Bundesliga, l'Hoffenheim sogna in grande: 2-0 allo Schalke

Nagelsmann batte Tedesco nella sfida tra gli allenatori più giovani del campionato.

190 condivisioni 0 commenti

di

Share

Nella sfida tra i più giovani, vince il più giovane. E l'Hoffenheim sogna, se possibile anche più della scorsa, straordinaria stagione. Il 30enne Julian Nagelsmann da una parte, il 32enne Domenico Tedesco dall'altra: la sfida della WIRSOL Rhein-Neckar-Arena era il duello tra i due baby allenatori della Bundesliga. Hanno avuto la meglio i padroni di casa: Schalke 04 battuto 2-0.

E fino alla vittoria del Borussia Dortmund (6-1 al Borussia Mönchengladbach), Sinsheim si è goduto la vetta solitaria. Quattro vittorie e 14 punti dopo 6 giornate (uno in più delle Vespe e del Bayern Monaco): chi pensava che i Kraichgauer fossero una meteora passeggera, avrà già capito di aver preso un abbaglio.

E secondo voi, chi poteva mai essere il protagonista principale del match? Dennis Geiger, il più giovane tra i ragazzi di Nagelsmann. Il 19enne nato a Mosbach (30 km da Sinsheim) decide il match dopo appena 13 minuti. In pieno recupero, al 93', arriverà poi il raddoppio di Lukas Rupp. Niente da fare per l'italiano Tedesco, contro la sua ex squadra: appena una stagione fa, era lui il mister dell'Under 19 dell'Hoffenheim.

Bundesliga, Hoffenheim v Schalke: il "giovane duello"

Ex compagni di corso, ex colleghi nelle giovanili dell'Hoffenheim. E 62 anni in due: non esiste un duello più "giovane" di Nagelsmann vs Tedesco. Appena qualche anno fa condividevano l'automobile per frequentare le lezioni da provetti allenatori, ora si sfidano in Bundesliga. In questa prima volta da avversari, è Julian a festeggiare. Tutto merito di Geiger, stellina del vivaio locale di appena 19 anni. Alla quarta da titolare in campionato, il giovane centrocampista si regala la prima rete da professionista: è il 13' quando riceve fuori area da Amiri, finta di mirare a giro sul secondo palo e batte Fährmann sull'altro angolo.

Lo stesso portiere e capitano dello Schalke aveva compiuto un miracolo un paio di minuti prima: paratona con la mano sinistra aperta sul colpo di testa di Nordtveit. L'inizio dei padroni di casa, insomma, è un'onda d'urto per i Knappen. Solamente passata la mezz'ora, gli ospiti risponderanno presente con la prima occasione creata da Konoplyanka: destro a giro da fuori area, diventerà un leit motiv della ripresa.

Nagelsmann si gode l'alta classifica

Già, perché nel secondo tempo lo Schalke sembra trasformato: l'ucraino è scatenato, solo la sfortuna impedisce che le sue parabole a giro portino al pareggio degli ospiti. La formazione di Tedesco prende coraggio, per buoni tratti costringe gli avversari nella propria trequarti. Il gol dell'1-1 però non arriverà mai, anzi: all'87 è Uth a festeggiare il raddoppio per i padroni di casa, prima che la bandierina del guardalinee si alzi a segnalare il fuorigioco. Il 2-0 arriverà poi al terzo minuto di recupero, con Lukas Rupp: altra mossa azzeccata da Nagelsmann, dopo l'infortunio nel primo tempo di Amiri. L'Hoffenheim conquista così altri tre punti e per qualche ora ha guardato tutti dall'alto in basso. Che la Bundesliga abbia una nuova, seria pretendente al titolo?

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.