Futsal, Bertoni: i segreti di chi va in finale Scudetto da otto anni

Dove c'è la finale scudetto c'è Edgar Bertoni. Come si prepara alla partita uno dei giocatori più conosciuti del futsal italiano.

Edgar Bertoni con la Luparense

370 condivisioni 1 commento

di

Share

Volete sapere con nove mesi d'anticipo una delle finaliste scudetto del campionato di futsal? Facile, anzi facilissimo: l'Acqua&Sapone. E il perché è ancora più semplice: la squadra di Città Sant'Angelo (comune della provincia di Pescara con appena 15 mila abitanti) ha acquistato Edgar Bertoni, un vero e proprio esperto in questo senso. Il giocatore nato il 24 settembre 1981 a Belo Horizonte – ma naturalizzato italiano - non ne salta una dal 2010, vincendo 5 scudetti nelle ultime 8 stagioni.  

Bertoni è in Italia dal '99, quando a 18 anni il Caserta decide di scommettere su di lui. Il primo titolo è la Coppa Italia nel 2006 con la Luparense, poi la parentesi all'Inter (la squadra più gloriosa di Spagna, dove ha giocato anche il compianto Rogerio). Al ritorno nel Belpaese, Bertoni è più forte di prima. Nel 2009, con la Marca inizia la serie clamorosa di finali scudetto consecutive. In quattro anni arrivano due tricolori, ma a metà della stagione 13-14 Bertoni torna alla Luparense e vince lo scudetto in gara-5 sul campo proprio dell'Acqua&Sapone (la sua attuale squadra).

La stagione successiva, il Kaos Ferrara aggiunge esperienza alla rosa acquistando Edgar, che – neanche a dirlo – ripaga la fiducia con la finale scudetto, che però si aggiudica il Pescara. Ma è solo questione di tempo. Altro giro, altra corsa. Nel 2015 è all'Asti, ed è di nuovo tricolore. Nella scorsa stagione, il terzo ritorno alla Luparense. Bertoni gioca gara-1 della finale con il Pescara, ma si infortuna e salta le due sfide successive. Torna alla quarta, quella decisiva, quella del suo quinto scudetto. In totale sono 12 i titoli messi in bacheca. Tra questi anche l'Europeo vinto nel 2003 con la maglia Azzurra, che ha avuto il piacere di indossare 100 volte. 

Futsal, Bertoni: i segreti di chi va in finale Scudetto da otto anni

Bertoni ha tre fratelli: Rodrigo, che quest'anno sarà protagonista con l'Eboli, e i gemelli Romulo e Christian. Edgar, il più piccolo, è un concentrato di tecnica e potenza esplosiva racchiusa in 90 chili per 1 metro e 80 di altezza. Lo stile di vita da lui adottato dovrebbe essere un modello per ogni atleta che si affaccia al mondo dello sport.

La sua dieta, che viene seguita da un nutrizionista, prevede sette pasti e sei litri d'acqua al giorno. Categoricamente vietati alcol e dolci. In più, oltre agli allenamenti, va in palestra tra le quattro e le cinque volte a settimana.   

C'è chi mi prende per matto, ma adesso anche qualche mio compagno mi segue. Se avessi conosciuto gli effetti di questo tipo di vita, avrei cominciato molto prima. 

E chissà cosa sarebbe diventato. L'obiettivo è raggiungere i due giocatori più scudettati della storia (Nora e Honorio, che ne hanno vinti sei). A Bertoni gliene manca uno. L'Acqua&Sapone ci spera, lui intanto non ha preso impegni per giugno.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.