UFC FN 117: infortunio per Shogun Rua, ufficiale Okami vs St-Preux

Mauricio Shogun Rua si fa male a meno di una settimana dal rematch con OSP, dando modo a Yushin Okami di tornare in UFC a quattro anni dall'ultima apparizione.

UFC newcomer Yushin Okami

36 condivisioni 0 commenti

di

Share

Si sa: nella vita, a volte, capita di avere una seconda opportunità. Che sia nell'amore, nel vissuto di tutti giorni o nel lavoro poco poco importa, l'occasione va colta così com'è. Sarà stato un po' questo il pensiero di Yushin Okami quando è stato richiamato da UFC. L'infortunio occorso a Mauricio "Shogun" Rua, infatti, gli ha concesso di tornare a combattere all'interno della promotion più importante al mondo in maniera inaspettata, dopo oltre quattro anni dall'ultima presenza nella più gloriosa gabbia ottagonale.

Il KO rimediato da Ronaldo "Jacaré" Souza fu infatti il pretesto ideale per licenziare uno dei fighter maggiormente noiosi di tutto il roster UFC dell'anno del Signore 2013. Tuttavia, dopo un lungo girovagare tra World Series of Fighting ed altre promotion minori, la chiamata per la redenzione sembra essere arrivata davvero. Poco importa se Okami dovrà esordire nella categoria dei massimi-leggeri - lui che è stato anche un welter - contro un top contender quale Ovince St-Preux: l'opportunità era davvero troppo grande per non essere colta.

Sta di fatto però che il Sol Levante, o più specificatamente Saitama, avrà la grandissima occasione di veder combattere all'interno dell'ottagono più famoso al mondo uno dei propri beniamini, e questo nonostante Shogun fosse ormai un giapponese d'adozione, visti i suoi gloriosi trascorsi nel ring del Pride Fighting Championship. Una main card, quella della notte tra venerdì 22 e sabato 23 settembre, che ci offrirà anche il debutto assoluto nelle MMA di un mostro sacro del K1 quale Gokhan Saki, oltre al ritorno in azione di due atleti di casa in cerca di rilancio quali Takanori Gomi e Teruto Ishihara, a cui si aggiunge anche il buon Mizuto Hirota.

Ben sei dunque i match della main card di Saitama, con un cambio all'ultimo minuto che potrebbe, chissà, regalarci uno spettacolo ancora più incerto ed interessante di quello che avremo visto originariamente. Non ce ne vorrà il buon caro vecchio Mauricio Rua, che avrà senza dubbio modo di continuare a lavorare sulla sua nuova scalata al titolo dei massimi-leggeri: con tutta probablità l'ultima della sua gloriosa carriera sportiva.

Lutar tem sido a minha vida há mais de 15 anos. É o que eu escolhi pra mim e o que amo fazer. Pra mim é muito difícil ter que sair de uma luta, muito mesmo, e aceitar que isso era a única alternativa viável não foi nada fácil. Infelizmente, ainda no começo desse Camp, machuquei meu joelho. Passei todo meu Camp fazendo tudo que estava ao meu alcance pra poder lutar no dia 23 de Setembro (22 no Brasil), e treinei o tempo todo na base de remédios, proteção no joelho, gelo e fisioterapia. Fui além do limite porque voltar a lutar no Japão é algo que eu sonhava há muito tempo, porque não queria decepcionar os fãs, e porque fui criado assim nas artes marciais pelo meu mestre. Já subi pra lutar lesionado diversas vezes na carreira, e não faltou esforço e tentativa. Mas Infelizmente todo o esforço só acabou por agravar as lesões, e chegou um momento em que a minha equipe e eu tivemos que aceitar que não haviam mais alternativas, e tive que sair da luta. Não foi fácil. Quero pedir desculpas ao meu adversário, já estive na mesma situação inclusive quando nos enfrentamos a primeira vez, e sei que nunca é fácil, e principalmente pedir desculpas ao público, especialmente a todos aqueles que estavam ansiosos aguardando essa luta. Vou cuidar da minha recuperação agora, curar minhas lesões e voltar mais forte. Os desafios são colocados na nossa frente todos os dias, e o que realmente importa é como a gente os enfrenta. Obrigado pelo carinho de todos. Fighting has been my life for more than 15 years. It's what I have chosen for myself, and what I love to do. For me it's really hard to have to step out of a fight, really difficult, and to accept that this was the only viable alternative wasn't easy at all. Unfortunately, still early in this camp, I injured my knee. I spent all Camp doing all within my reach to be able to fight on September 23rd, trained the whole time under medication, protection in my knee, ice and physical therapy. I went beyond my limit because fighting in Japan again is something I have been dreaming about for a long time... (Due to Instagram limitations, please visit my official Facebook page for the full English translation)

A post shared by Shogun Rua (@shogunoficial) on

UFC: pronti... alla pausa

Dopo un tour de force portato ormai avanti da diverse settimane, UFC è pronta a prendersi una brevissima pausa. Saranno infatti quattordici i giorni che separeranno la Fight Night nipponica da UFC 216, con il primo weekend di ottobre che ci darà modo di ricaricare le batterie in vista delle nuove spettacolari notti all'interno della gabbia ottagonale, che vivremo naturalmente sempre su FOX Sports, canale 204 di Sky!

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.