Liga, il Real Madrid scala a fatica l'Alaves 2-1: Ceballos-show

Il Real Madrid vince a Mendizorrotza grazie alla doppietta di Dani Ceballos. In mezzo il gol di Manu Garcia che firma la prima rete in campionato dell'Alaves.

876 condivisioni 14 commenti

di

Share

La partita dell'urgenza: il Real Madrid raccoglie i 3 punti per risalire velocemente la classifica, contro un Alaves che ha voglia di fare bella figura prima dell'arrivo del suo nuovo allenatore, con una gara gagliarda, ordinata, paziente. 

L'Alaves ha vissuto un inizio di stagione shock: Zubeldia ha pagato con la panchina l'assenza totale di punti in 5 partite. Verrà sostituito da Gianni De Biasi: in panchina contro i Blancos va Cabello, che fa di tutto per mettere in difficoltà Zidane. 

Alla fine Dani Ceballos, spesso il sesto-settimo nella considerazione dell'allenatore francese, la risolve con una doppietta. L'ex Betis snocciola una prestazione maiuscola che vale 3 punti vitali. In una parola, semplicemente urgenti. 

Tra Real e Alaves il protagonista è Dani Ceballos
Dani Ceballos protagonista nella gara tra Alaves e Real Madrid

L'Alaves trova il primo gol, ma è Dani Ceballos show

Niente Enzo Zidane, il papà non potrà assistere ad un suo match dalla panchina. E forse è stato meglio così. Niente 'carrambata', e l'Alaves prova subito a far paura: l'ex Barcellona Munir viene pescato davanti, prova il diagonale. Fuorigioco, dubbio. Dopo qualche minuto, i padroni di casa provano su calcio d'angolo ad impensierire ancora Zidane: Keylor Navas salva tutto, niente rigore per fallo su Ely, nonostante le richieste urgenti del Mendizorrotza. Al 10' il Real Madrid timbra il cartellino: all'esordio stagionale da titolare Dani Ceballos trova un rimpallo all'ingresso dell'area e fredda Pacheco. 1-0 per il Real Madrid. L'Alaves prova a giocarsela con pazienza, non subisce del tutto il contraccolpo, nonostante la grande qualità degli uomini di Zidane: triangolo tra Cristiano Ronaldo, Isco e Lucas Vazquez, che conclude alto. Pacheco, estremo difensori dei padroni di casa, si supera su Nacho, sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Forse doveva andare proprio così: quando il Real sembra in totale controllo, Manu Garcia segna il pareggio, l'1-1. Proprio lui, il capitano, va a siglare di testa su cross teso di Munir il primo gol in questa Liga dell'Alaves. Tutta la stranezza del calcio: dopo 5 giornate a secco, la squadra di Cabello va a segno proprio contro i campioni di Spagna. Ma Zidane dovrà pagare una cena a Ceballos: Pacheco esce piuttosto male su Cristiano Ronaldo, proprio l'ex Betis scodella in rete da fuori area il 2-1.  Prima da titolare, doppietta a pochi secondi dal break tra primo e secondo tempo: è Dani Ceballos-show!

Doppio paloAlaves, quanto rischia il Real

Nella ripresa subito un'occasione chiara per il Real Madrid, dopo un calcio d'angolo per l'Alaves, pericoloso con Ely: Cristiano Ronaldo fa fatica a dare un segnale forte, prova una conclusione con tutto l'agio possibile, ma nulla di fatto, è fuori. Altro tiro, sempre fuori, CR7 sembra insoddisfatto, come se avesse qualcosa che gli gira storto. Isco ha l'occasione per chiudere l'incontro: aggancia un lancio lungo, è a tu per tu contro Pacheco, che lo ipnotizza e devia in angolo. Il Real sembra in controllo, nonostante la paziente e laboriosa reazione dell'Alaves: Ronaldo si desta dal torpore, 1 contro 1 sull'esterno, entra in area di prepotenza e spara a rete un sinistro a giro che si stampa sul palo. Tante interruzioni nel secondo tempo, scintille a zampillare spesso. Manu Garcia lavora di gomito su Vazquez, senza essere visto dall'arbitro, con conseguente reazione dell'esterno. Il Madrid continua a concedere, e a non chiuderla: Pedraza prova la conclusione, deviata da Varane, che colpisce la traversa, pareggiando il conto, almeno dei legni.

Ancora Real, ancora lontana dalla rete, nonostante un'occasione clamorosa: Isco controlla un pallone pazzesco, Pacheco devia malamente il cross e Sergio Ramos, solo sul dischetto, a porta sguarnita, la butta altissima. E la notizia resta: l'Alaves è ancora in partita. Varane sbaglia tutto e serve l'assist ancora per Pedraza, che riesce a concludere superando Keylor Navas in uscita, colpendo di nuovo il palo. Nel finale solo Real, che tiene il pallone lontano dai rischi, anche alle due occasioni firmate Vazquez e Cristiano Ronaldo, con doppio intervento di Pacheco (poco preciso in molte altre occasioni).  Solo un brivido: contatto in area Nacho-Alexis, continuano a rischiare i Blancos. Fino alla fine, sinistro di Asensio che non va a segno ed è triplice fischio: il Real Madrid vince 2-1 contro l'Alaves in trasferta. L''obiettivo scalata al Barcellona è ancora lontano, ma da qualche parte bisogna pur iniziare. E, con l'idea di arrivare in cima, cosa c'è di meglio di una seria, complicata scalata?

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.