Cristiano Ronaldo: "Ferguson è il mio padre calcistico"

CR7 racconta il suo rapporto speciale con Alex Ferguson, il suo padre calcistico.

1k condivisioni 7 commenti

di

Share

Quello tra Cristiano Ronaldo e il Manchester United è un rapporto che non si spezza, nonostante ormai siano passati più di otto anni dalla loro separazione, e nel frattempo il portoghese sia passato dallo status di fuoriclasse a quello di titano del calcio mondiale all-time. 

Ogni volta che la storia con il Real Madrid sembra giunta alle battute finali, è di Manchester che si parla come possibile destinazione per CR7. Ed è indubbio che buona parte del merito per questa special relationship tra l'asso di Funchal e i Red Devils vada ascritto a Sir Alex Ferguson. Lo scozzese è il padre nobile del Manchester United, che sotto la sua guida è diventato il primo, vero club globale, ma è anche il padre putativo di Cristiano Ronaldo.

Fu lui a portarlo in Premier League a soli 18 anni, investendolo dell'ingombrante eredità di David Beckham, a proteggerlo dai saliscendi tipici di ogni processo di crescita, a migliorarlo e a trasformarlo da funambolo di fascia in macchina da gol a tutto tondo. Ma non è solo per questo che Ronaldo considera Sir Alex qualcosa di molto simile a una figura paterna.

Cristiano Ronaldo e i suoi due padri

Alex Ferguson Cristiano RonaldoGetty
Ferguson consegna a Ronaldo il premio di MVP della finale di Cardiff

Nel corso di un'intervista alla BBC utilizzata per un documentario del 2015 intitolato "Sir Alex Ferguson: Secret of Success", Cristiano Ronaldo ha raccontato un aneddoto che ben illustra la natura del rapporto tra i due:

Nel 2005 mio padre era stato ricoverato a Londra e stava molto male. Era in coma. Parlai con Ferguson, raccontandogli il mio malessere. Eravamo in un momento decisivo del campionato e della Champions League, gli dissi di non sentirmi bene e di voler far visita a mio padre. Lui mi rispose: "Cristiano, se vuoi andare da lui un giorno, due giorni, una settimana, fallo. Sentiremo la tua mancanza, perché sai quanto sei importante per noi, ma il tuo papà viene prima di ogni cosa". Mi disse proprio così e io pensai che quell'uomo era incredibile.

Il padre biologico di CR7 morì poco tempo dopo, a causa di un fegato devastato dall'alcol. Quello putativo, invece, gli restò accanto:

Ferguson ci invitava sempre tutti a pranzo, o per il tè. Stare con lui era come stare in famiglia. Lui è il mio padre calcistico.

A Cardiff, quattro mesi fa, i due si sono incontrati ancora una volta, in occasione della finale di Champions League tra Real Madrid e Juventus. Quella notte Cristiano Ronaldo ha segnato due gol, e a fine gara ha ricevuto il premio Man of the Match dalle mani di un emozionato Sir Alex Ferguson.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.