UEFA: domani la presentazione ufficiale della Nations League

Dal settembre 2018 partirà il nuovo torneo istituito per ridurre il numero delle amichevoli delle Nazionali europee: vi parteciperanno 55 squadre ogni 2 anni.

1k condivisioni 52 commenti

di

Share

Domani la UEFA presenterà ufficialmente uno dei suoi nuovi progetti più ambiziosi, cioè la Nations League, torneo per Nazionali europee la cui prima edizione partirà dal settembre del 2018 e terminerà poco meno di un anno dopo, nel giugno del 2019.

Le discussioni sulla creazione di un nuovo torneo simile erano iniziate già nel 2011 per merito dell'ex presidente Platini, che a quel tempo era ancora in carica. L'obiettivo principale del UEFA è quello di dare maggiore risalto alle partite delle squadre nazionali, mettendo dei punti in palio negli incontri giocati durante il periodo dell'anno normalmente dedicate ai club e diminuendo quindi il numero delle amichevoli.

A Ginevra ci sarà la presentazione di questa nuova competizione che avrà cadenza biennale e a cui parteciperanno 55 Nazionali di tutto il continente. Domani saranno dati maggiori dettagli sulla Nations League e su come il torneo si intreccerà con le qualificazioni per l'Europeo 2020.

UEFA, domani la presentazione della Nations League

La Nazionale tedesca
La Germania sarà una delle squadre nella divisione A

La formula della Nations League non sarà quella dei classici tornei per le Nazionali, con una fase a gironi seguita da quella a eliminazione diretta. Le 55 squadre che vi parteciperanno saranno suddivise a seconda del ranking in 4 Division (A,B,C e D) in cui ci saranno rispettivamente 12, 15, 16 e 16 squadre. Le divisioni saranno poi divise in 4 gironi da 3 o 4 squadre e ci sarà un sistema di promozione e retrocessione: le vincitrici dei 4 gironi della Division A si sfideranno a giugno nella Final 4 per decretare chi porterà a casa il trofeo, quelle dei gironi delle Division inferiori saranno promosse in quella superiori mentre le 4 peggiori classificate retrocederanno (tranne ovviamente nel caso della Division D).

Anche se il regolamento può sembrare complicato, sarà tutto più semplice quando si giocheranno le partite delle prime giornate, in programma il 7 settembre del 2018: l'Italia farà parte della Division A quindi dovrà giocare contro le Nazionali più forti del continente. Ma la prima edizione della competizione si incrocerà con le qualificazioni per Euro 2020 a cui parteciperanno 24 squadre e mentre le prime 20 ci andranno arrivando nei primi due posti dei 10 classici gironi di qualificazione, gli altri 4 posti saranno assegnati proprio nella Nations League, con dei playoff che vedranno sfidarsi le 4 migliori di ogni Division a non avere ancora il pass per l'Europeo.

Dopo la presentazione di domani, il prossimo passo sarà il sorteggio del 28 gennaio 2018, dove scopriremo le date, le location e gli abbinamenti di tutto il torneo che secondo il UEFA permetterà alle federazioni di ogni paese di aumentare il livello di competizione delle rispettive Nazionali, che spesso snobbano le amichevoli durante la stagione per via degli impegni dei club. L'obiettivo finale è quello di trasmettere nuovi stimoli a un calcio delle Nazionali che fatica a dare emozioni ai tifosi al di fuori di Europei e Mondiali.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.