Champions League, il Napoli ne fa 3 al Feyenoord: vittoria per Milik

Insigne segna in avvio, Mertens raddoppia e Callejon firma il tris. Reina para un rigore e spegne le critiche. Nel finale l'inutile rete olandese di Amrabat.

La dedica di Insigne a Milik in Napoli v Feyenoord

349 condivisioni 3 commenti

di

Share

Serviva una vittoria per cancellare Donetsk e una vittoria è arrivata. Il Napoli supera 3-1 il Feyenoord, conquistando i primi tre punti della sua Champions League. Non bastano per il primo posto provvisorio, visto il contemporaneo successo del Manchester City, tuttavia il risultato del San Paolo è fondamentale per proseguire al meglio il cammino europeo.

È una rete di Insigne a sbloccare il risultato, al 7' del primo tempo. Un primo tempo che il Napoli conclude sull'1-0, per poi raddoppiare all'inizio della ripresa con il solito Mertens e triplicare al 69' con Callejon, dopo un calcio di rigore neutralizzato da Reina.

Concluso l'impegno continentale, gli uomini di Sarri possono ora rituffarsi sulla Serie A: ad attenderli, domenica 1 ottobre alle 12.30, ci sarà il Cagliari.

Champions League, il racconto di Napoli v Feyenoord

InsigneCopyright GettyImages
La gioia di Insigne

Una sorpresa nell'undici deciso dall'ex tecnico dell'Empoli: c'è Maksimovic al fianco di Koulibaly, visti i problemi fisici di Albiol e del primo sostituto Chiriches. Reduce da tre sconfitte consecutive tra Eredivisie e Champions League, Van Bronckhorst ridisegna il Feyenoord con Tapia difensore centrale e Boetius falso nueve.

È però il falso nueve del Napoli a creare la prima occasione del match. Mertens sfrutta un errore in impostazione di Tapia e si invola verso l'area, prima di cadere a terra dopo un contatto con il peruviano: Collum lascia proseguire. Le proteste dei partenopei durano una manciata di secondi, perché al 7' Insigne recupera un pallone sulla trequarti e batte Jones calciandolo alla sua destra. Secondo gol europeo per il folletto, dopo quello siglato al Nizza, ed esultanza con maglia di Milik in bella vista (anche se prima prende per sbaglio quella di Zielinski).

Il momento di difficoltà degli olandesi prosegue, al 10' Hamsik si ritrova tutto solo davanti al portiere, ma al momento della conclusione viene disturbato da un grande recupero di Tapia. Il Feyenoord si riorganizza ma Reina conclude la prima frazione senza aver mai corso un pericolo, a differenza di Jones, che tra il 40' e il 45' ringrazia la poca precisione di Callejon, Hamsik e Insigne.

A segno il tridente delle meraviglie

MertensCopyright GettyImages
L'abbraccio dei compagni a Mertens

Non sbaglia invece Mertens, che al 3' della ripresa fredda Jones dopo un fondamentale recupero di Ghoulam. Seconda realizzazione tra preliminari e fase a gironi anche per il belga, sul cui gol è decisivo l'errore dell'ex Fiorentina Diks.

I biancorossi hanno l'occasione di tornare in partita al 67', ma Reina risponde alle critiche post Spal parando a Toornstra un calcio di rigore concesso dall'arbitro per un leggero contatto tra Berghius e Ghoulam. Dal possibile gol subìto al 3-0 è un attimo: altro pallone perso da Tapia, Mertens recupera e serve Callejon, che in diagonale firma, proprio come i suoi due compagni d'attacco, la seconda rete in Champions League. All'ultimo secondo è Amrabat a realizzare il 3-1, sorprendendo i distratti Koulibaly e Maksimovic.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.