WWE No Mercy: tutti i risultati da Cena vs Reigns a Strowman vs Lesnar

Da John Cena contro Roman Reigns al main event per l'Universal Championship tra Brock Lesnar e Braun Strowman.

483 condivisioni 2 commenti

di

Share

Eccoci arrivati alla grande serata che ci farà conoscere i risultati No Mercy, il primo Pay-Per-View della World Wrestling Entertainement dopo Summerslam. Certo, non si tratta di uno dei Big Four, ma la card dello show esclusivo di WWE Raw ha al suo interno degli incontri degni di Wrestlemania, come spiegato anche dal General Manager del roster rosso, presente allo Staples Center di Los Angeles. 

Kurt Angle nelle scorse settimane ha infatti presentato in questo modo le sfide tra John Cena vs Roman Reigns e, soprattutto, il Main Event della serata, che propone il match per il titolo di campione universale tra Brock Lesnar e Braun Strowman. I risultati No Mercy, insomma, sono tutt’altro che scontati.

E a rendere ancora più affascinante la serata poi, tra gli altri, l’incontro valido per la cintura di campione intercontinentale tra The Miz e Jason Jordan, quello di campionessa femminile che Alexa Bliss dovrà difendere in un Fatal 5-Way match dall’attacco di Sasha Banks, Bayley, Emma e Nia Jax, quello per i titoli di coppia, con i campioni Dean Ambrose e Seth Rollins che si troveranno di fronte gli europei Sheamus e Cesaro. Questo e molto altro nella lunga notte dedicata a WWE Raw. Non resta che iniziare a seguire l’evento e scoprire tutti i risultati No Mercy con la diretta scritta a cura di FOX Sports.

WWE, risultati No Mercy: segui la diretta

Siamo pronti allora per dare inizio alla serata, che come sempre accade in ogni Pay-Per-View viene aperto con il Kickoff. Questa volta l’antipasto dello show dedicato a WWE Raw mette l’uno di fronte all’altro Apollo Crews, accompagnato come sempre da Titus O’Neil, ed Elias Samson.

Il primo a entrare è il chitarrista, che come al solito inizia a deliziarci con le sue canzoni, questa volta prendendo di mira Los Angeles e i suoi abitanti. Viene presto fermato dall'ingresso di Apollo Crews, che dà avvio al match.

Apollo Crews sembra essere in maggiore condizione, ma la vittoria se la prende Elias Samson, che è bravo e paziente nell'attendere il momento propizio e colpire con la sua micidiale Drift Away. Vale il conteggio di tre e subito dopo il chitarrista continua a prendersela con Crews, costringendo Titus O'Neil a salire sul quadrato per fermare il pestaggio. Il risultato però non cambia, il Kickoff di No Mercy se lo aggiudica Elias Samson.

Elias Samson batte Apollo Crews.

The Miz (C) vs Jason Jordan

Intercontinental Championship Match

Lo show di No Mercy vero e proprio comincia con il primo dei 4 titoli in palio stasera, quello detenuto dal campione intercontinentale The Miz, che accompagnato dai suoi scagnozzi del Miztourage fa il suo ingresso nell'arena per primo. Lo raggiunge successivamente Jason Jordan, alla sua prima chance titolata dopo aver scoperto di essere il figlio del General Manager Kurt Angle.

JJ parte benissimo e si presenza con uno spettacolare Vertical Suplex, il campione però prende subito il sopravvento, sfruttando la sua maggiore esperienza e la presenza a bordo ring di Bo Dallas e Curtis Axel.

Lo sfidante però non demorde, riesce a eseguire il suo Northern Light Suplex Combo, poi mette fuori causa il Miztourage e applica la Ankle Lock. The Miz sembra sul punto di cedere, ma riesce a toccare in tempo la corda. A seguire Belly-to-Belly Suplex ancora su The Miz, ma Bo Dallas rinviene e distrae Jordan, che mette ko anche pure lui. Poi va per lo schienamento, ma l'arbitro è distratto e Curtis Axel ne approfitta per colpire Jason, che finisce così nella Skull-Crushing Finale che vale il conteggio di tre.

The Miz batte Jason Jordan e resta campione Intercontinentale.

Al termine dell'incontro Jason Jordan viene intervistato sul ring ed è visibilmente deluso. Prende parola e dice che vorrebbe presto una rivincita. Poi spiega che il pubblica canta "fai schifo" durante la musica d'ingresso di suo padre, ma che in realtà a fare schifo è un altro ed è The Miz.

Finn Balor vs Bray Wyatt

Si spengono le luci, il secondo match nel programma di No Mercy prevede la presenza di Bray Wyatt, che fa il suo sempre suggestivo ingresso illuminato dalla sua torcia e dai cellulari del pubblico che ha riempito interamente lo Staples Center di Los Angeles. A seguire tocca a quella di Finn Balor, questa volta non le vesti di Demon King, che viene attaccato da Wyatt ancora prima dell'inizio ufficiale dell'incontro e scaraventato sopra uno dei tavoli di commento.

Finn Balor non sembra nelle condizioni di poter lottare, viene portato fuori dagli arbitri. Poi però Bray Wyatt prende il microfono e gli dà del codardo, dicendogli che non è uno demone, ma solo un uomo, che questa volta ha trovato di fronte a sé un Dio. Ferito nell'orgoglio The Demon King torna di corsa sul ring e dà inizio al match.

Balor è dolorante, ma è lui a condurre il match. Bray Wyatt incassa, ma senza rischiare mai di essere realmente schienato. Nemmeno quando subisce il Coup de Grâce sulle testa il conteggio arriva a tre. Successivamente arriva la reazione dell'ex leader della Wyatt Family, una violentissima Clothesline che però non porta a niente. Ora è Bray il padrone del match, fino a che Finn non reagisce con due dei suoi Dropkick e un nuovo Coup de Grâce. Questa volta è quello decisivo, che gli vale la seconda vittoria consecutiva. E senza l'aiuto del Demon King.

Finn Balor batte Bray Wyatt.

Seth Rollins e Dean Ambrose (C) vs Cesaro e Sheamus

WWE Raw Tag Team Championship Match

Si combatte per le cinture di campioni di coppia di WWE Raw, con gli sfidanti Cesaro e Sheamus che prima del match spiegano al microfono di non aver bisogno di particolari aggiustamenti, perché loro sono dei maschi alpha, dominanti. I titoli però sono al momento di Dean Ambrose e Seth Rollins, i primi a entrare sul ring. Parte così il match, molto duro, tanto che Cesaro subisce un colpo che lo porta a sanguinare copiosamente dalla bocca, perdendo addirittura un dente dopo essere finito di faccia sul paletto.

Lo stesso Cesaro successivamente va a un passo dal portare al cedimento di Dean Ambrose, prima con una Sharpshooter, poi con una Crossface. The Lunatic Fringe riesce però ad arrivare alle corde interrompendo la manovra. I due europei sono in pieno controllo del match, pur non riuscendo a concludere. Non ci riescono nemmeno quando Cesaro esegue una Powerbomb dalla terza corda su Seth Rollins, scaraventandolo sopra Dean Ambrose.

Sheamus e lo svizzero sembrano non saper cosa fare per riuscire ad avere la meglio e il Lunatic Fringe prova a sorprendere l'irlandese con un Roll-up. Non ci riesce ma la distrazione porta Sheamus a colpire involontariamente Cesaro con un Big Boot, lasciandolo nelle mani di Seth Rollins. Poi è lui a finire preda della Dirty Deeds di Dean Ambrose che vale il conteggio di tre.

Seth Rollins e Dean Ambrose battono Sheamus e Cesaro e restano campioni di coppia di WWE Raw.

Alexa Bliss (C) vs Nia Jax vs Bayley vs Sasha Banks vs Emma

WWE Raw Women Championship Fatal 5-Way Match

Ecco all'incontro che mette in palio il titolo di campionessa femminile di WWE Raw, un Fatal 5-Way Match. A differenza di quanto accaduto nelle sfide precedenti con più contendenti, tutte le altre non si alleano subito contro Nia Jax, che ha tempo così di carburare e prendere lentamente il sopravvento.

Dopo un Samoan Drop contemporaneo su Alexa Bliss e Sasha Banks, se la prende con Bayley. Ed è qui che tutte le altre si alleano per buttarla fuori dal ring.

Quando Nia Jax si riprende, le restanti quattro si alleano ancora una volta per tentare di metterla ko ed eseguire una sorta di Powerbomb combinata. Emma, Bayley e Sasha Banks si interrompono a vicenda il conteggio di tre su Alexa Bliss, poi rinviene ancora Nia, che si fa fuori da sola andando a sbattere contro il paletto. Ne approfitta la campionessa in carica, che esegue dal nulla la sua DDT su Bayley e si prende il conteggio di tre.

Alexa Bliss schiena Bayley e si conferma campionessa femminile di WWE Raw.

John Cena vs Roman Reigns

Siamo arrivati al primo dei due match "da Wrestlemania", quello che mette di fronte John Cena e Roman Reigns. Due tra i wrestler più amati e contestati del WWE Universe si affrontano per la prima volta nella storia, dopo il passaggio del leader della Cenation a WWE Raw, proprio per sfidare The Big Dog. Dopo pochi scambi, John Cena fa come per avviarsi verso il backstage e Roman Reigns lo va a riprendere per portarlo di nuovo sul ring.

Il match si sposta anche fuori dal quadrato, con The Roman Empire che scaraventa Cena contro i gradoni d'acciaio e poi lo colpisce con un Dropkick. L'ex Shield sembra in pieno controllo del match, il 16 volte campione appare completamente inerme.

Finalmente John Cena prova a reagire e al secondo tentativo esegue il Five Knuckle Shuffles. Non riesce però a eseguire la AA e Reigns prova ad assestare il Superman Punch invano. Il leader della Cenation ci prova con la STF, trasformata dal samoano in una Powerbomb. Scambio ravvicinato di colpi tra i due sottolineato dagli Yes (per Cena) e No (per Reigns) del pubblico, poi John assesta la AA, ma il conteggio si ferma solo a due. È il momento del Superman Punch di Roman, ma anche in questo caso l'arbitro viene interrotto a due. Al samoano non resta che prepararsi per la Spear, ma Cena la evita e Reigns finisce contro il paletto. Ne approfitta il 16 volte campione, che esegue un'impressionante Super AA dalla terza corda.

Non è sufficiente nemmeno questa per arrivare a tre! John si dirige allora verso i tavoli, li "sparecchia" e ci posiziona sopra l'ex Shield. Se lo carica per la AA, ma stavolta trova la reazione di Roman Reigns che esegue la Spear e spedisce Cena a distruggere il tavolo a fianco.

I due tornano sul ring, Roman prova un'altra Spear ma il 16 volte campione la evita ed esegue ben due AA consecutive. Nonostante questo, The Big Dog interrompe a due il conteggio dell'arbitro. John cena non sa più che fare, si avvicina verso Reigns che con un'incredibile reazione va prima con il Superman Punch e poi con la Spear immediata. Stavolta è quella decisiva, perché vale la prestigiosa e convincente vittoria del samoano. E anche John Cena non può far altro che mostrare il suo rispetto per The Roman Empire, alzandogli il braccio al cielo e sussurrandogli qualcosa nell'orecchio. Reigns apprezza e si avvia verso gli spogliatoi. Lo sconfitto lo fa solo successivamente, dopo aver fatto un inchino al pubblico, aver ricevuto il coro "thank you Cena" e anche qualche fischio.

Roman Reigns sconfigge John Cena.

Neville (C) vs Enzo Amore

Cruiserweight Championship Match

Penultimo incontro in programma, quello valido per la cintura dei pesi leggeri: il campione Neville contro lo sfidante Enzo Amore, che fa come sempre il suo scenografico ingresso nell'arena nel tripudio generale. The King of Cruiserweight domina l'incontro, il gangster certificato rischia due volte di essere contato fuori dal ring. Poi subisce un Superkick devastante, ma non è sufficiente per concludere il match.

Neville sembra giocare al gatto con il topo, poi decide di salire sulla terza corda per il suo Red Arrow. Ci ripensa e va con la Phoenix Splash, ma ci mette troppo tempo ed Enzo riesce ad evitare e ribaltare la situazione con una DDT dalla terza corda.

Non basta però per il conteggio di tre. Enzo scende dal ring, va a prendere la cintura e la porta sopra. L'arbitro gli dice di consegnargliela, perché se dovesse usarla contro Neville sarebbe squalificato. L'italo-americano accetta, ma quando il direttore di gara si volta per andarla a mettere a posto rifila un calcio nelle parti basse a Neville. L'arbitro non si accorge di niente, Enzo va con un Roll-up e si prende la vittoria, diventando così il nuovo campione dei pesi leggeri.

Enzo Amore batte Neville e diventa il nuovo Cruiserweight Champion.

Brock Lesnar (C) vs Braun Strowman

Universal Championship Match

Ci siamo. È il momento del Main Event di No Mercy, l'Universal Championship Match tra il campione Brock Lesnar e lo sfidante Braun Strowman. The Beast entra per secondo, accompagnato come sempre dal suo avvocato Paul Heyman e va subito faccia a faccia con l'ex membro della Wyatt Family. È la prima volta che i due si affrontano in un Single Matche e la sfida parte fortissimo, con il campione che esegue il suo primo Suplex, ma viene contraccambiato con una Chokeslam e Powerslam a seguire.

La reazione di Lesnar è affidata a un tentativo di F5 eluso da Strowman, che si carica Brock e lo schianta da una parte all'altra del ring, fino a quando l'Universal Champion non lo fa finire contro il paletto scansandosi. Lesnar ne approfitta per applicare una Kimura Lock. Braun si salva riuscendo a toccare la corda e poi esegue una Spinebuster.

Strowman è molto provato, Brock lo capisce e parte con i Suplex: sono ben 5 di seguito, ma non bastano per eseguire la F5, che Braun trasforma in una Powerslam. Entrambi restano a terra, il primo a rialzarsi è lo sfidante che esegue ancora un'altra Powerslam, ma il conteggio si ferma a due. Brock Lesnar si rialza e questa volta riesce ad assestare la F5 sul Mostro che cammina tra gli uomini. Ed è una mossa devastante, che porta al conteggio di tre e alla conseguente vittoria del campione.

Brock Lesnar batte Braun Strowman e resta Universal Champion.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.