Eredivisie, prima sconfitta del Feyenoord: vince il PSV, segna Pereiro

I campioni d'Olanda, in dieci per tutto il secondo tempo causa espulsione di Berghuis, incappano nella prima sconfitta in campionato, mentre il PSV li aggancia al primo posto.

162 condivisioni 1 commento 0 stelle

di

Share

Big match alla quinta giornata di Eredivisie. Al Philips Stadion va in scena PSV contro Feyenoord, sfida tra le più affascinanti della storia del calcio olandese, oltre che terza contro prima della scorsa stagione.

Dopo la doppia vittoria nella passata Eredivisie della squadra di van Bronckhorst ai danni di quella di Cocu, ad avere la meglio questa volta sono i padroni di casa, avanti al secondo minuto con Gaston Pereiro e da quel momento mai più ripresi dagli avversari. 

Per i campioni d'Olanda si tratta della prima sconfitta in questo campionato dopo le quattro vittorie consecutive. Classifica molto interessante, con ben quattro squadre in vetta a quota 12 punti in una Eredivisie più equilibrata che mai in questo inizio di stagione. 

La cronaca di PSV vs Feyenoord

Il gol del PSV arriva dopo nemmeno due minuti di gioco. Su cross dal fondo col sinistro di Locadia è Gaston Pereiro a metterla dentro con una volée mancina incrociata che lascia tutti a bocca aperta e fa impazzire il Philips Stadion. La reazione del Feyenoord è piuttosto timida, anzi sono ancora i padroni di casa a rendersi pericolosi con una discesa sulla destra di Arias, che però non trova nessuno al centro dell'area di rigore permettendo agli avversari di liberare. 

Al 13' prima ocasione per i campioni d'Olanda: El Ahmadi trova l'inserimento di Berghuis che calcia potente verso la porta ma trova l'opposizione di Zoet, bravo a bloccare in due tempi il pallone. Dall'altra parte bel calcio di punizione calciato da Locadia, attento però Jones. Ben più pericoloso è il calcio di punizione dal limite di Toornstra, finito in pieno sul palo avvicinando così moltissimo al pareggio la squadra di van Bronckhorst.

Grande chance per i padroni di casa al 33' creata da Lammers, bravo ad andare in spaccata sul cross basso di Brenet nonostante la palla finisca di poco alta sopra la traversa. Ancora PSV al 40' con un destro potentissimo al volo di Locadia: palo pieno a Jones battuto.

L'episodio che rischia di cambiare definitivamente il match capita al 43' quando Steven Berghuis si fa ammonire per la seconda volta (la prima al 16' a causa di un colpo da dietro ai danni di Luuk De Jong, costretto alla sostituzione) atterrando Hendrix dopo aver perso palla. Decisione ineccepibile e Feyenoord in 10 per tutto il secondo tempo. 

La ripresa

La prima grandissima palla-gol del secondo tempo è per il Feyenoord, rientrato meglio in campo rispetto al PSV. Su cross di Haps è il difensore centrale Botteghin a staccare più in alto di tutti, ma la risposta di Zoet è prodigiosa e salva il risultato. Il portiere del PSV si ripete dieci minuti più tardi sul mancino a giro di Boetius, negando ancora il pareggio con un intervento sensazionale. 

La partita è bellissima e gli ospiti si rendono sempre più pericolosi. Al 70' si divora un gol già fatto Toornstra, che calcia altissimo a porta vuota su servizio perfetto di Boetius. La spinta degli ospiti cala nel finale, con la stanchezza e l'uomo in meno che inevitabilmente la fanno da padrone. 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.