Chelsea, Hazard: "Grazie a Conte potremmo giocare a occhi chiusi"

Il belga ha dichiarato di avere una grande intesa con il manager italiano e di essere convinto che i Blues possano riconfermarsi campioni d'Inghilterra.

Eden Hazard, giocatore del Chelsea

1k condivisioni 22 commenti

di

Share

Il momento del ritorno in campo da titolare si avvicina ogni giorno di più. Man mano che cresce l'attesa, aumenta la curiosità di capire se anche in questa stagione Eden Hazard sarà in grado di guidare i Blues verso importanti successi. Essere campioni d'Inghilterra in carica non è un motivo valido per mollare la presa e calare l'attenzione, anzi. È uno stimolo ulteriore per continuare a migliorarsi.

E stando a quanto dichiarato dal belga subito dopo il pareggio a reti bianche con l'Arsenal, il merito della sua crescita come uomo e come calciatore è da attribuire ad Antonio Conte. Il cambiamento tattico apportato dal tecnico italiano in poco più di un anno all'ombra di Stamford Bridge è stato un toccasana per Eden Hazard, che non si aspettava di tornare subito decisivo dopo un'annata da dimenticare. 

Hazard ha spiegato come il Chelsea giochi ormai a memoria: ogni elemento sa in che direzione sta andando il compagno e questo permette loro di giocare d'anticipo rispetto agli avversari.

L'ultimo gol di Hazard con la maglia del Chelsea

Chelsea, Hazard elogia Conte e snobba Mourinho

C'è molta tattica nei nostri allenamenti. Da attaccante non è sempre bello giocare a tutto campo, aiutando in difesa i compagni, ma così sappiamo cosa fare nel weekend. Ormai potremmo benissimo giocare a occhi chiusi. In allenamento abbiamo un sacco di lavoro da fare, siamo molto stanchi ma poi il campo dà le sue risposte. Questo è il nostro segreto: il lavoro. 

Così Hazard ha spiegato in che modo lui e il Chelsea siano riusciti a trionfare contro ogni pronostico al termine della scorsa stagione di Premier League. Il lavoro, la dedizione e il sacrificio: sono questi i tre capi saldi sui quali Conte è riuscito a trasformare una squadra in crisi in una macchina perfetta. 

Hazard in azione a Stamford Bridge contro il Chelsea

Dobbiamo dare merito al nostro manager. Dopo appena una settimana di lavoro ero convinto di essermi migliorato con lui. Lui già in passato alla Juventus ha dimostrato di saperci fare. Ha difronte a sé una carriera lunga e ricca di soddisfazioni. 

Il riferimento a José Mourinho è ovviamente molto velato ma le parole di Hazard sono molto chiare: con il lavoro di Conte è cresciuto ed è migliorato il rendimento di tutta la squadra. Con lo Special One, invece, dopo la stagione 2014-2015 sono arrivate delusioni in serie. In particolare poco prima dell'esonero del portoghese, l'impiego dell'attaccante belga era diminuito tantissimo e, allo stesso tempo, era peggiorato anche il rendimento di tutta la squadra. Ora le cose con Conte sono decisamente cambiate e in attesa del recupero completo di Hazard il Chelsea lavora per conquistare il settimo titolo della sua storia. 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.