Formula 1 Malesia: la Ferrari deve reagire, la Mercedes allungare

Nel caldo torrido di Kuala Lumpur, il Cavallino vuole dimenticare l'incidente di Singapore. Vettel è carico, qui ha già vinto 4 volte. Hamilton favorito, ma attenzione alle Red Bull.

Formula 1, in Malesia la Ferrari cerca la riscossa

68 condivisioni 2 commenti

di

Share

Quell'immagine è ancora ben impressa nella mente di tutti i tifosi Ferrari. L’incidente a Singapore tra Raikkonen, Vettel e Verstappen è uno stop che il Cavallino ha accusato. Ma ora, da grande team, bisogna reagire. In Malesia ecco il quindicesimo appuntamento della stagione di Formula 1. Nel caldo torrido si corre da 18 anni, tra pochi giorni l’ultima gara: dal 2018 l'appuntamento non sarà più in calendario.

La situazione dopo il crash è apparsa subito critica guardando la classifica. Hamilton a Marina Bay ha fatto bottino pieno: adesso guarda Vettel dall’alto dei suoi 28 punti di vantaggio. L’obiettivo per la Rossa è solo uno: mettere la macchina davanti a tutti e alzare la voce, dimostrare che la lotta al Mondiale è tutt'altro che terminata.

Percorso tutto in salita, la corsa al titolo di Formula 1 ha preso un piega che fa felice Lewis. Guai a mollare però. Nelle condizioni estreme di Kuala Lumpur può succedere di tutto. Va sfruttata ogni occasione.

Formula 1, crash Ferrari a Sepang
Formula 1, l'incidente al via tra Vettel e Raikkonen a Sepang

Formula 1, in Malesia la Ferrari vuole la riscossa

Ora o mai più, in Malesia serve vincere per rimanere in scia della Mercedes. Sebastian Vettel è pronto, non si arrende, niente è ancora perduto: 6 gare alla fine, 150 punti a disposizione. In Malesia la variabile è la temperatura. Serve il fisico per portare a casa un Gran Premio di Formula 1 del genere. 35° la temperatura ambientale media, oltre i 50 quella dell’asfalto. A dura prova ci saranno anche monoposto e soprattutto gomme. 

Dal 1999 la Ferrari ha vinto 7 volte, un record ancora imbattuto. Seb ha trionfato 4 volte, qui nel 2015 vince per la prima volta con la Rossa. Hamilton invece ha esultato in un solo GP. Un bottino magrissimo, macchiato pure dalla delusione del 2016: rottura del motore, doppietta Red Bull, Ricciardo primo. E Rosberg terzo con le mani sul Mondiale. Seb? Out per una collisione al via proprio con Nico. A lui va peggio. Cose che capitano, certo, come quelle di due settimane fa a Singapore.

Formula 1 Malesia, Hamilton e la rottura del motore
Formula 1 Malesia, Hamilton e la Mercedes in fiamme nel 2016

Cinquantasei giri, ognuno misura 5,543 km. Due terzi del tracciato vengono percorsi in pieno, la parte centrale invece, è tortuosa e difficile. Mercedes sulla carta favorita, Ferrari subito dietro, occhio però alle Red Bull. Cercano il bis dopo l’anno scorso. Novità in casa Toro Rosso: giù dalla monoposto Daniil Kvyat, dentro il giovane francese Pierre Gasly fino a fine stagione. La scuderia italiana ha fatto fuori il pilota russo dopo il grave errore nel GP di Formula 1 a Sepang.

Gli orari del GP della Malesia

Venerdì 29 settembre: prove libere 1 ore 5-6.30, prove libere 2 ore 9-10.30

Sabato 30 settembre: prove libere 3 ore 8-9, qualifiche ore 11

Domenica 1 ottobre: gara ore 9.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.