Real Madrid, Asensio ha rinnovato: clausola da 700 milioni di euro

I blancos blindano il talento classe '96 fino al 2023 ed evitano così un nuovo caso-Neymar: ritoccato anche l'ingaggio che passa da 3,5 a 4,5 milioni

Marco Asensio

1k condivisioni 6 commenti

di

Share

La prudenza non è mai troppa. E da quest'estate nemmeno la clausola rescissoria: è ufficiale, Marco Asensio ha rinnovato con il Real Madrid fino al 2023. Nel contratto stipulata una maxi-clausola da 700 milioni di euro per evitare nuovi casi Neymar, passato al Paris Saint Germain per 222 milioni di euro senza che i francesi abbiano dovuto discutere sul costo del cartellino con il Barcellona. Il Real Madrid non correrà il rischio di uno "scippo" simile.

Dopo aver rinnovato e prolungato i contratti di Marcos Llorente (2021), Gareth Bale (2022), Cristiano Ronaldo (2021), Lucas Vazquez (2021) e Luca Modric (2020), il Real Madrid blinda e prolunga un altro suo gioiello.

La sua clausola rescissoria sarà inferiore soltanto a quelle di CR7, Benzema e Bale (toccano quasi 1 miliardo di euro). Asensio, elogiato e paragonato da Zidane a Messi per il modo di calciare, era stato prelevato dai blancos nel 2014 dal Maiorca all’età di soli 18 anni (aveva già realizzato 7 gol in 56 presenze). Dopo l’esperienza in prestito all’Espanyol (34 partite e 4 reti), l’esplosione dell'ultimo anno proprio al Real, coronata dal timbro del 4-1 nella finale Champions di Cardiff con la Juventus.

Real Madrid, Asensio rinnova: clausola da 700 milioni di euro

Marco Asensio Willemsen (questo il suo nome completo) è stato ribettezzato dalla stampa spagnola come "l'uomo dei debutti". Soprannome non troppo originale ma obbligatorio per uno che ha segnato 5 gol nei 5 esordi delle diverse competizioni: in Supercoppa di Spagna con il Barcellona, in Supercoppa europea con il Siviglia, in Liga contro la Real Sociedad, in Champions League contro il Legia Varsavia e in Coppa del Re contro il Leonesa. 

Soltanto nella scorsa stagione aveva rinnovato il suo contratto fino al 2022 con una clausola da 350 milioni di euro. La non-trattativa del PSG con il Barcellona per Neymar ha consigliato il Real Madrid di alzare la posta nemmeno 12 mesi dopo il precedente accordo.

Ritoccato anche l'ingaggio, passato da 3.5 a 4.5 milioni. Asensio viene già considerato da tutti come l'erede di Cristiano Ronaldo (quando il portoghese deciderà di lasciare le merengues). Il suo futuro, con una clausola del genere, non è minimamente in dubbio.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.