Premier League, Guardiola e le indicazioni "tattiche" al raccattapalle

Al City di Pep tutti devono impegnarsi al massimo e accelerare il ritmo. Nessun escluso: nemmeno se si tratta di un giovane raccattapalle.

L'allenatore del Manchester City Guardiola

1k condivisioni 6 commenti

di

Share

Nell'ultima giornata di Premier League il Manchester City ha affrontato e travolto il Crystal Palace battendolo per 5-0. A una prima lettura, sembrerebbe una partita perfetta per la squadra di Guardiola. Ma non è andata così.

Il primo tempo è stato combattuto ed equilibrato e solo al 44' i padroni di casa sono riusciti a portarsi avanti con il gol di Sané. Inutile aggiungere che l'allenatore catalano non era affatto soddisfatto dell'atteggiamento dei suoi, soprattutto per un'inconsueta lentezza nel far girare la palla.

Guardiola ha subito criticato questa assenza di dinamismo. Tutti gli elementi della sua squadra devono impegnarsi al 100%, nessuno escluso.

Se c’era un fallo a nostro favore, nessuno andava a prendere la palla per incominciare subito l’azione. Passavano 5 o 10 secondi prima che qualcuno recuperasse il pallone e si iniziasse a giocare. Quando ciò accade, tutta la manovra viene rallentata, il raccattapalle era lento e di conseguenza lo eravamo anche noi.

Premier League, Guardiola e le indicazioni "tattiche" al raccattapalle

Proprio così. E infatti durante il match, dalla panchina dei Citiziens, Guardiola si è avvicinato al giovane raccattapalle per chiedergli personalmente di accelerare le operazioni di recupero dei palloni, in modo che tutti i giocatori potessero beneficiarne.

Chissà se questo gesto, così poco usuale sui campi di calcio, ha convinto i giocatori del City a impegnarsi di più. Sta di fatto che nel secondo tempo la squadra è rientrata con un nuovo spirito e ha sigillato il risultato con la doppietta di Sterling e i gol di Aguero e Delph. La squadra di Guardiola mantiene così il primato in classifica insieme allo United di Mourinho. La guerra di Manchester per la conquista della Premier League è appena iniziata.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.