Real Madrid e il fattore Cristiano Ronaldo: con lui torna la vittoria

Senza il portoghese la squadra di Zidane era reduce da due pareggi casalinghi. Ieri sera CR7 ha segnato una doppietta guidando i suoi al successo sull'Apoel.

1k condivisioni 18 commenti

di

Share

Ci sarà sicuramente chi si chiederà se sia più forte il Levante o l'Apoel. Entrambi affrontati sul prato del Bernabeu da un Real Madrid che, dopo essere partito a razzo con le vittorie della Supercoppa Uefa e della Supercoppa di Spagna contro Manchester United e Barcellona, si è improvvisamente imballato in Liga contro Valencia e, appunto, Levante.

La differenza probabilmente è in un nome: Cristiano Ronaldo. Ieri sera il portoghese, squalificato per cinque giornate in Liga dopo la spinta all’arbitro Burgos Bengoetxea nella partita d’andata di Supercoppa di Spagna contro i Blaugrana, è stato il protagonista assoluto della vittoria 3-0 contro i ciprioti in Champions League.

Senza di lui, almeno in questo momento, la squadra di Zidane si è scoperta vulnerabile. Non tanto o non solo in termini di apporto di gol, quanto soprattutto di leadership. Contro il Valencia ci aveva pensato Asensio, ma la sua doppietta era servita solo per strappare un pareggio, così come la rete di Lucas Vazquez nel turno successivo contro il Levante.

Real Madrid e il fattore Cristiano Ronaldo: con lui torna la vittoria

La fotografia di quello che significa oggi Cristiano Ronaldo per il Real Madrid è quella che lo ritrae nella porta dell'Apoel ad afferrare il pallone appena insaccato, ovviamente da lui, su rigore, manco si trattasse di completare una rimonta. Invece è lui che, dopo aver realizzato una doppietta, vuole spronare i suoi: 2-0 e palla al centro, vamos! Bisogna finire il lavoro. Questione di leadership, appunto.

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo: questione di leadership

Un ritocco ai record

Assente Benzema, Cristiano Ronaldo si è letteralmente caricato la squadra sulle spalle. Con le sue due reti ha continuato a dipingere record: sesta stagione consecutiva a segno nel primo match di Champions League, 30esima doppietta in Coppa - Messi è a 27 -, 107 gol realizzati nel torneo e candidatura alla sesta stagione da capocannoniere.

Cristiano Ronaldo

Zidane: "Cristiano fondamentale"

Il fattore Cristiano Ronaldo è stato sottolineato anche da Zidane a fine match:

Lui è il migliore del mondo, è un giocatore fondamentale per noi. Spero che quella di domenica sia l'ultima partita della stagione in cui non possiamo disporre di Cristiano.

Zinedine Zidane

A San Sebastian Cristiano Ronaldo non ci sarà - ultimo dei cinque turni di squalifica - ma lui preferisce non pensarci e si gode il successo contro l'Apoel:

Sono felice di essere tornare a giocare e segnare è stato molto importante per me, così come aver contribuito alla vittoria. L'obiettivo è vincere la Champions League che è la competizione del Real Madrid.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.