

2015/16: 8 gol

2016/17: 13 gol

2017/18: 1 gol

I migliori marcatori azzurri

1. Diego Armando Maradona - 115 gol

2. Marek Hamšík - 114 gol

3. Attila Sallustro - 108 gol

4. Edinson Cavani - 104 gol

5. Antonio Vojak - 103 gol

6. José Altafini - 97 gol

7. Careca - 96 gol

8. Gonzalo Higuaín - 91 gol

9. Giuseppe Savoldi - 77 gol

9. Dries Mertens - 77 gol

11. Cané - 70 gol

12. Luís Vinício - 70 gol

13. José María Callejón - 68 gol

15. Lorenzo Insigne - 53 gol

14. Hasse Jeppson - 52 gol

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.