Crollo Real Madrid, vince il Betis 1-0: rientro amaro per Cristiano Ronaldo

Cade in casa il Real Madrid, che per la prima volta dopo 73 gare rimane a secco. Segna l'ex Barcellona Sanabria, nonostante i 25 tiri dei Blancos.

3k condivisioni 195 commenti

di

Share

Era la gara del ritorno in Liga di Cristiano Ronaldo, all'esordio in campionato in questa stagione dopo la maxi squalifica ricevuta nell'andata della Supercoppa di Spagna. Col passare dei minuti è diventata una partita stregata, conclusa dal Real Madrid con zero gol, nonostante i venticinque tiri totali. Il Betis vince 1-0 grazie al gol di Sanabria: i biancoverdi salgono a quota 10 punti in classifica.

Lo stop delle Merengues è clamoroso perché in campionato, al Santiago Bernabeu, il Real Madrid non vince dalla scorsa stagione. I Blancos, inoltre, non riescono a segnare per la prima volta dopo 73 gare di fila, perdendo così l'occasione di superare il record del Santos di Pelé che era stato appena eguagliato.

È festa, invece, per il Betis, con Quique Setien che esce nuovamente imbattuto dalla casa del Real visto il 3-3 della passata stagione.

Il racconto di Real Madrid v Betis

Real Madrid-BetisCopyright GettyImages
Real Madrid v Betis

Senza Benzema, Zidane opta per il 4-3-1-2, con Isco dietro a Gareth Bale e Cristiano Ronaldo. Nel Betis partono dalla panchina Guardado e Joaquin, davanti c'è spazio per due vecchie conoscenze della nostra Serie A: l'ex Roma Antonio Sanabria e l'ex Fiorentina Cristian Tello.

Il Bernabeu aspetta Ronaldo, ma è proprio Sanabria a spaventare i tifosi di casa, con una conclusione respinta sulla linea dal tempestivo intervento di Carvajal. La prima occasione per il portoghese arriva al 10': sponda di Sergio Ramos e tacco di CR7 direttamente sul muro di maglie verdi.

La gara è divertente: gli uomini di Quique Setien sfiorano ancora il gol con il bolide di Camarasa. Un minuto dopo è Modric a impensierire Adan, dopo un bel coast to coast. Il croato si fa vedere nuovamente nell'area avversaria al 22', colpendo al volo su cross di Carvajal: palla che termina alta.

Al 34' è Keylor Navas il protagonista, deviando in angolo il tentativo di Fabian. L'ultima chance del primo tempo è di Isco, ma Adan risponde presente tuffandosi alla sua destra.

Cristiano Ronaldo non segna, Sanabria sì

Il punteggio a reti bianche rende più viva al Real Madrid la paura di eguagliare i tre pareggi casalinghi consecutivi del lontanissimo 1969. Col Barcellona a +6, la frustrazione si fa largo tra i calciatori Blancos: è evidente soprattutto dall'espressione di Ronaldo, che nel giro di sessanta secondi si mangia due grosse occasioni da gol (la prima scivolando). L'ultimo Pallone d'oro si traveste poi da assistman per Carvajal, ma anche in questo caso il vantaggio non arriva.

Al 67' Zidane inserisce Asensio per Isco, poi perde Marcelo per infortunio. Entrano anche Lucas Vazquez e Borja Mayoral (esce Modric), ma CR7 è ancora impreciso, e da buona posizione trova il... secondo anello del Bernabeu. Il più pericoloso è Bale, che con un tacco al volo impegna Adan: troppo poco per superare il portiere del Betis, senza dubbio il migliore in campo.

La beffa finale è rappresentata dal colpo di testa di Sanabria sul cross di Barragan: Navas è battuto, e l'ex Barcellona festeggia il primo gol in campionato.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.