Ahi Milan, per Conti rottura del crociato. Arriva la conferma

Tegola in casa rossonera: l'esterno destro ha riportato un infortunio in mattinata, si teme la rottura del legamento crociato: rischia almeno 4-6 mesi di stop.

Conti Milan

386 condivisioni 27 commenti

di

Share

Fulmine a ciel sereno in casa Milan. Andrea Conti ha riportato la rottura del legamento crociato, i rossoneri saranno costretti a fare a meno dell'esterno destro fino al 2018 inoltrato.

Per infortuni di questa entità, infatti, la prognosi è di almeno 4 mesi, ma spesso ne servono almeno sei per un completo ritorno all'attività agonistica. Inoltre si tratta di infortuni ad alto rischio di recidiva - vedasi i casi di Alessandro Florenzi e Giuseppe Rossi, per citare i più recenti - per cui va sempre usata la massima cautela.

Andrea Conti fuori 4-6 mesi, le contromosse del Milan

Montella MilanGetty
Montella, l'infortunio di Conti complica il passaggio al 3-5-2

Grosso guaio, dunque, per Vincenzo Montella, che già aveva dovuto rinunciare a Conti nelle ultime uscite per via di un lieve infortunio alla caviglia rimediato in nazionale. Solo ieri sera, nella vittoriosa trasferta del Milan a Vienna, il tecnico campano era finalmente passato al 3-5-2, modulo sulla carta ideale per le caratteristiche dei nuovi acquisti rossoneri, e per quelle di Andrea Conti in particolare. All'Atalanta, giocando in quella posizione, il terzino lecchese si era imposto la scorsa stagione come uno dei migliori interpreti del ruolo in Serie A, impreziosendo le sue statistiche con 8 reti, non esattamente un bottino trascurabile per un esterno, benché a trazione anteriore.

Va detto che, almeno dal punto di vista numerico, il Milan sembra essere abbastanza coperto, visto che in quella posizione possono agevolmente giocare sia Ignazio Abate che Davide Calabria. E dunque, non dovrebbero esserci all'orizzonte retromarce dal punto di vista tattico: si proseguirà con 3-5-2 anche senza Andrea Conti. Ma Fassone e Mirabelli non avevano investito su di lui 28 milioni di euro per caso. 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.