Liga, poker Espanyol al Deportivo: seconda vittoria per i catalani

La formazione di Quique Sanchez Flores si impone grazie a Leo Baptistao, a un autogol di Arribas e a una doppietta di Gerard Moreno. Inutile la rete di Borges.

85 condivisioni 2 commenti

di

Share

Nella partita di mezzogiorno della sesta giornata di Liga, l'Espanyol batte 4-1 in casa il Deportivo e si porta a quota 8 in classifica, mentre la formazione di Pepe Mel rimane a 4. Ad aprire il match Leo Baptistao e un autogol di Arribas nella prima metà del primo tempo, mentre è Borges a dare speranza ai suoi nella ripresa. Ma nel finale una doppietta di Gerard Moreno chiude i giochi e regala tre punti importanti a Quique Sanchez Flores.

La cronaca di Espanyol vs Deportivo

Dopo cinque minuti di gioco l'Espanyol passa subito in vantaggio. Bella azione palla a terra della squadra di Quique Sanchez Flores, arrivata sul fondo con Victor Sanchez Mata che la mette in mezzo dove c'è Leo Baptistao, perfetto nel colpo di testa a battere Pantilimon e a segnare il suo secondo gol in questa Liga, il primo al Cornella-El Prat dal dicembre 2016 (quando colpì contro lo Sporting Gijon).

Non c'è molta reazione da parte del Deportivo, timido e impacciato nel palleggio a centrocampo. Il primo squillo della formazione di Pepe Mel è un mancino da fuori tentato da Cartabia, terminato sul fondo senza creare troppe preoccupazioni a Pau Lopez.

Al 23' si torna dall'altra parte per il gol del 2-0 dei padroni di casa: su calcio d'angolo battuto da Pablo Piatti, Gerard Moreno la spizza con un bel movimento sul primo palo prima del tocco decisivo di Arribas che la mette nella propria porta. Per il difensore del Depor trattasi del quinto autogol in 172 partite di Liga.

Questa volta la reazione degli ospiti è migliore, e per poco Emre Colak non trova un gran gol con il mancino al volo. Ancora il turco ci riprova al 32' e ancora con il sinistro, ma dopo una deviazione la palla viene respinta benissimo da Pau Lopez.

La ripresa

Rientra in campo decisamente meglio il Deportivo rispetto all'Espanyol. La squadra di Pepe Mel, infatti, si rende pericolosissima prima con Guilherme (tutto solo in area calcia malissimo con il sinistro), poi con Cartabia di potenza, ma Pau Lopez ancora una volta è attento e sventa la minaccia.

Il portiere spagnolo però non può nulla al 53', quando Luisinho scappa via sulla sinistra e la mette dentro per il colpo vincente (seppur rocambolesco) di Borges, che fa 2-1 e riapre tutto. Gli ospiti insistono per tutto il secondo tempo, non trovando però l'occasione giusta per pareggiare. Anzi, al 72' subiscono il 3-1 su calcio di rigore di Gerard Moreno, dopo il fallo in area di Arribas (giornata nerissima per lui) ai danni di Granero.

Nel finale i catalani rischiano di dilagare, andando vicini al gol in più di un'occasione. La chance più pericolosa capita sui piedi di Sergio Garcia, che a tu per tu con Pantilimon tenta un difficile pallonetto che per poco non trova la porta. A chiudere definitivamente il match sul 4-1 ci pensa ancora Gerard Moreno, imbeccato molto bene da Leo Baptistao in area di rigore.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.