Atletico, Griezmann fa la storia al Metropolitano: Malaga battuto 1-0

Festa dei colchoneros: la squadra di Simeone vince all'esordio nel nuovo stadio, decisivo il gol dell'attaccante francese davanti a re Filippo VI di Spagna.

2k condivisioni 12 commenti 4 stelle

di

Share

Una serata storica che rimarrà per sempre nel cuore dei tifosi dell'Atletico Madrid. Il Wanda Metropolitano è stato inaugurato con una vittoria. A decidere il match l'uomo più atteso, Antoine Griezmann. Il Malaga ha resistito per un'ora agli attacchi della squadra di Simeone, ma si è dovuto piegare davanti al talento del francese.

Dopo la sentenza del TAS che aveva bloccato il mercato dei colchoneros fino a gennaio prossimo, l'attaccante non se l'era sentita di andar via. È rimasto nonostante le offerte faraoniche ricevute dall'Inghilterra e non solo. E il 16 settembre del 2017 scrive una nuova pagina della storia dell'Atletico Madrid, segnando il primo gol nel nuovo stadio.

Liga, la festa del Wanda Metropolitano

Si alza il sipario sulla nuova casa dell’Atletico Madrid, ecco a voi il Wanda Metropolitano. Lo stadio più moderno e tecnologico del calcio spagnolo accoglie per la prima volta un match dei colchoneros che, dopo aver detto addio al Vicente Calderon, sono pronti a un nuovo capitolo della loro storia.

Ci sono 68mila spettatori ad assistere alla festa organizzata dalla società. Gli aerei che disegnano il cielo di rosso e ben tre paracadutisti, ognuno con un souvenir: la bandiera dell'Atletico Madrid, quella della Spagna e il pallone per dare il calcio d'inizio al primo match del Wanda Metropolitano. Sugli spalti, come anticipato, anche re Filippo VI di Spagna, che non ha mai nascosto di essere un sostenitore dell’Atletico Madrid.

Atletico Madrid - Malaga: primo tempo

Le emozioni devono per forza di cose lasciare spazio al più prosaico incontro tra due squadre che arrivano con due animi del tutto opposti. La squadra di Simeone è imbattuto in questo avvio di stagione, mentre gli andalusi hanno rimediato solo sconfitte.

Si parte con il copione pronosticatile alla vigilia: Atletico Madrid riversato in avanti, Malaga preoccupato principalmente a difendersi. La copertura studiata da Michel funziona, pochissimi i pericoli portati dai colchoneros alla porta degli ospiti.

Paradossalmente l'occasione più pericolosa della prima frazione capita sui piedi di un ex canterano dell'Atletico: Borja Baston a tu per tu con Oblak si fa murare la conclusione. Si va al riposto sullo 0-0, il volto di Simeone è visibilmente preoccupato.

Griezmann fa la storia

È un Atletico diverso quello che ritorna sul prato del Wanda Metropolitano. A cominciare dagli uomini: fuori Thomas e dentro Carrasco. Il Cholo avanza il baricentro della squadra alla ricerca del gol che possa sbloccare la partita.

Ci pensa il migliore in campo, Angel Correa. Doppio dribbling sulla fascia destra, pallone arretrato per Griezmann che non manca l'appuntamento con la storia. C'è voluta un'ora di gioco per testare le reti del nuovo stadio. E chi se non Le Petit Diable?

Il Malaga non riesce a reagire dopo il gol del vantaggio siglato da Griezmann, l'84esimo da quando veste la maglia dei colchoneros (101 nella Liga). I cambi di Michel non sortiscono gli effetti sperati, con la squadra ospite che incassa la quarta sconfitta e resta in fondo alla classifica con zero punti. Terzo posto provvisorio per l'Atletico Madrid in attesa dei match di domani.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.