Celtic, Griffiths si soffia il naso con una bandierina dei Rangers

Nel derby di Glasgow il numero 9 è andato a segno insieme a Rogic. A rubare la scena è stata la sua provocazione che ha fatto infuriare i tifosi avversari.

1k condivisioni 18 commenti

di

Share

Che sia una rivalità senza fine, è un dato di fatto. Che possa arricchirsi di volta in volta di nuovi risvolti, è un elemento figlio dei risultati del campo e dell'imprevedibiità dei suoi protagonisti. Il derby di Glasgow tra Rangers e Celtic giocato sabato ad Ibrox Park e vinto per 2-0 dalla formazione ospite è stato caratterizzato da un episodio che ha visto in copertina il numero 9 dei "Bhoys": Leigh Griffiths.

Autore del centro del raddoppio, che ha chiuso i giochi in favore del Celtic dopo il vantaggio di Rogic, Griffiths ha offerto ai suoi tifosi un'immagine iconica. Nel corso del secondo tempo, in occasione di un calcio d'angolo per la formazione ospite, ha ben pensato di soffiarsi il naso con una bandierina e lasciarvi su un "ricordino". Piccolo dettaglio: sulla bandierina c'era lo stemma dei Rangers.

La scena non è passata inosservata ed è presto stata commentata da migliaia di utenti su Twitter. L'attaccante scozzese classe 1990, a segno al 65' per lo 0-2, è stato subissato di critiche da parte dei tifosi dei Rangers, mentre si è preso un posto d'onore nei cuori dei supporters del Celtic. Tutto merito del fascino offerto da una sfida speciale come l'Old Firm.

Old Firm, Griffiths fa infuriare i Rangers: l'attaccante del Celtic si soffia il naso con una bandierina

Già nel dicembre 2016, Leigh Griffiths aveva fatto parlare di sé dopo un Old Firm: dopo la vittoria per 2-1 ad Ibrox Park, festeggiò legando a fine partita una sciarpa biancoverde al palo di una delle porte. Griffiths è solo l'ultimo protagonista di una serie di calciatori sopra le righe che hanno legato la propria immagine al derby di Glasgow tra Celtic e Rangers. Nel 2006 il portiere del Celtic Artur Boruc si fece il segno della croce sotto la curva degli avversari: ne uscì con un ammonimento giudiziario per aver provocato la folla. Imprevisti all’ordine del giorno, figli della memoria di ferro di due tifoserie che non si lasciano alle spalle gli screzi di oltre un secolo. Protestanti contro cattolici, unionisti contro indipendentisti, ceto popolare contro borghesia rampante. 

Old Firm, a Glasgow sorride il Celtic: Rangers battuto per 2-0 ad Ibrox Park
Old Firm, a Glasgow sorride il Celtic: Rangers sconfitto per 2-0 ad Ibrox Park

Oltre al danno la beffa: gol e provocazione per il bomber biancoverde. Ma la storia dell’Old Firm, tornato in auge dopo il periodo vissuto nelle serie minori tra il 2012 e il 2016 in seguito al fallimento societario, è sempre stata condita da episodi simili. La vittoria di Ibrox Park, intanto, ha fatto volare il Celtic: dopo sette turni di Scottish Premiership, la formazione allenata da Brendan Rodgers guida la classifica a quota 19 punti, a +8 sui rivali cittadini.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.