UFC, it's over Jones: Daniel Cormier torna campione

Daniel Cormier torna ufficialmente ad essere il campione dei massimi-leggeri UFC: gli è stata restituita la cintura strappatagli da Jon Jones a UFC 214.

Il campione dei massimi-leggeri UFC Daniel Cormier

249 condivisioni 10 commenti

di

Share

Difficile dare un quadro oggettivo della carriera di Jon Jones. Potremmo definirlo uno dei campioni più dominanti della storia UFC, al pari di come potremmo apostrofarlo come una delle teste meno raffinate passate all'interno dell'ottagono più famoso al mondo. Con quel talento lì, con quella genetica lì e con quelle doti fisiche lì è infatti imperdonabile lo sfondarsi - passateci il termine - di doping per ben due volte, e questo senza contare o giudicare i trascorsi poco edificanti tra droga e problemi con la legge.

Due positività che macchiano indelebilmente l'immagine di superuomo di "Bones", additato incautamente da molti come il Muhammad Ali delle MMA. E pensare che Daniel Cormier, sconfitto per KO da Jones in quello che rischia di essere il suo ultimo incontro in UFC, aveva anche alzato bandiera bianca, ammettendo la sua inferiorità di fronte al prodigio della Jackson-Wink. Peccato però che l'immagine di quel knockout sia rovinata dall'ombra di una positività al turinabol. Probabile, a questo punto, che il Jon Jones pulito sia quello opaco e vergognosamente spompato visto contro Ovince St-Preux in quel di UFC 197.

Quel che è certo è che oggi Jon Jones rischia da una squalifica minima di quattro anni al ban dalle competizioni, con la vittoria per KO su Daniel Cormier trasformata in un no contest e il titolo dei massimi-leggeri UFC che è stato riconsegnato al legittimo proprietario, ovvero quel DC che mai aveva barato - le marachelle al peso di UFC 210 non vengono infatti ritenute tali -, lavorando duramente ed affrontando i migliori imponendosi grazie ad una completezza che lo ha reso uno degli atleti più forti del nuovo corso delle MMA. E voi, haters, non potrete più additare "DC" come eterno secondo: l'attuale campione ha infatti perso solo e soltanto contro un atleta dopato, e la sua superiorità tecnica non verrà mai comprovata da prestazioni off-doping.

UFC: Daniel Cormier riabbraccia la cintura

Daniel Cormier, ospite negli studi di FOX Sports USA dove svolge il ruolo di opinionista, è praticamente venuto a conoscenza in diretta della sua promozione a campione. La reazione del rappresentante dell'AKA è stata al quanto composta: DC si è infatti limitato soltanto a sottolineare come la scelta presa da UFC sia stata del tutto corretta e coerente con la politica sposata dal matrimonio con USADA, chiarendo come Jones abbia barato senza mezzi termini.

Puoi anche passare 100 controlli, ma non puoi sbagliarne neanche mezzo. Questo si chiama barare, e non è permesso. Sono stato 12 anni dentro al programma USADA e non ho mai beccato una violazione. Non puoi prendere in giro lo sport, né i fans e neanche me. Johnny aveva tutti i vantaggi fisici dalla sua contro di me: 30 anni contro 38, una stazza e un allungo da paura. Abbiamo disputato uno dei match più belli di questo sport e lui ancora una volta ha gettato fango su sé stesso: questa condanna è praticamente una sentenza di morte.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.