Probabili formazioni Serie A: la settima giornata di campionato

Si parte con gli anticipi del sabato Udinese-Sampdoria e Genoa-Bologna. Domenica il big match tra Milan e Roma, la Juventus a Bergamo: con Higuain titolare, Pjanic ko.

261 condivisioni 2 commenti

di

Share

Pochi giorni e le coppe europee lascerano di nuovo il palcoscenico al campionato. Si avvicina la settima giornata (l'ultima prima della sosta per gli impegni delle nazionali) e con lei anche le probabili formazioni della Serie A. Il programma, come al solito, vede distribuite le partite nei vari slot del week-end.

Si parte con i due anticipi del sabato: Udinese-Sampdoria alle 18 e Genoa-Bologna alle 20.45. Domenica 1 ottobre le restanti sette partite: una alle 12.30, cinque alle 15, una alle 18 più il posticipo delle 20.45.

Il lunch match è tra Napoli e Cagliari, mentre nel pomeriggio sono in programma Benevento-Inter, Chievo-Fiorentina, Lazio-Sassuolo, SPAL-Crotone e Torino-Hellas Verona. Alle 18 il big match della giornata: la sfida a San Siro tra Milan e Roma. Il posticipo serale invece vede impegnata la Juventus a Bergamo con l'Atalanta di Gasperini. Nelle probabili formazioni della Serie A c'è un ritorno eccellente su tutti tra i titolari: quello di Gonzalo Higuain.

Probabili formazioni Serie A: 7° giornata

Ecco dunque le probabili formazioni della Serie A: di seguito il programma completo e le possibili scelte da parte degli allenatori.

Udinese-Sampdoria (sabato, ore 18:00)

Duvan Zapata, 26 anni, esulta dopo il gol siglato al Milan

Del Neri potrebbe confermare Bizzari titolare a discapito di Scuffet, in panchina anche una settimana fa all'Olimpico contro la Roma. A centrocampo si rinnova il ballottaggio tra Fofana e Barak, mentre in difesa sarà costretto agli straordinari Nuytinck, alle prese con un leggero affaticamento. Danilo è finito ko: per lui stiramento muscolare. Larsen a destra, quindi, con Angella che scala al centro.

Per la Sampdoria un dubbio al centro della difesa: dopo la convincente prova con il Milan Ferrari viaggia verso la conferma al posto di Regini. Barreto, Torreira e Praet a centrocampo, davanti la coppia Quagliarella-Zapata con Caprari pronto a entrare a gara in corso.

Udinese (4-4-2): Scuffet; Larsen, Angella, Nuytinck, Samir; De Paul, Fofana, Behrami, Jankto; Bajic, Lasagna.

Sampdoria (4-3-1-2): Puggioni; Sala, Silvestre, Regini, Strinic; Barreto, Torreira, Praet; Ramirez; Quagliarella, Zapata.

Genoa-Bologna (sabato, ore 20:45)

Il Genoa affronta il Bologna senza gli squalificati Omeonga e Taarabt, espulsi a San Siro contro l'Inter. Verso il rientro Bertolacci, mentre sono out Veloso (problema muscolare) e Laxalt (ginocchio). In attacco possibile chance per Pandev.

Per Donadoni ancora in dubbio Di Francesco, in panchina per tutta la gara con il Sassuolo: per lui finora soltanto lavoro differenziato. A centrocampo duello tra Donsah e Taider.

Genoa (3-4-2-1): Perin; Biraschi, Rossettini, Zukanovic; Rosi, Bertolacci, Cofie, Migliore; Ricci, Pandev; Pellegri.

Bologna (4-3-3): Mirante; Helander, Gonzalez, Maietta, Masina; Poli, Pulgar, Taider; Verdi, Petkovic, Palacio.

Napoli-Cagliari (domenica, ore 12:30)

Dries Mertens
Dries Mertens, 30: dopo l'infortunio Milik regge su di lui l'attacco del Napoli

Sarri, che ha perso Milik per un nuovo infortunio al ginocchio, deve valutare Albiol per un problema alla schiena. A centrocampo Allan verso il ritorno nel blocco dei titolari al posto di Zielinski.

Rastelli senza lo squalificato Pisacane, espulso con il Chievo. Potrebbe toccare a Capuano accentrarsi per affiancare Andreolli (Miangue a sinistra). In dubbio gli acciaccati Pavoletti e Farias.

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Koulibaly, Albiol, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne.

Cagliari (4-4-1-1): Cragno; Padoin, Andreolli, Capuano, Miangue; Dessena, Ionita, Cigarini, Barella; Joao Pedro; Sau.

Benevento-Inter (domenica, ore 15:00)

Baroni prova a recuperare D'Alessandro e Iemmello, ma con ogni probabilità dovrà rinunciare di nuovo a Ciciretti. Davanti, insieme con Coda, uno tra Puscas e Armenteros. Squalificato per doping capitan Lucioni.

Per Spalletti i soliti due dubbi, uno in mediana, l'altro sulla trequarti. Vecino e Brozovic in vantaggio su Gagliardini e Joao Mario.

Benevento (4-4-2): Belec; Letizia, Venuti, Costa, Di Chiara; Lombardi, Cataldi, Memushaj, Lazaar; Puscas, Coda.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, Miranda, Dalbert; Gagliardini, Borja Valero; Candreva, Brozovic, Perisic; Icardi.

Chievo-Fiorentina (domenica, ore 15:00)

Milan Badelj
Milan Badelj, 28 anni, torna titolare dopo il turno di squalifica

Nel Chievo torna Hetemaj nel blocco dei titolari. Infortunato Rigoni, mentre Bastien prova a sfilare la maglia di Pucciarelli.

Per i viola possibile forfait di Biraghi, sostituito con l'Atalanta per una distorsione alla caviglia. Al suo posto pronto Maxi Olivera. Sulla destra ballottaggio tra Gaspar e Laurini, sulla trequarti il dubbio è tra Gil Dias e Eysseric. Rientra Badelj dal turno di squalifica.

Chievo Verona (4-3-1-2): Sorrentino; Tomovic, Dainelli, Gamberini, Cacciatore; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Birsa; Inglese, Pucciarelli.

Fiorentina (4-2-3-1): Sportiello; Gaspar, Pezzella, Astori, Maxi Olivera; Badelj, Veretout; Gil Dias, Thereau, Chiesa; Simeone.

Lazio-Sassuolo (domenica, ore 15:00)

Inzaghi ancora in emergenza difensiva. Tentano il recupero de Vrij e Wallace, l'olandese - fermo per un'elongazione muscolare - potrebbe essere rischiato dall'inizio. Non al meglio nemmeno Milinkovic: il serbo dovrebbe farcela con Lulic schierato quindi sulla fascia sinistra.

Nel Sassuolo squalificato Magnanelli con Sensi che prende il suo posto in regia. Ballottaggio in attacco tra Matri e Falcinelli per affiancare Berardi.

Lazio (3-4-2-1): Strakosha; Luiz Felipe, de Vrij, Radu; Marusic, Parolo, Lucas Leiva, Lulic; Luis Alberto, Milinkovic-Savic; Immobile.

Sassuolo (3-5-2): Consigli; Letschert, Cannavaro, Acerbi; Lirola, Missiroli, Sensi, Duncan, Adjapong; Berardi, Matri.

SPAL-Crotone (domenica, ore 15:00)

Marco Borriello
Marco Borriello, 35 anni, duella con Koulibaly durante SPAL-Napoli

Per Semplici il solito ballottaggio in attacco per il partner di Borriello: Paloschi in vantaggio su Antenucci. Sono ai box Meret, Oikonomu e Floccari. Vaisanen potrebbe scalzare Felipe.

Nel Crotone Tumminello è finito ko (lesione del legamento crociato). Fermo Tonev, acciaccato anche Budimir: in caso di forfait spazio a Simy vicino a Trotta.

SPAL (3-5-2): Gomis; Salamon, Vicari, Vaisanen; Lazzari, Schiattarella, Viviani, Mora, F. Costa; Borriello, Paloschi.

Crotone (4-4-2): Cordaz; Sampirisi, Ceccherini, Ajeti, Martella; Rohden, Mandragora, Barberis, Stoian; Budimir, Trotta.

Torino-Hellas Verona (domenica, ore 15:00)

Mihajlovic riflette sulle scelte in difesa: potrebbe optare per Ansaldi al posto di Molinaro. Acquah prende la maglia dello squalificato Baselli, espulso nel derby con la Juve.

Pecchia sorride per il recupero di Ferrari in difesa e Bessa a centrocampo. Tra i titolari possibile ritorno anche per Caceres e Cerci.

Torino (4-2-3-1): Sirigu; De Silvestri, N'Koulou, Moretti, Ansaldi; Rincon, Acquah; Iago Falque, Ljajic, Niang; Belotti.

Verona (4-3-3): Nicolas; Caceres, Ferrari, Heurtaux, Souprayen; B. Zuculini, Buchel, Bessa; Romulo, Pazzini, Cerci.

Milan-Roma (domenica, ore 18:00)

Diego Perotti
Diego Perotti, 29 anni, salterà la sfida con il Milan per un problema muscolare

In difesa Montella dovrebbe preferire Musacchio a Zapata dopo la disastrosa prova a Marassi da parte del colombiano. Può recuperare Montolivo, migliorano anche le condizioni di Calabria.

Per Di Francesco qualche problema in attacco: Perotti e Defrel si sono fermati per infortuni muscolari. Il tecnico pensa all'impiego di Florenzi nel tridente avanzato. In forte dubbio anche Hector Moreno (edema muscolare).

Milan (3-4-2-1): Donnarumma; Musacchio, Bonucci, Romagnoli; Abate, Kessié, Biglia, Rodriguez; Suso, Bonaventura; Kalinic.

Roma (4-3-3): Alisson; Bruno Peres, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Strootman; Florenzi, Dzeko, El Sharaawy.

Atalanta-Juventus (domenica, ore 20:45)

Gonzalo Higuain
Gonzalo Higuain, 29 anni, torna titolare contro l'Atalanta dopo due panchine consecutive

Gasperini deve rinunciare a Toloi, sostituito a Firenze per un problema muscolare. Dietro possibile linea a 3 con Palomino e Masiello ai lati di Caldara. In attacco titolare Petagna con Cornelius che parte tra le riserve. Ballottaggio tra Freuler e Cristante e tra Kurtic e Ilicic.

Allegri riabbraccia in gruppo Khedira, ma perde Pjanic (lesione distrattiva al quadricipite femorale della coscia destra, rientrerà dopo la sosta contro la Lazio). Non ci sono dubbi, Higuain torna dal 1' al centro dell'attacco: per Mandzukic possibile slittamento sull'out di sinistra (ma non si esclude un turno di riposo).

Atalanta (3-4-2-1): Berisha; Palomino, Caldara, Masiello; Hateboer, Freuler, De Roon, Spinazzola; Kurtic, Gomez; Petagna.

Juventus (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Pjanic, Matuidi; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.