Retroscena Ribery: fu a un passo dallo United, ma Ferguson lo bocciò

Franck Ribery è stato a un passo dal vestire la maglia del Manchester United nel 2006. L'esterno ex Marsiglia fu però bocciato da Sir Alex Ferguson.

Franck Ribery con indosso la maglia del Marsiglia

548 condivisioni 4 commenti

di

Share

E se Franck Ribery avesse vestito la maglia del Manchester United? No, non siamo in preda ad alcun vaneggiamento domenicale. L'esterno offensivo transalpino, oggi perno e leader del Bayern Monaco, avrebbe potuto concretamente calcare il prato di Old Trafford con la maglia più gloriosa della Premier League addosso. Correva l'anno 2006 quando Sir Alex Ferguson, all'epoca manager dei Red Devils, assistette alla performance - probabilmente opaca - di un poco più che ventiduenne ala transalpina in Bolton-Marsiglia, sfida valida per l'andata dei sedicesimi di finale di Coppa UEFA e disputata il 15 febbraio del 2006.

Nella cornice del Reebok Stadium, Ribery si trovò invischiato tra i tatticismi di uno 0-0 che si sarebbe rivelato, soltanto 9 giorni dopo, oro colato per i francesi. Tra gli spalti dell'impianto di Bolton c'era come detto Ferguson, il quale giudicò inadeguato il primo tempo disputato dall'ex Galatasaray. "Non è forte abbastanza per il Manchester United", queste le parole del tecnico scozzese, riportate da Alastair Campbell tra le colonne del Sunday Times. L'ex portavoce di Tony Blair, nonché illustrissima penna a sfondo politico del giornalismo d'oltremanica, svela dunque uno dei retroscena più insospettabili del calcio inglese.

Soltanto un anno dopo Franck Ribery si accasò al Bayern Monaco per 25 milioni di euro. Peccato però che l'intuizione di Ferguson si rivelò assai errata già dalla gara di ritorno tra Bolton e Marsiglia: al Vélodrome infatti l'esterno offensivo si rivelò mattatore dell'incontro, risultando decisivo con una sua rete nel 2-1 che valse alla propria squadra la qualificazione agli ottavi di finale di Coppa UEFA - nella stessa stagione in cui "Scarface" venne eletto giocatore dell'anno in Ligue 1 -.

Manchester United: Ribery e il pentimento di Ferguson

Non che Sir Alex Ferguson c'abbia impiegato poi tanto a piangere lacrime di coccodrillo per il mancato arrivo di Ribery: dopo esser stato vicino all'acquisto del giocatore per una cifra inferiore da quella poi spesa dal Bayern, lo scozzese pensò bene di tornare sui suoi passi. Nell'estate del 2009 infatti i Red Devils presentarono al club teutonico un'offerta da 70 milioni di euro, utili - nelle idee dei dirigenti britannici - a portare l'allora ventiseienne in Inghilterra, facendone l'erede di un Cristiano Ronaldo pronto ad accasarsi al Real Madrid. Peccato però che i bavaresi risposerò picche, con il Manchester United che si ritrovò orfano di CR7 e pronto a disputare una stagione fallimentare per gli standard dell'epoca, con la sola Coppa di Lega conquistata ed un secondo posto in Premier League che seppe di disfatta. Chissà che, col senno di poi, Ferguson non si sia battuto il petto pensando a quel dannato 2006.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.