Anche la Liga apre al Var: subito i primi test nella Copa del Rey

Approvata l'introduzione della fase di test in coppa: l'obiettivo di Tebas ora è portarlo in campionato.

Un'immagine dei primi test del Var

398 condivisioni 8 commenti

di

Share

Effettivamente era abbastanza strano che un torneo importante come la Liga spagnola non si fosse ancora adeguato agli altri campionati europei e introdotto il Var nel proprio sistema. Questo ha generato polemiche e alimentato dibattiti in Spagna e, anche se con qualche mese di ritardo, la federazione ha deciso di fare un passo avanti verso la tecnologia.

Il presidente della Liga Javier Tebas si è incontrato proprio nella giornata di ieri con il numero uno della RFEF (Reale Federazione Spagnola di Calcio), Juan Luis Larrea, e i due ex arbitri Sánchez Arminio e Velasco Carballo.

Dalla loro riunione è emerso un progetto di rimodulazione del sistema arbitrale spagnolo e, soprattutto, di introduzione della Video Assistant Technology. Sarà adottata in fase di test già in alcune partite valide per i sedicesimi di Copa del Rey, tra queste ci sarà sicuramente quella al Wanda Metropolitano tra Atletico Madrid ed Elche del prossimo 29 novembre.

Liga, arriva il Var

Javier Tebas è tra i principali promotori e per questo si è schierato duramente contro l'ex presidente della RFEF e (ad interim) dell'Uefa, Ángel María Villar, arrestato (e poi rilasciato) lo scorso luglio nell’ambito di una maxi operazione anti corruzione della Guardia Civil:

Mentre accettava il Var in Europa, ad esempio nell'ultima partita tra Francia e Spagna a Parigi, allo stesso tempo lo negava nella Liga. La Federazione ha la proposta già da gennaio scorso, ma non ha mai prestato alcuna attenzione a essa. Evidentemente non voleva il meglio per il futuro del calcio spagnolo, ma continuare a coltivare il suo orticello privato. Gli arbitri spagnoli arriveranno al Mondiale in Russia senza conoscere la video-tecnologia, perché Villar non lo voleva. Probabilmente non sapeva distinguere la V dalla B.

L'obiettivo di Tebas è effettuare subito questi test per poi introdurre il Var nel prossimo campionato. E questa non è l'unica innovazione che il presidente della Liga intende attuare per "modernizzarsi e adattarsi ai tempi": nei programmi c'è la riorganizzazione del CNA (Comitato degli arbitri), dei criteri di designazione, di promozione e retrocessione dei direttori di gara. La novità più attesa, però, la vedremo in fase di test già nei sedicesimi di Copa del Rey.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.