Genoa, enfant prodige Pellegri: doppietta in A a 16 anni e 184 giorni

Dopo la rete segnata lo scorso maggio alla Roma nell'ultima giornata di campionato, l'attaccante ligure rifila due gol alla Lazio: è la doppietta più precoce della A.

Pietro Pellegri, doppietta in A a 16 anni e 174 giorni con il Genoa

989 condivisioni 10 commenti

di

Share

Essere il terzo più giovane marcatore della Serie A di tutti i tempi, grazie alla rete messa a segno all'Olimpico di Roma il 28 maggio in Roma-Genoa 3-2 a 16 anni e 72 giorni, non gli bastava: Pietro Pellegri, nato il 17 marzo 2001 a Genova, voleva di più. Così quando al minuto 33 di Genoa-Lazio, con gli ospiti avanti per 0-1 grazie al centro di Bastos, il suo allenatore Ivan Juric gli ha chiesto di svestire tuta e pettorina per sostituire un opaco Centurion, il 16enne non si è fatto pregare. All'esordio stagionale ha bucato per due volte Strakosha: prima per l'1-1, raccogliendo una rocambolesca carambola tra de Vrij e Radu, poi per il temporaneo 2-2, realizzato in spaccata su assist di Zukanovic. Due reti di pregio, vanificate però dal definitivo 2-3 di uno scatenato Ciro Immobile.

Quella dell’attaccante classe 2001 del Genoa è una doppietta storica: a 16 anni e 184 giorni, Pellegri è infatti diventato il giocatore più giovane a realizzare una doppietta nella storia della Serie A. Dopo aver toccato il podio nella classifica dei marcatori più giovani all-time, Pietro ha superato il record del grande Silvio Piola, che aveva realizzato la sua prima doppia marcatura con la maglia della Pro Vercelli a 17 anni e 104 giorni, nel lontano 1931. Ben 70 anni prima che l'attaccante del Genoa nascesse.

Evidentemente le squadre della Capitale portano bene a questo attaccante che gioca da punta centrale (è alto 188 centimetri) e che nella scorsa stagione aveva segnato 7 gol con la squadra Primavera, in un campionato dove gli altri avevano in media 3 o 4 anni più di lui. Dopo la Roma, ha colpito la Lazio. E chissà se il presidente del Genoa Enrico Preziosi tornerà a esprimersi con paragoni scomodi con Lionel Messi, già fatti qualche tempo fa, quando all'attaccante si era avvicinata con decisione l'Inter.

Il prossimo Messi? Si chiama Pellegri. Ma spero che non mi senta altrimenti si monta la testa.

Pellegri scrive la storia: due reti alla Lazio, mai nessuno così giovane in Serie A

La cosa notevole è che Pietro Pellegri non ha ancora compiuto 18 anni e perché questo avvenga dovranno trascorrere altri 18 mesi. A bruciare le tappe, l'attaccante genoano è abituato: il 22 dicembre 2016, entrando a partita in corso durante Torino-Genoa 1-0, era diventato il più giovane esordiente nella storia della serie A, battendo per un solo giorno il record di Amedeo Amadei che resisteva da quasi 80 anni. Amadei esordì infatti nella Roma a 15 anni, 9 mesi e 6 giorni. Pellegri aveva fissato il nuovo primato a 15 anni, 9 mesi e 5 giorni.

28 maggio 2017, Pietro Pellegri a segno in Roma-Genoa 3-2: terzo marcatore più giovane della A
28 maggio 2017, Pietro Pellegri segna a 16 anni e 72 giorni in Roma-Genoa 3-2: terzo marcatore più giovane della A

Nella classifica dei babies precoci, Pellegri è in ottima compagnia nel calcio italiano. Terzo dietro Amadei e Rivera, precede nomi come Renato Buso, Roberto Mancini, Stefano Okaka e Antonio Cassano. Nessuno però era arrivato in così poco tempo a segnare due reti in una sola partita, come Pellegri ha fatto contro la Lazio: e pazienza se il Genoa si è dovuta arrendere alla sconfitta. Primo "millennial" a realizzare una doppietta in Serie A, con 3 centri in 4 presenze nella massima serie del calcio italiano e 130 minuti complessivi giocati, viaggia a una media di un gol segnato ogni 43 minuti. Al "Ferraris", ieri sera, si è scritto un piccolo pezzo di storia: fa rima con Pietro Pellegri.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.