Serie A, Kalinic eroe a San Siro: il croato si prende subito il MIlan

Nikola Kalinic si carica sulle spalle le sorti del Milan: il croato, con la doppietta siglata all'Udinese, impone la sua firma alla quarta giornata di Serie A.

Nikola Kalinic, centravanti del Milan

577 condivisioni 2 commenti

di

Share

È Nikola Kalinic l'eroe di giornata in quel di San Siro. Il centravanti croato, autore di una doppietta capace di stendere l'Udinese di Gigi Delneri, non ci ha messo poi tanto a prendersi sulle spalle tutto il peso dell'attacco di questo nuovo Milan. Una prestazione maiuscola, condita da due reti sporche e cattive che ci fanno capire perché Vincenzo Montella avesse messo proprio gli occhi su di lui per rifondare l'attacco rossonero. Una bellissima soddisfazione per l'ex Fiorentina che risponde così alle malelingue che lo avevano additato come una pessima alternativa ai vari Andrea Belotti e Pierre-Emerick Aubameyang, profili di maggior appeal ma dallo spirito operaio decisamente inferiore. La quarta giornata di Serie A dunque ci regala - oltre alla splendida tripletta di Paulo Dybala al Mapei Stadium - la consacrazione milanista di Kalinic, protagonista assoluto delle sfide delle ore 15.

Due tap-in da vero rapace per Kalinic, che all'esordio da titolare in campionato fa capire a tutti quali saranno da ora in poi le gerarchie al centro dell'attacco. In un Milan che sembra ormai avviato al 3-5-2, l'ex Dnipro mette in mostra tanto impegno, fiondandosi su tutte le palle morte e portando a termine quel lavoro sporco che Cutrone, vuoi per età e per esperienza, non riesce a digerire. D'altronde l'Aeroplanino era stato chiaro: serviva un attaccante dalla comprovata esperienza in Serie A, capace di portare un bottino di gol considerevole nell'immediato ed in grado di favorire l'ambientamento dell'altro baby-fenomeno André Silva.

Dopo l'ottima prestazione in Europa League contro l'Austria Vienna arriva dunque anche la conferma in Serie A per Kalinic, che con un Suso capace di giostrare perfettamente alle sue spalle ha avuto modo di gestirsi nella più totale mobilità, causando non pochi problemi anche in fase di piazzamento alla linea difensiva dell'Udinese. E chissà che nel profondo quei tifosi che gridavano al contentino per i mancati arrivi di Aubameyang e Belotti non si stiano già pentendo!

Vota anche tu!

Nikola Kalinic è il centravanti giusto per il nuovo Milan di Montella?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Serie A, Milan: il 3-5-2 e Kalinic

Dopo la disfatta di Roma contro la Lazio, Vincenzo Montella sembra aver abbandonato l'idea di schierare in campo il suo Milan con il 4-3-3. Privarsi di uno tra Bonucci, Romagnoli - nonostante l'erroraccio odierno - e Musacchio rappresenterebbe infatti quasi un sacrilegio, così come assurdo sarebbe limitare le capacità in fase propulsiva di Ricardo Rodriguez. In attacco, complici le due maglie per tanti uomini intercambiabili, assisteremo probabilmente a numerosi avvicendamenti: chiaro però come la coppia titolare standard, salvo exploit improvvisi, sarà quella vista in giornata. Nel frattempo però cominciano già le lodi per Kalinic, arrivato a San Siro in sordina e oggi mattatore di una sfida che, senza di lui, avrebbe potuto vivere momenti decisamente più difficili.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.