Real Madrid, Cristiano Ronaldo: "Rinnovo? Chiedete a Florentino..."

Il portoghese si sfoga dopo la doppietta in Champions League con il Borussia Dortmund: “Troppe critiche, parlano i numeri”. E sul rinnovo tira in ballo il presidente.

1k condivisioni 13 commenti

di

Share

Due gol al Borussia Dortmund, come bere un bicchier d’acqua. Cristiano Ronaldo riprende a segnare da dove si era fermato: in Champions League. Perché per un fenomeno come lui, bastano due partite di campionato senza timbrare il cartellino (nella fattispecie i 180’ contro Betis e Alaves) per sentirsi piovere addosso qualche critica di troppo. Quasi fosse un attaccante qualsiasi con una scarsa vena realizzativa.

Cristiano Ronaldo (doppietta) vince la sfida personale con Aubameyang (un gol) e trascina il Real Madrid in Germania (1-3). Il portoghese sale a 4 reti dopo i primi due match di Champions League (aveva già realizzato una doppietta nel primo match contro l’Apoel Nicosia). Soltanto Kane del Tottenham finora è riuscito a fare meglio (5).

Il calcolo è semplice: una media di 2 gol a partita per CR7, il capocannoniere delle ultime 5 edizioni della Champions League. Semplicemente pazzesco. Ma il fenomeno del Real Madrid, dopo il triplice fischio, si è tolto qualche sassolino (o meglio, mattoncino) dalle scarpe. Il concetto espresso è chiarissimo: troppe critiche insensate da parte della stampa.

Real Madrid, Cristiano Ronaldo: “Troppe critiche, io faccio parlare i numeri"

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo (doppietta) e Gareth Bale, autori dei 3 gol contro il Borussia Dortmund

Le polemiche su Cristiano Ronaldo partono quest’estate, quando il giornale portoghese “A Bola” aveva rivelato la presunta volontà da parte dell’attaccante di lasciare il Real Madrid, reo di non aver preso le sue parti in modo deciso nella vicenda che l’aveva visto coinvolto in problemi giudiziari con il Fisco. Già la settimana scorsa Ronaldo aveva espresso il proprio dissenso:

Non ho mai detto di non essere felice al Real Madrid, nessuno ha mai sentito uscire queste parole dalla mia bocca. Se dovessi rispondere a ogni voce su di me, allora dovrei vivere per la stampa. Tutto ciò che riguarda il mio nome diventa una notizia mondiale. Ma sono abituato, è ciò che succede quando si è grandi…

CR7, discorsi aperti per il rinnovo

Cristiano Ronaldo, dopo aver steso il Borussia nella sua 400esima partita con i blancos (411 gol, uno score senza eguali), è tornato sulle critiche eccessive sul suo conto. La sua è una vera e propria rivendicazione. Date a Cristiano quel che è di Cristiano:

Sembra che io debba dimostrare il mio valore in ogni partita. Sono sorpreso dell’opinione pubblica nei miei confronti, ma ci sono i numeri che parlano per me. E poi a volte ci sono anche i portieri e i pali che possono impedirmi di realizzare un gol. Ma io sono un professionista, ho sempre lavorato con la testa giusta, anche per rispondere alle critiche. Che a quanto pare stanno aumentando...

Infine il possibile rinnovo con adeguamento. Cristiano Ronaldo, che meno di un anno fa ha prolungato fino al 2021, tira in ballo il presidente Florentino Perez:

Se rinnovo? Questa è una bella domanda, ma dovete chiedere al presidente Perez, può sicuramente rispondere meglio di me. Le cose succedono in modo naturale, io posso dire che qui sono felice. Sono contento anche per i miei compagni che erano a fine contratto e hanno rinnovato. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.