Eredivisie, poker di Locadia: il PSV capolista strapazza 7-1 l'Utrecht

Show di Locadia che segna un poker, i Boeren dilagano 7-1 al Galgenwaard di Utrecht. La squadra di Cocu scavalca il Feyenoord ed è primo in Eredivisie.

319 condivisioni 0 commenti

di

Share

Grandissima partita del PSV Eindhoven al Galgenwaard che stravince 7-1 su un campo difficile. I Boeren annichiliscono l'Utrecht grazie all'intesa stellare della "doppia L" formata da Locadia e Lozano e salgono in vetta in solitaria alla classifica di Eredivisie, in attesa della sfidatra AZ ed Excelsior.

Con questa vittoria la squadra di Cocu (in campo con la seconda maglia nera con bordo giallo fluo) sale a 15 punti e stacca il Feyenoord, che ha perso il primato dopo due sconfitte consecutive. Una proprio contro i Boeren nel De Topper di settimana scorsa al Philips Stadion, mentre sabato la squadra di van Bronckhorst è caduta clamorosamente al De Kuip per 2-0 contro il NAC Breda. Gli uomini di Erik ten Hag, nonostante il risultato impietoso, giocano un primo tempo coraggioso ma pagano a caro prezzo la prestazione negativa di Braafheid e della difesa in generale, rimanendo invischiati a metà classifica con 9 punti.

Jurgen Locadia invece è autore di una prova maiuscola segnando una quaterna e servendo con il sinistro l'assist per il gol di Lozano. Van Ginkel dal dischetto realizza la rete del momentaneo 5-1, e nel finale Bergwijn con uno slalom spettacolare segna il settimo gol per gli ospiti.

Il racconto di Utrecht v PSV Eindhoven: 1-7

Erik ten Hag manda in campo tre calciatori che in passato hanno militato in Serie A: Braafheid, Emanuelson e Bahebeck. Cocu invece sceglie un'inedita difesa a 5 con il terzetto centrale formato da Hendrix, Isimat-Mirin e Luckassen, quest'ultimo che avanza come regista in fase di possesso palla. La coppia d'attacco dei Boeren vede Jurgen Locadia e Hirving Lozano. Il messicano, soprattutto, ha avuto un impatto devastante ed è diventato il primo giocatore del PSV Eindhoven a segnare consecutivamente nelle prime tre giornate d'Eredivisie, ma aveva saltato il De Topper a causa dell'espulsione rimediata contro l'Heerenveen.

Partita avvincente e ritmi altissimi già nel primo tempo. I padroni di casa cominciano meglio e al 7' creano la prima chance con Janssen che pesca Braafheid. L'azione è confusa e il pallone entra in area carambolando sui piedi di Bahebeck, ma la conclusione dell'attaccante francese viene rimpallata. Due minuti più tardi ed è ancora una grande azione per gli Utreg: Emanuelson pesca Dessers con un lancio telecomandato dai 40 metri, il numero 11 lascia rimbalzare la sfera per poi calciare con il sinistro ma colpisce in pieno la traversa. L'Utrecht è sempre pericoloso e al 12' sfiora il gol con un cross dalla sinistra di Braafheid per Bahebeck, ma il colpo di testa dell'ex Pescara sorvola la porta difesa da Zoet.

Il PSV Eindhoven è più cinico e, a sorpresa, passa in vantaggio al 15'. L'azione parte da Luckassen che rischia di perdere palla ma riesce a verticalizzare per Lozano, che controlla e con il destro batte a botta sicura trova un grande riflesso di Jensen ma sul tap-in Locadia è il più lesto di tutti a ribattere in rete per l'1-0. Il risultato però ritorna in situazione di parità dopo pochi minuti. È il 21 e Bahebeck entra in area dei Boeren ma viene cinturato da Isimat-Merin: per l'arbitro non ci sono dubbi è calcio di rigore. Dal dischetto si presente Zakaria Labyad che incrocia il tiro e realizza il gol dell'ex. I padroni di casa hanno subito l'opportunità del raddoppio ma van de Streek si presenta a tu per tu con Zoet, su un grande spunto di Ayoub, e si divora il gol del 2-1.

Gli ospiti allora prendono campo e reagiscono con un super Lozano. Il messicano è imprendibile e al 35' serve un pallone morbido per Gaston Pereiro, ma il centrocampista non è cinico e la palla carambola fuori. La squadra di Cocu però ritorna in vantaggio al 40': van de Streek non controlla e serve involontariamente per Locadia, che crossa teso sul secondo palo dove Lozano batte Jensen. È il quarto gol in Eredivisie per il messicano che è sempre più protagonista con i Boeren. Nel finale di primo tempo l'Utrecht ha immediatamente l'occasione per portarsi in parità con Dessers ma la sua conclusione non è fortunata e si stampa sulla traversa.

Poker di Locadia

Gli ospiti iniziano la ripresa sfiorando il gol con Gaston Pereira, che per la seconda volta buca il tentativo su un invito di Santiago Arias. Ma passano soltanto pochi minuti e al 49' la squadra di Cocu riesce a segnare la terza rete. Disastro della difesa degli Utreg che non scatta bene in fuorigioco, ne approfitta Locadia che fa doppietta: il suo destro è deviato da Jensen, la palla trova la traversa e poi supera la rete.

Eredivisie 6ª giornata: Utrecht v PSV Eindhoven

Ten Hag spariglia le carte e toglie Bahebeck e Dessers per Kerk e Görtler. L'impatto del numero 27 è positivo e prova a suonare la carica per i suoi con due occasioni altrettanti minuti. La prima con il mancino è neutralizzata da Zoet mentre la seconda con il destro, su spunto di Ayoub, termina fuori. Al 65' arriva una tegola per Cocu che deve sostituire Luckassen per infortunio. Il ginocchio del difensore ex AZ fa una torsione innaturale, comunque prova a stringere i denti ma è costretto a fermarsi e lasciare il campo a Pablo Rosario.

Il cambio però arriva dopo il poker dei Boeren firmato da Locadia, che riceve l'assist di Hendrix e con il sinistro realizza la tripletta. È un'esultanza speciale per l'attaccante classe 1993, che non segnava tre gol in una partita dal giorno del suo debutto in prima squadra contro il VVV-Venlo.

Nel finale di gara gli Utreg staccano la spina e gli ospiti infieriscono con altri tre gol. Due arrivano da calcio di rigore: il primo a presentarsi sul dischetto è van Ginkel che fredda Jensen con il destro, mentre il secondo se lo guadagna Locadia (Troupeé nel fallo si becca l'espulsione e lascia i suoi in 10) e realizza un poker favoloso. Allo scoccare del 90' c'è gloria anche per Bergwijn. L'azione dell'attaccante classe 1997 è spettacolare: va via in slalom a quattro giocatori e scarta anche il portiere per il definitivo 7-1. Finisce così al Galgenwaard con il PSV che è la nuova capolista.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.