Probabili formazioni Serie A: la quarta giornata

La Juventus ritrova Chiellini, Borriello sfida il suo recente passato. Juric deve fare a meno di Lapadula, Di Francesco dà fiducia a Gonalons e Inzaghi a Murgia.

638 condivisioni 9 commenti

di

Share

Champions ed Europa League hanno riempito la settimana smorzando l'attesa per il quarto turno della Serie A. Sabato si riparte, tre anticipi prima di tutti gli altri appuntamenti della domenica.

Come di consuetudine analizziamo le probabili formazioni di tutte le squadre e le scelte degli allenatori tra dubbi, certezze e indisponibilità. Ad aprire le danze saranno Crotone ed Inter, impegnate sabato nell'insolito orario delle 15:00. A seguire, ecco il derby dell'Appennino tra Bologna e Fiorentina alle ore 18:00 e il match serale delle 20:45 tra Roma e Verona.

Le sfide della domenica di Serie A saranno ben distribuite durante l'arco della giornata: alle 12:30 il Sassuolo ospiterà la Juventus, mentre alle 18:00 il Chievo affronterà l'Atalanta. Chiuderà Genoa-Lazio la sera alle 20:45. Alle 15:00 tutte le altre.

Probabili formazioni Serie A: 4a giornata

Crotone-Inter
L'Inter cerca la quarta vittoria consecutiva a Crotone

Ecco quindi le probabili formazioni della quarta giornata di Serie A, aperta dalla trasferta dell'Inter capolista nel fortino del Crotone.

Crotone-Inter (sabato 16, ore 15:00)

L'Inter cerca la quarta vittoria su quattro in casa del Crotone. Nel 4-2-3-1 scelto da Spalletti dovrebbe partire titolare Joao Mario alle spalle di Icardi, con Brozovic inizialmente in panchina. Difesa e centrocampo confermati, con Dalbert ancora terzino sinistro, Borja Valero a dettare i tempi di gioco accanto a Vecino (incalzato da Gagliardini) e Candreva e Perisic a spingere sulle fasce. Il Crotone deve fare i conto con gli indisponibili Izco, Nalini e Tonev. Nicola si affiderà a Trotta e Budimir in avanti per cercare di scardinare il muro nerazzurro, mentre in difesa Sampirisi e Cabrera sono in vantaggio su Faraoni e Ajeti.

Crotone (4-4-2): Crodaz; Sampirisi, Ajeti, Ceccherini, Martella; Rohden, Barberis, Mandragora, Stoian; Trotta, Budimir. All. Nicola.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, Miranda, Dalbert; Vecino, Borja Valero; Candreva, Joao Mario, Perisic; Icardi. All. Spalletti.

Fiorentina-Bologna (ore 18:00)

Fiorentina-Bologna
Derby dell'Appennino: Fiorentina contro Bologna

Alle 18:00 scatta il derby dell'Appennino, al Franchi Fiorentina e Bologna si sfideranno con stati d'animo contrapposti. I Viola vengono dalla bella vittoria contro il Verona, per questo Pioli schiererà la stessa formazione vista con l'Hellas: Thereau appoggerà il Cholito Simeone in attacco, Chiesa e Benassi correranno sugli esterni. Eysseric è ancora da valutare, al massimo andrà in panchina. Fronte Bologna, c'è il 3-0 subito contro il Napoli da riscattare. Donadoni non intende cambiare, avanti con il modulo spregiudicato proposto la scorsa giornata: Verdi, Palacio, Di Francesco e Destro tutti insieme.

Fiorentina (4-2-3-1): Sportiello; Bruno Gaspar, Pezzella, Astori, Biraghi; Veretout, Badelj; Chiesa, Thereau, Benassi; Simeone. All. Pioli.

Bologna (4-3-3): Mirante; Mbaye, De Maio, Maietta, Masina; Pulgar, Poli, Verdi; Palacio, Di Francesco, Destro. All. Donadoni.

Roma-Verona (ore 20:45)

Roma-Verona
Dzeko guida l'attacco della Roma contro il Verona

Ci saranno le fatiche della Champions League da gestire per la Roma, che in settimana ha resistito a fatica agli attacchi dell'Atletico Madrid. Forse sarà il giorno del grande rientro di Florenzi come terzino destro, in caso contrario spazio a Bruno Peres. Per il resto solo un piccolo cambio di formazione per Di Francesco rispetto al match contro i Colchoneros: Gonalons dovrebbe debuttare a centrocampo, facendo rifiatare De Rossi. Il tridente offensivo avrà in Dzeko il suo riferimento, Defrel e Perotti ai suoi lati. Risponde con lo stesso modulo il Verona, 4-3-3 per non crollare ancora. I tifosi attendono la prima vittoria in questa Serie A, Pecchia punta su Pazzini confermato insieme a Verde. Zuculini - in dubbio - alla fine dovrebbe farcela, niente da fare invece per Cerci ancora out.

Roma (4-3-3): Alisson; B. Peres, Juan Jesus, Manolas, Kolarov; Nainggolan, Gonalons, Strootman; Defrel, Dzeko, Perotti. All. Di Francesco.

Hellas Verona (4-3-3): Nicolas; Caceres, Ferrari, Herteaux, Souprayen; Buchel, Zuculini, Bessa; Romulo, Pazzini, Verde. All. Pecchia.

Sassuolo-Juventus (domenica, ore 12:30)

Sassuolo-Juventus
Allegri cambia rispetto al Barcellona: dentro Chiellini, Khedira e Mandzukic

C'è da mettere alle spalle la caduta al Camp Nou contro il Barcellona, la Juventus vuole ripartire subito. Non sarà facile, tradizionalmente ostico il campo del Sassuolo. Allegri ritroverà Chiellini al centro della difesa e a destra sfrutterà la freschezza di Lichtsteiner. Ci sarà un altro gradito ritorno: in mediana Khedira riprenderà il posto da titolare. In attacco ecco Mandzukic insieme a Dybala e Higuain. Bucchi per il suo Sassuolo ha in mente di schierare di nuovo la difesa a tre con un centrocampo folto. La velocità di Adjapong e l'estro di Sensi verrebbero impiegati per mettere in crisi i bianconeri, obbligati a tenere un occhio fisso anche sul duo Politano-Falcinelli. Assente Berardi infortunatosi.

Sassuolo (3-5-2): Consigli; Goldaniga, Cannavaro, Acerbi; Lirola, Sensi, Duncan, Magnanelli, Adjapong; Berardi, Falcinelli. All. Bucchi.

Juventus (4-3-3): Buffon; Lichtsteiner, Chiellini, Benatia, Alex Sandro; Khedira, Pjianic, Cuadrado, Dybala, Higuain, Mandzukic. All. Allegri.

Torino-Sampdoria (ore 15:00)

Torino-Sampdoria
Fantasia Torino: Mihajlovic schiera Iago Falque, Niang, Belotti e Ljajic

Mihajolvic non ha a disposizione Boyé e Valdifiori ed insiste sul Torino formato fantasia: 4-2-3-1 con Iago Falque, Niang, Ljajic e Belotti a caccia di numeri e gol. Rincon e Obi faranno da diga in mezzo al campo. La Sampdoria risponde con il suo trascinatore, l'immortale Quagliarella, in uno stato di forma invidiabile. Accanto a lui Zapata, che dovrebbe vincere il ballottaggio con Caprari.

Torino (4-2-3-1): Sirigu; De Silvestri, N'Koulou, Moretti, Molinaro; Rincon, Obi; Iago Falque, Ljajic, Niang; Belotti. All. Mihajlovic.

Sampdoria (4-3-1-2): Puggioni; Sala, Silvestre, Regini, Strinic; Barreto, Torreira, Praet; Ramirez; Quagliarella, Zapata. All. Giampaolo.

SPAL-Cagliari (ore 15:00)

SPAL-Cagliari
Borriello ritrova il passato

Quella tra SPAL e Cagliari sarà una partita speciale per Marco Borriello, che ritroverà il suo recente passato. Verrà aiutato in attacco da Antenucci, che dovrebbe essere preferito a Paloschi. Mister Rastelli, invece, schiererà l'unica punta Pavoletti che avrà il compito di fare da ariete e da sponda per Sau e Joao Pedro. Il neoacquisto Van Der Wiel ancora non è a disposizione, la difesa è la stessa vista contro il Crotone.

SPAL (3-5-2): Gomis; Salamon, Vicari, Felipe; Lazzari, Schiattarella, Mora, Viviani, Costa; Antenucci, Borriello. All. Semplici.

Cagliari (4-3-2-1): Cragno; Padoin, Andreolli, Pisacane, Capuano; Ionita, Cigarini, Barella; Joao Pedro, Sau; Pavoletti. All. Rastelli.

Napoli-Benevento (ore 15:00)

Napoli-Benevento
Il Napoli per ripartire, il Benevento cerca la prima vittoria in A

il 2-1 subito dallo Shakhtar non si dimentica facilmente, ma una vittoria in campionato può aiutare. A Napoli arriva il Benevento, ancora a caccia dei primi tre punti nella massima serie. Sarri dovrebbe optare per Jorginho come play davanti alla difesa, supportato da Allan e Hamsik, anche se Diawara scalpita per una maglia dal primo minuto. Il tridente sarà il solito, leggero e micidiale. Dall'altra parte il Benevento proverà a giocarsela con intelligenza, cercando di raccogliere un buon risultato. D'Alessandro e Ciciretti sulle fasce, centravanti Coda e Iemmello.

Napoli (4-3-3): Reina; Hysai, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Jorginho, Allan, Hamsik; Insigne, Callejon, Mertens. All. Sarri

Benevento (4-4-2): Belec; Venuti, Lucioni, Antei, Letizia; Ciciretti, Cataldi, Memushaj, D'Alessandro; Iemmello, Coda. All. Baroni.

Milan-Udinese (ore 15:00)

Milan-Udinese
Il Milan ospita l'Udinese

La brutta batosta di domenica scorsa contro la Lazio ha svegliato il Milan riportandolo coi piedi per terra. Contro l'Udinese a San Siro si cerca il riscatto, Montella ci prova cambiando qualcosa in attacco: Kalinic e Bonaventura dall'inizio, torna Conti in difesa. I friulani, che a Milano spesso hanno messo in difficoltà i rossoneri, si affideranno a Maxi Lopez e al buono stato di forma di Jankto. Perica e Widmer sono ancora fuori, saranno sostituiti da De Paul Behrami.

Milan (4-3-3): Donnarumma; Conti, Bonucci, Musacchio, Rodriguez; Montolivo, Biglia, Kessié; Bonaventura, Suso, Kalinic. All. Montella.

Udinese (4-3-3): Scuffet; Larsen, Danilo, Nuytinck, Samir; Bherami, Barak, Jankto; Lasagna, De Paul, Maxi Lopez. All. Delneri.

Chievo-Atalanta (ore 18:00)

Chievo-Atalanta
Petagna fuori, dentro Cornelius per l'Atalanta

Dopo le partite delle 15, si continua con Chievo Atalanta alle 18:00. Entrambe a tre punti, ma il Chievo arriva dalla sconfitta con la Juventus mentre l'Atalanta dalla vittoria maturata in casa contro il Sassuolo. Maran conterà ancora una volta sulla coppia Pucciarelli-Inglese in attacco, con Birsa nel ruolo di trequartista alle loro spalle. Difesa e centrocampo confermati, nessun cambio rispetto all'ultima gara. Gasperini invece qualcosa modificherà: sembra possa spuntarla Cornelius su Petagna, non convincente nelle ultime uscite. In mezzo più Gosens che Kurtic mentre di dietro solita line a quattro.

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Dainelli, Gamberini, Gobbi; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Birsa; Pucciarelli, Inglese. All. Maran.

Atalanta (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Castagne, Cristante, De Roon, Gosens; Ilicic; Gomez, Cornelius. All. Gasperini.

Genoa-Lazio (ore 20:45)

Genoa-Lazio
Genoa con qualche problema, Lazio quasi tutta confermata

La quarta giornata di Serie A verrà chiusa dal posticipo tra Genoa e Lazio. I rossoblù hanno perso il proprio attaccante, Juric non potrà contare su Lapadula infortunato, al suo posto Galabinov. Bertolacci è squalificato, Cofie sarà il prescelto per rimpiazzarlo. Anche la Lazio dovrà fare a meno dello squalificato Parolo, punito contro il Milan con un cartellino rosso. Probabile quindi l'inserimento del giovane Murgia, eroe della finale di Supercoppa italiana. Per il resto saranno gli undici visti contro i rossoneri, ad eccezione di Wallace (distorsione al ginocchio) che verrà sostituito da Bastos.

Genoa (3-4-3): Perin; Biraschi, Rossettini, Gentiletti; Lazovic, Cofie, Veloso, Laxalt; Ricci, Galabinov, Taarabt. All. Juric.

Lazio (3-4-2-1): Strakosha; Bastos, de Vrij, Radu; Basta, Murgia, Leiva, Lulic; Milinkovic, Luis Alberto; Immobile. All. Inzaghi.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.