Bayern Monaco, chi dopo Ancelotti? Ora è corsa al sostituto

Fatali al tecnico italiano i rapporti deteriorati con lo spogliatoio e la netta sconfitta contro il Paris Saint-Germain. Fra i tecnici liberi piace l'ex Dortmund Tuchel.

Ancelotti

774 condivisioni 48 commenti 5 stelle

di

Share

La fatal Parigi. Carlo Ancelotti è stato esonerato dal Bayern Monaco dopo i venti di burrasca provocati dalla sconfitta per 3-0 subita dai bavaresi sul campo del Paris Saint-Germain nel secondo match della fase a gironi di Champions League.

Alla fine gli è stata fatale Parigi, insieme al suo club, quel club che proprio lui aveva riportato al titolo in Ligue 1 dopo un digiuno quasi ventennale. I gol di Dani Alves, Cavani e Neymar hanno messo a nudo una situazione che era evidentemente insostenibile. Rummenigge, a fine match, non lo aveva più nascosto:

Penso che quello visto in campo a Parigi non sia stato il vero Bayern, su questo siamo tutti d'accordo. È una sconfitta che va analizzata, dobbiamo capire che cosa non ha funzionato e trarre tutte le conseguenze.

Ed eccole le conseguenze: paga Carletto. Ma la nottataccia parigina è stata solo la ciliegina su una torta che si stava sciogliendo, fra liti e mugugni di spogliatoio, dallo scontro con Thomas Müller ai mal di pancia di Lewandowski, fino alle mezze frasi di Robben.

Bayern Monaco: esonerato Ancelotti

Ancelotti era al Bayern Monaco dall'inizio della stagione scorsa e in meno di 15 mesi ha vinto 1 Bundesliga e 2 Supercoppe di Germania, arrendendosi in Champions League solo al Real Madrid nei quarti di finale, penalizzato, va ricordato, da due espulsioni decisive, una all'andata e una al ritorno.

Ma che qualcosa si fosse incrinato lo si era capito già dai tornei di preparazione estiva, dove i bavaresi avevano raccolto sconfitte, anche pesanti, in serie. L'incrinatura, poi, si è trasformata in rottura, fino alla decisione definitiva da parte del club, che non esonerava un proprio tecnico dal 2011. L'ultimo licenziamento, invece, Ancelotti lo aveva subito nel 2001, quando era alla guida della Juventus.

La corsa al sostituto

L'ufficialità è arrivata pochi minuti fa attraverso un tweet del Bayern Monaco, che ha già messo al suo posto Willy Sagnol, ex giocatore dei bavaresi e già nello staff del tecnico emiliano. Probabile che il francese abbia un ruolo di traghettatore in attesa che il club individui il successore di Ancelotti. In società ha molti estimatori Thomas Tuchel, a lungo rivale del Bayern col suo Borussia Dortmund, ma in rampa di lancio c'è anche Julian Nagelsmann, il tecnico di quell'Hoffenheim che quest'anno ha già sconfitto e messo a nudo i problemi della squadra di Ancelotti. Se prevalesse la seconda ipotesi è possibile che il club scelga una soluzione ponte - van Gaal o Hiddink? - per arrivare a fine stagione.

Tuchel e Nagelsmann
Tuchel e Nagelsmann, due possibili sostituti di Ancelotti

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.