Premier League, Mourinho: "Lukaku non riposerà fino al ritorno di Ibra"

Il tecnico del Manchester United non farà turnover col suo centravanti: "Finché non ritorna Zlatan, non posso farlo riposare come faccio per tutti gli altri".

Premier League, Lukaku non riposerà

1k condivisioni 8 commenti

di

Share

Il protagonista assoluto dell'ottimo inizio di stagione del Manchester United è sicuramente Romelu Lukaku: l'ex attaccante dell'Everton ha già segnato 10 reti in 9 partite ed è uno degli artefici principali dei primi posti dei Red Devils in Premier League e nel girone di Champions League.

Al momento il centravanti della Nazionale belga sembra essere l'unico punto fermo per José Mourinho, che l'ha schierato dal primo minuto in ogni partita giocata dallo United dall'inizio dell'anno, senza mai sostituirlo.

Ieri l'allenatore portoghese ha chiarito come questa sua scelta non derivi soltanto dalle grandi prestazioni che Lukaku ha offerto nelle ultime settimane ma che sia anche una necessità: secondo l'ex allenatore di Inter e Real Madrid, fino al ritorno di Ibrahimovic, il classe '93 non potrà mai restare fuori.

Premier League, Mourinho: "Lukaku non può riposare"

Romelu Lukaku
Lukaku non riposerà fino al ritorno di Ibrahimovic

Mourinho ha parlato nella conferenza stampa tenuta in vista della partita del Manchester United contro il Crystal Palace di sabato. All'allenatore è stato chiesto se, dopo gli impegni infrasettimanali di Champions, sarà possibile vedere qualche rotazione negli undici titolari per il match di Premier League, in particolare per far riposare Lukaku. Mou ha escluso questa possibilità, almeno fino al rientro di Ibrahimovic.

Senza Ibrahimovic non possiamo cambiare il centravanti, specialmente perché al momento Rashford sta giocando in altri ruoli.

Ibrahimovic, che un mese fa ha firmato un nuovo contratto con il Manchester United, sta recuperando dal grave infortunio al ginocchio subito nella scorsa primavera e non dovrebbe tornare in campo prima di gennaio. Ciononostante, secondo Mourinho bisognerà aspettare il rientro dello svedese per avere un sostituto all'altezza di Lukaku, che dovrà fare gli straordinari visti anche gli impegni col Belgio.

La decisione se farlo giocare o meno nel Belgio non spetta a me ma a Roberto Martinez. Ma finché non avremo Zlatan, non potremo far riposare il nostro numero 9 come facciamo con gli altri giocatori.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.