Contro il Real Madrid, i tifosi della Real Sociedad saranno... in campo

Già contro il Rosenborg, 700 supporter hanno seguito la gara a bordo campo: una soluzione dovuta ai lavori per il nuovo stadio e che si ripeterà contro i blancos.

La Real Sociedad capolista in Liga ospita il Real Madrid

1k condivisioni 38 commenti

di

Share

Avere letteralmente il fiato sul collo dei tifosi avversari: domenica sera, all'Anoeta, i giocatori del Real Madrid ne toccheranno con mano il significato. Se vi è capitato di gustarvi i gol della Real Sociedad in Europa League, avrete già capito di cosa stiamo parlando. Nella serata del giovedì di coppa, i baschi di Eusebio Sacristán hanno asfaltato la tenue resistenza del Rosenborg: 4-0 alla prima dopo il ritorno in Europa. A catturare l'attenzione ci ha pensato soprattutto la rete al 77' di Diego Llorente.

Per la bellezza della rete? Be', lo stacco di testa dell'ex madridista non è stato per niente male. Ma i veri protagonisti sono stati loro, i supporter: assiepati proprio lì, a due passi dalla porta dei norvegesi, hanno regalato un colpo d'occhio unico, sicuramente inusuale per uno stadio - come l'Anoeta di Donostia-Sebastian - dove la pista d'atletica separa gli spalti dal campo di gioco.

Il motivo? Dopo 24 anni, l'impianto dell'Erreala si rifà il look: lo scorso maggio hanno preso avvio i lavori per la nascita del Nuevo Anoeta, che dovrebbe vedere la luce già a fine ottobre 2019. Con il Fondo Sur, una delle due curve, in via di smantellamento, il club ha pensato d'installare una tribuna provvisoria proprio a ridosso della linea di fondo campo. A mo' di stadio inglese, insomma, ma con lo spazio vuoto della pista d'atletica che crea un effetto scenico pazzesco. Della serie "Ma come ci sono arrivati lì quei tifosi?!".

I tifosi della Real Sociedad "in campo" contro il Real Madrid

L'inagibilità del Fondo Sur ha costretto la Real Sociedad a risistemare i 5.200 soci che animano abitualmente la gradinata più attiva. Una parte è stata trasferita nelle altre tribune, ma la volontà di non rendere deserto quella porzione di stadio ha indotto la società basca a escogitare una soluzione alternativa: un'installazione da cinque file di seggiolini, capace di contenere fino a 700 tifosi.

Le autorità competenti hanno dato il via libera, il club bianco-blu ha ottenuto tutti i permessi necessari. Solo due per ora le partite in cui sarà prevista sicuramente la tribuna provvisoria: quella appena giocata contro il Rosenborg, appunto, e l'attesissimo big match di domenica 17 contro il Real Madrid (ore 20.45, diretta esclusiva su FOX Sports, canale 204 di Sky). 

Dopo la vittoria in Europa League contro il Rosenborg, la Real Sociedad ospiterà il Real Madrid
Real Sociedad a valanga in Europa League: 4-0 contro il Rosenborg. Ora il Real Madrid...

Nelle intenzioni del club, sottolinea El Diario Vasco, l'iniziativa dovrebbe servire a ricreare l'atmosfera che si respirava - fino al 1993 - nel vecchio impianto di Atocha: là sì che gli Txuri-urdines potevano sentire da vicino il calore della propria tifoseria. Un obiettivo decisamente raggiunto ieri sera, nella prima partita del Gruppo L di Europa League: al gol di Llorente, gli steward hanno faticato non poco per tenere a freno l'impeto dei sostenitori in festa. 

Un "inconveniente" già previsto dalla sicurezza dell'impianto, a fronte di un esperimento che è piaciuto molto non solo ai supporter locali, ma anche agli stessi giocatori. Ecco come Sergio Canales, centrocampista che domenica incontrerà proprio la sua ex squadra, ha accolto la trovata della società:

La tifoseria è stata incredibile, la tribuna provvisoria ci aiuta molto, può regalarci molti punti.

Real Madrid avvisato, mezzo salvato insomma. Se a questo ci sommiamo che la Real Sociedad guida la Liga con 9 punti nelle prime tre giornate, gli stessi del Barcellona, si comprende immediatamente come gli uomini di Zinedine Zidane saranno chiamati a una mezza impresa. E non è escluso neanche che il club basco possa prolungare l'esperimento, mantenendo la struttura anche più in là rispetto alle due gare previste. Tutto questo in attesa del grande giorno. Quello in cui l'Erreala metterà piede nel Nuovo Anoeta.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.