Mondiali Russia 2018, l'Italia non sarà testa di serie (al 99%)

Azzurri quasi certamente in seconda fascia al sorteggio mondiale di dicembre, ma Macedonia e Albania saranno comunque fondamentali per il ranking.

Ventura Italia

959 condivisioni 25 commenti 1 stella

di

Share

Così vicini, così incredibilmente lontani. Ai Mondiali di Russia 2018 mancano otto mesi o poco più, ma se dal punto di vista temporale il torneo sembra dietro l'angolo, la strada che porta a esso è ancora lunga, impervia e non del tutto priva di pericoli, almeno per quanto riguarda l'Italia.

La sconfitta del Bernabeu ha infatti complicato non poco il cammino degli azzurri verso i Mondiali: irragionevole pensare al primo posto nel girone, quello che vale un volo diretto per Mosca, che potremmo ancora conquistare solo in caso di suicidio di massa degli spagnoli nelle ultime due gare in programma; l'unico passaggio, dunque, è quello che attraversa i playoff di novembre, che peraltro la nazionale di Ventura deve ancora assicurarsi.

Missione non impossibile, dal momento che basterà un punto contro Macedonia o Albania per strappare il biglietto per il Purgatorio; ma gli azzurri farebbero bene, molto bene, a non accontentarsi del pareggio e a portare a casa due vittorie. Potrebbero tornare utili per il ranking e, di converso, per garantire all'Italia un'urna più favorevole al sorteggio mondiale del primo dicembre.

Mondiali Russia 2018, niente prima fascia per l'Italia

Italia Spagna IscoGetty
Isco, mattatore nel recente Spagna-Italia del Bernabeu

Purtroppo, la situazione non è favorevole. Diciamo pure disperata. Il gruppo delle otto teste di serie sarà composto dalla Russia padrone di casa e dalle prime sette squadre del ranking FIFA a qualificarsi per i Mondiali. Già sicure Brasile, Germania, Portogallo o Svizzera, probabili anche Belgio, Spagna, Francia. Inoltre, anche Argentina, Colombia e Perù hanno buone possibilità di precederci, così come l'Inghilterra, che in questo momento si trova al 15esimo posto del ranking FIFA, due gradini sopra gli azzurri.

Quasi azzerate le speranze di finire nell'urna principale al sorteggio con vista su Russia 2018, l'Italia deve stare attenta a non compiere passi falsi contro Macedonia e Albania per evitare di essere declassata in terza fascia: in quel caso, il rischio di essere inseriti in un girone di ferro sarebbe consistente. 

Prospettive migliori per quanto riguarda l'abbinamento ai probabilissimi playoff di novembre. Se il sorteggio si tenesse oggi e non il 17 ottobre, l'Italia sarebbe testa di serie insieme a Portogallo, Slovacchia e Irlanda del Nord, con Islanda, Svezia, Bosnia e Montenegro nella seconda urna. Ma per mantenere questo status è fondamentale ottenere i tre punti contro Macedonia e Albania, e sperare che ai playoff non partecipino nazionali che ci precedono nel ranking, come Galles e Francia. 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.