Manchester United, il coro per Lukaku ha vita breve: "È razzista"

Fa discutere il coro intonato dai tifosi dello United in cui l'attaccante belga viene descritto come "superdotato". Interviene un'associazione anti razzista.

Lukaku

886 condivisioni 17 commenti

Share

È stato intonato la prima volta il 13 settembre durante il match di Champions League vinto 3-0 dal Manchester United contro il Basilea. Il protagonista del coro è Romelu Lukaku, autore della seconda rete dei Red Devils. Il testo, oltre alle doti da giocatore dell'attaccante belga, esalta anche altre presunte qualità dell'ex Everton che col calcio hanno poco a che fare. 

Un canto che sul web ha strappato sorrisi ma che non è piaciuto affatto all'associazione anti-razzista del football inglese "Kick It Out". Al club è infatti arrivata l'esplicita richiesta di farlo cessare immediatamente. Il motivo? "È offensivo, discriminatorio - ha detto un portavoce dell'associazione - e contiene stereotipi razzisti. Non è un coro per sostenere il giocatore". 

Il Manchester United vuole risolvere immediatamente la questione e punire eventualmente i tifosi che continueranno a intonarlo. 

Chi vincerà la Champions League 2017/2018?

Vota

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.