Antonio Razzi: "Dybala venga in Corea del Nord per la pace nel mondo"

Il senatore, famoso per le esternazioni e per il bizzarro ruolo di paciere tra USA e Corea del Nord che si è assegnato da solo, lancia un appello: "Dybala venga con me in Corea".

Senatore Antonio Razzi invita Dybala in Corea del Nord

1k condivisioni 50 commenti

di

Share

Il Senatore Antonio Razzi è celebre per i congiuntivi sbagliati e per le visite a Pyongyang, ma di recente si è inserito in qualità di missionario di pace nella crisi internazionale tra Stati Uniti e Corea del Nord.

Senatore Razzi
Il senatore Antonio Razzi in visita a Pyongyang

Razzi ha dichiarato pubblicamente di aver scritto una lettera a Donald Trump e qualche mese fa l'ha taggato in un tweet che rapidamente ha fatto il giro del web. Nel post il senatore parlava così: "Dopo averti sostenuto nella tua campagna elettorale, lascia che ti presenti Kim Jong-Un".

L'ultima uscita del parlamentare abruzzese ha dell'incredibile e finisce per coinvolgere il capocannoniere della Serie A, Paulo Dybala. L'argentino infatti è stato individuato nel ruolo di "Ambasciatore per la pace" e gli è stato offerto un viaggio in Corea del Nord. La notizia è vera, sembra assurda, ma è stato chiesto alla Joya di allentare le tensioni tra Washington e Pyongyang.

Razzi: "Dybala e Il Volo in Corea del Nord per la pace"

Intervenuto ai microfoni di Radio Cusano Campus il Senatore Razzi ha così parlato del suo viaggio rimandato in Corea del Nord:

Il viaggio in Corea l'ho rinviato. Non per paura, sia chiaro! Io non ho paura di niente e di nessuno perché sono sempre stato così nella mia vita. Se Kim Jong-Un sapesse che qualcuno lo chiama "ciccione" non si arrabbierebbe, sa che scherzare fa bene al cuore. È un uomo di mondo, sa stare allo scherzo.

Poi il surreale appello rivolto a Dybala e al trio di tenori Il Volo:

Voglio portare Dybala in Corea del Nord e sto provando anche con Il Volo. So che Kim Jong-Un è un grande appassionato di sport e musica. Per questo proverò a coinvolgere il fuoriclasse della Juventus. Se porto Dybala, lo stadio da 200mila spettatori si riempie e devono mettere pure i maxischermi fuori. Sarebbe una festa nazionale.

Chissà cosa penserà Dybala di questo invito e se riuscirà a capire che le parole del senatore Razzi devono essere prese con le pinze. 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.