Napoli, Milik: intervento perfettamente riuscito. Ora il mercato

L'operazione è perfettamente riuscita, ma il nuovo infortunio al ginocchio del centravanti polacco suggerisce il ritorno sul mercato: Inglese potrebbe arrivare a gennaio.

Arkadiusz Milik, centravanti del Napoli: dopo il suo infortunio, si pensa a un sostituto

1k condivisioni 9 commenti

di

Share

Dal suo arrivo in Italia, Arkadiusz Milik non è certo accompagnato dalla buona sorte. Il centravanti polacco del Napoli ha rimediato nella sfida vinta per 3-2 sulla SPAL la rottura del crociato del ginocchio destro che lo dovrebbe tenere fuori dai campi per sei mesi. Milik è tornato così sotto i ferri a un anno di distanza dalla rottura totale del crociato del ginocchio sinistro rimediata nel mese di ottobre del 2016 mentre era aggregato con la Nazionale. Di seguito il comunicato sull'operazione:

Il Professor Mariani ha completato a Villa Stuart l'intervento al ginocchio destro di Arek Milik. Non si è trattato di una lesione isolata ma complessa, e l'intervento è perfettamente riuscito. Il ginocchio è stato rinforzato e l'attaccante azzurro tornerà in tempi simili a quelli dello scorso infortunio. 

L'infortunio è maturato nel finale di gara e ha subito provocato grande preoccupazione nei calciatori del Napoli. Le mani tra i capelli di Dries Mertens al momento del ko sono il manifesto della situazione. Messa alle spalle l'operazione, Milik inizierà un altro lungo percorso riabilitativo. 

I compagni di squadra non hanno fatto mancare a Milik il loro sostegno sui social: su tutti Pepe Reina, che ha augurato all'attaccante di tornare più forte di prima. Nei fatti, alle cessioni di Pavoletti al Cagliari e Zapata alla Sampdoria negli ultimi giorni del calciomercato estivo, non ha corrisposto l'arrivo di un altro centravanti fisico in rosa: così nel ruolo oggi a disposizione di Maurizio Sarri c'è il solo Mertens.

Calciomercato Napoli, Milik ko: si pensa a Gilardino e Inglese

In poco più di una stagione all'ombra del Vesuvio, Milik ha dimostrato il suo fiuto per la rete, pur condizionato dagli infortuni: in 26 presenze tra Serie A e Champions League, ha messo a segno ben 11 reti. Un contributo del quale probabilmente Sarri ora dovrà fare a meno per buona parte della stagione 2017/2018. La società partenopea potrebbe così pescare una soluzione tampone tra gli svincolati, in una lista nella quale spicca il 35enne Alberto Gilardino, reduce da una stagione da dimenticare tra Empoli e Pescara: le quasi 200 reti realizzate tra i professionisti rappresentano però una garanzia. 

Dall'usato sicuro al presente: quello incarnato da Roberto Inglese. L'attaccante classe 1991, determinante nella vittoria del Chievo Verona sul campo del Cagliari, è stato acquistato dal Napoli nell'ultimo giorno di trattative del calciomercato 2017 per poi vedersi "parcheggiato" per un'altra stagione in Veneto. Inglese non potrà però essere utile alla causa del Napoli almeno fino a gennaio, quando il presidente De Laurentiis potrà riportarlo in anticipo al San Paolo grazie a una clausola “precauzionale” concordata con il club clivense. Nell'attesa, con un calendario fitto di impegni che già domani presenta la sfida interna al Feyenoord, Sarri potrebbe puntare su una soluzione interna: l'avanzamento al centro dell'attacco del franco algerino Adam Ounas. Un altro "falso nueve" per dimenticare Milik. Almeno per un po'.

Napoli, dopo l'infortunio di Milik Maurizio Sarri cerca soluzioni per l'attacco
Napoli, Maurizio Sarri cerca soluzioni per l'attacco dopo il ko di Milik

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.