Cavani rifiuta l'offerta di 1 milione per lasciare i rigori a Neymar

L'uruguayano ha detto no al "premio" proposto dal club e i compagni di squadra sono con lui. Adesso il rischio di frattura col brasiliano è reale.

2k condivisioni 111 commenti

di

Share

Un po' di zucchero? No, grazie. Edinson Cavani ha risposto così all'offerta del Paris Saint-Germain. Il club è preoccupato per la situazione che si sta creando fra i suoi galli nel pollaio dopo l'increscioso finale del match contro il Lione, vinto sì sul campo, ma guastato dalle discussioni fra l'uruguaiano e Neymar su chi dovesse battere punizioni e rigori oltre che dai pericolosi incroci negli spogliatoi.

Sì, perché non contenti dello spettacolo offerto in campo, i due attaccanti erano quasi venuti alle mani a fine gara, bloccati dall'intervento di Thiago Silva, mentre gli altri compagni e la società cercavano di sdrammatizzare l'accaduto con la stampa.

Nel frattempo una "provvidenziale" ferita a un piede ha messo fuori gioco il brasiliano per il match di sabato scorso a Montpellier - terminato 0-0 - consentendo al club di evitare altri faccia a faccia in campo ed estendendo i tempi per trovare una soluzione salomonica.

Cavani rifiuta 1 milione per lasciare i rigori a Neymar

C'è un problema? Lo risolvo io. Al Khelaifi, lo sceicco proprietario del Paris Saint-Germain non ama le discussioni: secondo El Pais è intervenuto a modo suo nella questione. Vincendo la classifica dei marcatori della Ligue 1 Cavani si aggiudicherebbe un bonus di 1 milione? Bene, il milione glielo diamo lo stesso, subito, e lui lascia che sia Neymar a tirare i rigori.

Cavani e i rigori
Cavani non ha accettato di lasciare i rigori a Neymar

Lo spogliatoio è col Matador

Semplice, no? A Cavani però il ruolo del signor Bonaventura non garba e non ha accettato lo zuccherino: il rigorista sono io e i soldi me li voglio guadagnare. Anche tirando rigori e punizioni. Semplice, no? Mica tanto per il club, che ora è punto a capo. Trovare una soluzione non sarà facile, anche perché il Matador è uomo spogliatoio e la squadra è con lui.

Cavani e Neymar
L'immagine che il Paris Saint-Germain vorrebbe presto rivedere: Cavani e Neymar abbracciati dopo un gol

Da una parte c'è lo zoccolo duro, quelli che sono al Paris Saint-Germain da anni, dall'altra Neymar e Dani Alves, accusato da Forlan di essere lo zerbino del suo connazionale. Intanto O'Ney è volato in Inghilterra per la Settimana della moda di Londra, lasciando a Emery e al direttore sportivo Antero Henrique il compito di trovare una soluzione. Urge serenità: la prestazione di Montpellier è un campanello d'allarme.

Vota anche tu!

Chi ha ragione sulla questione dei rigori, Cavani o Neymar?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.