La storia di Jimmy Hill, conduttore TV e guardalinee all'occorrenza

È il 16 settembre del 1972 quando il famoso conduttore TV deve sostituire il guardalinee di Arsenal-Liverpool infortunatosi durante il match.

Jimmy Hill, ex conduttore del programma Match of the Day

260 condivisioni 1 commento 5 stelle

di

Share

Immaginate per un attimo di aver passato la vostra infanzia con il sogno di diventare arbitro professionista, ma nonostante la licenza ottenuta siete poi finiti a fare tutt'altro. Immaginate poi di andare a vedere una partita di pallone e improvvisamente avere l'opportunità di sfruttare tutti quei sacrifici fatti per dimostrare le vostre qualità da direttor di gara. Se pensate siano le premesse di una storia totalmente inventata, vi sbagliate di grosso.

Esattamente 45 anni fa, il pomeriggio del 16 settembre 1972, si gioca a Highbury il big match dell'allora First Division tra Arsenal e Liverpool. Verso il termine della prima frazione di gioco, uno dei due guardalinee crolla a terra. Gli esami stabiliranno in seguito che si tratta della rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio. 

A quei tempi non esistevano VAR, arbitri di porta e quarto uomo. La terna era davvero una terna: arbitro e due guardalinee. Stop. E anche le regole di gioco erano diverse: senza un assistente o un direttore di gara in grado di compiere a pieno le proprie mansioni, il match doveva essere abbandonato. Proprio per questo motivo subito dopo la notizia dell'infortunio del guardalinee lo speaker di Highbury annuncia attraverso gli altoparlanti:

C'è qualcuno tra il pubblico che possiede la qualifica di arbitro e può sostituire il guardalinee rimasto infortunato?

Arsenal v Liverpool, 16 settembre 1972

Jimmy Hill, il conduttore TV tutto fare

Tra l'ilarità e lo sconcerto generale, dagli spalti si alza un uomo possente conosciuto da tutti coloro che, a quei tempi, possedevano un televisore: stiamo parlando di Jimmy Hill, ex giocatore, presidente del sindacato dei giocatori e storico conduttore del programma 'Match Of The Day' (una sorta del nostro 90° minuto) che proprio in occasione di quella partita si trova casualmente sugli spalti. Non è lì per questioni lavorative ma semplicemente per godersi un pomeriggio di football in uno degli impianti più belli e affascinanti del paese. 

La terna arbitrale formata anche da Jimmy Hill

Hill non è uno qualsiasi: ritiratosi a 33 anni per via dei troppi infortuni, la sua carriera era proseguita fuori dal campo. Il ruolo di presidente del sindacato dei giocatori, poi la direzione di uno dei programmi sportivi più seguiti e importanti di tutta l'Inghilterra, infine quello di presidente del Coventry City. Sullo sfondo uno sogno mai abbandonato: diventare arbitro professionista.

Grazie a lui le vittorie valgono 3 punti, grazie alla sua determinazione negli Anni '50 i calciatori hanno vista abolire la legge che prevedeva un tetto salariale di 80 sterline a settimana. Insomma, la sua influenza nel calcio britannico è stata tutt'altro che ininfluente. 

Jimmy Hill saluta Bill Shankly durante Arsenal v Liverpool

Una volta scese le scale della tribuna e arrivato a ridosso del campo, la sorpresa tra i giocatori e i due direttori di gara è incredibile. "Entra lui?", sembrano chiedersi tutti. Sì, proprio Jimmy Hill diventa il guardalinee di una delle partite più importanti e seguite del calcio inglese. Per la prima e unica volta Jimmy Hill può dimostrare le sue qualità di arbitro. 

L'improvvisato guardalinee di Arsenal v Liverpool: Jimmy Hill

Passato il momento di stupore, gli viene consegnata una bandierina e viene lanciato immediatamente sulla fascia di sua competenza. Il suo intervento salva letteralmente la partita da un possibile rinvio, Arsenal e Liverpool continuano a giocare fino al 90' senza problemi. Il match si conclude con uno scialbo 0-0, ma al termine della partita gli applausi sono tutti per lui: Jimmy Hill, il conduttore TV diventato guardalinee per un giorno. 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.